Star Wars Battlefront 2 - Anteprima

DICE colpisce ancora?

di / lunedì 03 luglio 2017 / Anteprima

Star Wars Battlefront 2 è sicuramente il titolo che, durante la conferenza E3 di EA, è riuscito ad attirare a sé le attenzioni di critica e pubblico; la presentazione è servita per visualizzare dettagli e video ufficiali dedicati alla componente multiplayer del titolo, ma a questo sono poi seguite molte informazioni che permettevano di comprendere meglio la portata di questo nuovo progetto, spiegandoci come la strada intrapresa fosse quella giusta.

Dopo l’ennesimo trailer che conferma nuovamente le capacità di DICE in fase di montaggio video e marketing, le sequenze mostrate riportano nelle mente dei videogiocatori le battaglie viste nella trilogia prequel, attraverso una modalità con 40 giocatori che si danno battaglia nella mappa denominata “Assault on Theed”. In questo caso la fazione dei cloni deve difendere fino allo stremo delle forze il palazzo del trono dall’assalto dei droidi della Federazione. Mettendo da parte qualche immediata sbavatura sulla contestualizzazione narrativa (come la presenza dei cloni e di Rey come eroe sbloccabile) a favore di un gameplay evidentemente più equilibrato e stratificato, gli scontri riescono a susseguirsi su schermo con enorme coinvolgimento del pubblico: ogni fan che ha apprezzato  il gameplay del primo capitolo si ritroverà sicuramente a proprio agio in questo seguito, nel quale comunque gli sviluppatori hanno deciso di implementare alcune features che vanno ad ampliare le possibilità di un gameplay adesso più solido rispetto al passato.

Il comparto multiplayer di Star Wars Battlefront 2 si basa su 4 differenti classi (attraverso una differenziazione tipica della serie Battlefield degli stessi sviluppatori): Assault, unità standard più equilibrata, Officer, in grado di supportare i compagni e posizionare torrette sul campo di battaglia a fronte di una minor pericolosità offensiva, Heavy, unità più lenta dotata di scudi e mitragliatrici pesanti, e Specialist, armato di fucile da cecchino e trappole anti-uomo. Queste diverse tipologie permetteranno ad ogni videogiocatore, insieme alla personalizzazione delle carte/abilità sulla falsa riga del predecessore, di trovare il proprio ruolo sul campo di battaglia. È anche stata data grande attenzione al feeling delle armi che cerca di restituirci la fisicità vista al cinema dalle pellicole Lucasfilm: il lavoro svolto riparte dagli ottimi passi del primo Star Wars Battlefront, con la minuziosità e precisione quasi maniacale che dovrebbero aumentare e diversificare i nostri ferri del mestiere. Tra le meccancihe inedite c'è poi l'interessante possibilità di ottenere punti battaglia durante i match, i quali possono essere spesi per cambiare le sorti della battaglia impersonando eroi, truppe d’élite e veicoli; sarà dunque molto importante scegliere il giusto tempismo per far entrare sul campo queste particolari e devastanti unità. Come già anticipato il comparto multiplayer di questo nuovo capitolo sembra essere una chiara evoluzione del precedente: tecnicamente il titolo risulta mastodontico, visivamente gratificante e con un comparto sonoro eccelso. DICE ha ulteriormente dato lustro ai pregi del primo capitolo per poi soffermarsi sul limare i difetti quantitativi che avevano aflitto il precedessore (ricordiamo che Star Wars Battlefront 2 coprirà tutti gli archi cinematografici disponibili, compreso l’ultimo ancora in fase di realizzazione).

Gli sviluppatori hanno ascoltato e preso ispirazione dai feedback dei propri videogiocatori e, nonostante siano consapevoli che il comparto multiplayer sia l’ossatura della loro ultima creatura, si stanno impegnando nell’implementazione di una modalità campagna offline che possa fare la gioia di ogni fan: la  distruzione della seconda Morte Nera e la sconfitta sulla Luna boscosa di Endor contro i ribelli, faranno da prologo alle nostre avventure. Nei panni del comandante delle forze speciali dell’Impero Iden Versio (interpretata da Janina Gavankar), ci ritroveremo ad approfondire e scoprire nuove sfaccettature del mondo di Star Wars, attraverso una campagna che ci sposta dall'altro lato della barricata e proposta come il giusto mix tra sequenze cinematografiche e un gameplay che sappia catturare e divertire, al di là degli eventi e del fascino esercitato dalla saga.

Da quanto visto e sentito, Star Wars Battlefront 2 sembra voler emergere dalle ceneri di un capostipite soddisfacente solo in parte. Le premesse ci sono tutte e l’annuncio poi di un supporto continuo e soprattutto gratuito riguardo il rilascio di DCL extra ci è sembrata una scelta molto saggia e capace di invogliare anche gli scettici. Qualche dubbio comunque rimane: la campagna single player ha il compito non semplice di soddisfare un’ampia varietà di videogiocatori e, se è vero che DICE ha dato ottimi segnali con la narrativa di Battlefield 1, ricordiamo che lo ha fatto tramite più storie brevi che ha unito sotto al contesto della Grande Guerra e che non sembra voler usare anche in questa uscita. Inoltre il bilanciamento può risultare un’altra spina nel fianco e già dai video trapelati si è riscontrato qualche problemino inerente le truppe d’élite: i super droidi da battaglia B2 della Federazione risultano a tratti più pericolosi dei jedi. A parte questi scetticismi tutti da verificare attraverso una prova su strada, possiamo essere più che soddisfatti di quanto annunciato, sperando che il 17 novembre arrivi presto per placare la nostra voglia di blaster, granate termiche e spade laser.

Vuoi segnalarci un errore? Scrivici qui!

Scheda

  • Data di uscita / 17/11/2017
  • Sviluppatore / DICE
  • Produttore / Electronics Arts
  • Doppiaggio / Inglese
  • Sottotitoli / italiano
  • Giocatori offine / 1-?
  • Giocatori online / 1-?
  • Raggiungi la pagina ufficiale

Sparatutto su Xbox One, PlayStation 4, PC

Social Net

In evidenza

F1 2017 - Recensione

5 settembre 2017

F1 2017

Ultimi Commenti