Mortal Kombat 11 - Anteprima

Analizziamo le informazioni ottenute dal reveal!

di Andrea Piaggio / giovedì 24 gennaio 2019 / Anteprima

Alcuni giorni fa è stato rivelato al mondo Mortal Kombat 11, il nuovo picchiaduro di NetherRealms dopo la loro parentesi supereroistica del già ottimo Injustice 2. Con l’occasione si sono quindi riuniti cosplayer e appassionati per scoprire cosa possa proporre questa nuova interazione del violentissimo fighting game che già in passato ha scatenato le ire di genitori funesti e di politici a caccia di consensi. Ecco quello che abbiamo scoperto e perché, nessuna di queste categorie resterà a bocca asciutta!

Con la partecipazione di Ed Boon, storico creatore del marchio, sono stati svelati diversi trailer tra cui quello in cui possiamo vedere l’immortale Scorpion (immortale in tutti i sensi) scontrarsi con il mitico Baraka, personaggio salito alla ribalta in Mortal Kombat II e finalmente riammesso nel roster dopo aver saltato il capitolo precedente. Già da questo gameplay si può notare come il combattimento sia rimasto saldamente ancorato al 2D originale, in linea con gli ultimi due fortunati capitoli. Continua ad essere presente l’interazione con lo scenario attraverso elementi specifici e ovviamente non mancano né le mosse speciali, né le devastanti Fatal Blow, la sequenza scriptata in cui un personaggio infligge un sacco di danni all’avversario trafiggendolo e provocando ferite che, se non fossimo in Mortal Kombat, sarebbero una più letale dell’altra. Prendono il posto delle X-Ray viste in passato, si eseguono allo stesso modo premendo contemporaneamente i due grilletti posteriori e si ottengono solo quando la propria barra energetica è prossima ad esaurirsi, diventando quindi l’ultima risorsa per poter riequilibrare un match. Inoltre continuando a parlare di differenze con il passato, la barra a cui si attinge per potenziare le mosse speciali o per interrompere una combo non è più singola, ma è stata sdoppiata per far sì che una regoli l’uso degli attacchi e l’altra delle manovre difensive, evitando che una counter impedisca di eseguire subito dopo un colpo più potente del solito.

I personaggi presenti nella versione finale, contando le caselle di selezione, dovrebbero essere 25. Di questi però, al reveal erano presenti solo sette di loro: come anticipato abbiamo visto in azione Scorpion e Baraka, ma in seguito abbiamo potuto divedere alcuni volti noti come Sub-Zero, Sonya e Raiden, così come ritorni meno celebri come Skarlet e nuovi ingressi come Geras. Partendo proprio da quest’ultimo abbiamo un omone che colpisce a distanza usando magie di sabbia e creando costrutti come martelli o muri, ma che sa anche farsi valere a distanza ravvicinata con spallate e prese. Skarlet invece sembra più letale dalla distanza con magie che utilizzano il sangue e che possono creare trappole per l’avversario. Tutti gli altri ritornano con le loro mosse più famose, ma ne aggiungono anche parecchie altre facenti uso di armi che possono andare dall’arpione e dalla spada di Scorpion, fino ad oggetti utilizzabili in ponti specifici dello scenario. Durante la scelta del lottatore nella schermata apposita si potrà comunque selezionare tra tre variabili che possono modificare o sostituire alcune mosse, così che debba passare un po’ di tempo extra prima di poter dire di conoscere davvero il proprio personaggio preferito. Per ora non sappiamo se e quanto questa caratteristica differisca dai capitoli precedenti, ma è sicuramente un gradito ritorno.

Altra caratteristica di rilievo totalmente originale per la saga, ma introdotta nel precedente Injustice 2 è la personalizzazione del proprio “kombattente”, attraverso tre parti equipaggiabili con differenti caratteristiche. Scorpion per esempio avrà come tre componenti equipaggiabili la spada, l’arpione e la sua maschera, oggetti che, in base alla rarità e probabilmente al livello conseguito dal personaggio, potranno renderlo più o meno performante in battaglia. Questo elemento GDR è stato molto apprezzato in Injustice 2 ed è quindi un piacere poterlo ritrovare in questo capitolo della saga. Quello che siamo curiosi di scoprire è se questo sistema ha soppiantato l’altrettanto apprezzato sistema di sblocco di oggetti, costumi e mosse segrete come le Fatality, prima ritrovabili nella Kripta, quasi un’avventura a sè nel precedente Mortal Kombat X. Speriamo che siano riusciti a far convivere questa divertente “stanza” degli sbloccabili con l’apertura di loot box vista in Injustice 2 (speriamo non ci siano microtransazioni…) perchè sarebbe davvero un colpaccio. Anche perché nel menu di personalizzazione abbiamo intravisto sottomenu chiamati kosmetics, abilities e IA Behavior, caratteristica che da sola ci fa sognare la possibilità di mandare i nostri lottatori a combattere in un multiplayer asincrono. Questa è solo una nostra idea assolutamente non confermata, ma sarebbe un’altra graditissima aggiunta ad un comparto single player che, anche grazie alla Storia cinematografica di cui abbiamo potuto vedere un breve filmato introduttivo e alle varie Torri da scalare, dovrebbe essere molto forte anche questa volta.

Il reveal di Mortal Kombat 11 ha proseguito mostrando partite giocate da giocatori molto abili ma il suo gameplay semplice e intuitivo continua a essere presente, garantendo a tutti di fare scempio del proprio avversario nel modo più cruento e fantasioso possibile. La violenza è anche stavolta così estrema da diventare presto caricaturale, ma per capirlo occorre comunque una mentalità adulta, come ci ricorderà il PEGI 18+ che comparirà sulla scatola non appena il gioco sarà sugli scaffali il prossimo 23 aprile. Per ora non ci resta che attendere ulteriori notizie sui nuovi personaggi e sulle modalità, entrambi cuore e anima di un gioco molto atteso dagli appassionati e da chi vorrà una nuova scusa per scagliarsi contro un videogioco che, dal 1992, sappiamo non essere adatto ai più piccoli.

Vuoi segnalarci un errore? Scrivici qui!

Scheda

  • Data di uscita / 23/04/2019
  • Sviluppatore / NetherRealm Studios
  • Produttore / Warner Bros. Interactive Entertainment
  • Doppiaggio / Italiano
  • Sottotitoli / italiano
  • Giocatori offine / 1 - 2
  • Giocatori online / 1 - 2
  • Raggiungi la pagina ufficiale

Picchiaduro a incontri su Xbox One, PlayStation 4, PC, Nintendo Switch

Pegi 18

Acquista

Social Net

Ultimi Commenti