The Division 2 - Anteprima

Ubisoft punta molto sulle sue serie: Tom Clancy, questa volta portandoci a Washington

di / mercoledì 27 giugno 2018 / Anteprima

Anche quest’anno si è concluso l’E3, un’edizione leggermente sotto tono rispetto agli anni passati, ma che ci ha fatto comunque entusiasmare con la presentazione di titoli ambiziosi, molti del quali in arrivo a breve. Come di consueto è necessario prendere in considerazione i giochi più interessanti e maggiormente attesi, così oggi il nostro riflettore va ad illuminare la reggia di Ubisoft. Il produttore francese è stato sicuramente uno dei più apprezzati in fiera con la presentazione di una line-up tra le più interessanti, partendo dall’imminente Assassin’s Creed Odyssey, fino all’attesissimo Beyond Good & Evil 2. In questa sede però prenderemo in esame un altro titolo Ubisoft, in arrivo il 15 marzo 2019 e che con il precedente capitolo ha tenuto incollati agli schermi per molte ore disparati videogiocatori, tra cui il sottoscritto. Il suo nome è The Division 2.

Per chi non conoscesse il gioco, The Division è sparatutto in terza persona con forti innesti da RPG che punta molto sul comparto online, sulla cooperazione e sulla ripetizione di missioni sempre più complesse, con lo scopo di rendere sempre più forte il nostro personaggio. Lo stile, se non si fosse capito, è quello di Destiny per intenderci. Il nuovo capitolo prende il via sei mesi dopo lo scoppio dell’epidemia vista nel primo capitolo a New York, e ci porta a a Washington DC, dove i ribelli e molte organizzazioni criminali stanno insorgendo senza controllo. La Divisione deve quindi rientrare in azione con il fine di debellare le minacce ed aiutare i cittadini, cercando di placare anche l’epidemia che si sta espandendo senza controllo su tutto il territorio.

Le ambientazioni proposte in The Division 2 sono del tutto esclusive rispetto al suo predecessore, portando anche un cambio di stagione che elmina la neve della gelida New York, per farci combattere in una Washington a cavallo tra primavera ed estate e con la vegetazione in piena fioritura. Oltre all’ambiente possiamo anche vedere un piccolo restyle nei nostri agenti, i quali si sono tolti i lunghi cappotti per un abbigliamento più leggero e un equipaggiamento del tutto nuovo per alcuni aspetti, di cui vi parleremo tra poco. Grande assente nella presentazione del titolo è la Dark Zone, l’area completamente dedicata alal competizione tra agenti attraverso il PvP; siamo certi che verrà inserita, perché da alcuni gameplay rilasciati durante la fiera è stato possibile vedere nel menù di gioco lo spazio per gli oggetti da decontaminare, ma Ubisoft non ne ha ancora fatto parola evitando di menzionare eventuali miglioramenti e novità, tanto meno di dove sarà situata. C'è chi scommette sulla Casa Bianca, chi sull'area del Monumento a Washington. di notizie certe a riguardo però non ce ne sono.

Passando al gameplay che abbiamo potuto vedere fino ad ora, possiamo osservare che lo stile di gioco non sembra per niente cambiato: abbiamo sempre molti ripari da sfruttare all’interno della mappa e le varie abilità che hanno caratterizzato i nostri agenti sono sempre presenti, hanno solo subito di miglioramenti. La grande novità approdata con The Division 2 sarà la possibilità di avere una vera e propria classe di agente, caratterizzata da una particolare arma che ci accompagnerà per tutta la vita del nostro personaggio. Con la creazione del nostro nuovo agente potremo scegliere tra tre armi principali: lancia granate, fucile da cecchino, balestra; quest’arma ci accompagnerà e si evolverà con noi acquisendo abilità particolari, che caratterizzeranno lo stile di gioco esclusivo del nostro avatar. In The Divison 2 ci sarà quindi permesso portare quattro armi: la nostra principale di classe, seguita da primaria, secondaria e pistola; per il resto tutte le dinamiche viste nel primo capitolo a livello di armamenti e armature non sono state intaccate, avendo già dall’inizio la possibilità di equipaggiare armature con abilità di “set” (dinamica di gioco inserita successivamente nel primo capitolo), ovvero più pezzi dello stesso che tipo possono garantire abilità extra al nostro agente. Senza contare che ogni pezzo di equipaggiamento avrà come di consueto i tre valori caratteristici di: salute, armatura e tecnologia che, come sappiamo garantiranno, una maggiore specializzazione del nostro agente sulle abilità rispettivamente di: Cura, Difesa e potenza di gadget tattici ampliando ulteriormente il gameplay. Su queste abbiamo potuto vedere nuove tipologie, come torrette e droni. Ultima grande novità annunciata durante la fiera è stata la conferma dei Raid, le grandi missioni da affrontare in cooperativa, le quali diventeranno ancora più caratteristiche dando la possibilità di affrontarle con una squadra di otto giocatori contro il computer, il doppio rispetto allo scorso capitolo, fattore che consoliderà ancora di più la community all’interno del gioco.

In conclusione The Division 2 promette di espandere il successo e longevità del suo predecessore, con tante novità molto gradite dai veterani e in grado di far avvicinare nuovi membri alla divisione, il tutto con un primo anno di nuovi contenuti e grandi aggiornamenti completamente gratis. Rimane sempre in sospeso un alone di dubbio su alcuni aspetti fondamentali del titolo, come la Dark Zone, i nuovi armamenti più rari e l’evolversi di una trama su cui finora si sa ben poco. Nonostante ciò mancano ancora nove mesi circa all’uscita di The Divison 2, e Ubisoft sicuramente sarà in grado di svelarci qualcosa di nuovo prima del debutto mondiale del gioco. Vi ricordo inoltre che le registrazioni per la closed beta sono già disponibili sul sito di Ubisoft. Personalmente consiglio a tutti di dare un’occhiata a questo The Divison 2, sia che conosciate il titolo e sia che non l’abbiate mai visto in azione; è uno sparatutto adatto a chiunque, giocabile con amici, ma anche da soli, visto che il gioco permette di trovare randomicamente altri giocatori per compiere la stessa missione in qualsiasi momento. Agenti, Washington ha bisogno del vostro aiuto. Cominciate a preparare gli armamenti.

Vuoi segnalarci un errore? Scrivici qui!

Scheda

  • Data di uscita / 15/03/2019
  • Sviluppatore / Ubisoft
  • Produttore / Ubisoft
  • Doppiaggio / italiano
  • Sottotitoli / italiano
  • Giocatori offine / 1
  • Giocatori online / 8
  • Raggiungi la pagina ufficiale

RPG, Third Person Shooter su PlayStation 4, Xbox One, PC

Pegi 18

Social Net

In evidenza

Mario Tennis Aces - Recensione

2 luglio 2018

Mario Tennis Aces

Ultimi Commenti