Devil May Cry 5 - Hands-on

A caccia di demoni in 4k!

di / giovedì 15 novembre 2018 / Hands-on

Sin dal suo primo annuncio sul palcoscenico dell’E3 2018 dedicato a Microsoft, Devil May Cry 5 ha destato nella mente di qualsiasi appassionato, me compreso, un senso quasi indescrivibile di stupore. I rumors sull’eventuale annuncio si erano susseguiti con evidente costanza nei giorni passati, ma ciò non ha minimamente intaccato l’emozione provata al contatto con il trailer d’annuncio; ritrovare Nero e Dante, cresciuti e invecchiati, forse in parte anche cambiati, dava una piacevole sensazione di déjà vu a tutto il contesto.

 

Dopo un’assenza un po’ ingiustificata a Milano Games Week, ho avuto l’occasione di mettere finalmente mano per la prima volta a Devil May Cry 5 durante Xbox Fan Fest, evento arrivato per la prima volta in Italia e alla Microsoft House, in concomitanza con XO18. La demo disponibile, dopo una breve scena d’intermezzo, ci mette subito nei panni di Nero in un livello urbano ricco di demoni da far fuori nei modo più spettacolare possibile. Il feeling con il gamepad è subito ritrovato in poco tempo, grazie ad un gameplay che ben si allaccia agli standard ai quali la serie ci ha sempre abituato. Man mano che i nemici cercano di bloccare la missione, ho ripreso con una naturalezza quasi disarmante quella capacità di concatenare attacchi sempre più devastanti come se non avessi mai smesso di giocare al titolo in questi 10 anni. Complice di questa sensazione è stato anche un sapiente uso libero della telecamera (per poi focalizzarsi su un bersaglio con un semplice tasto), utile per avere ben visibile la posizione dei nemici e cercare di schivare i loro assalti improvvisi nel modo più efficiente possibile. Un tasto adibito all’utilizzo standard della spada, uno per la pistola ed uno ulteriore per il devil trigger; questa volta il braccio meccanico di Nero ha più varianti adibiti all’utilizzo di poteri differenti, il tutto a seconda della raccolta delle rispettive componenti da accumulare e disseminate casualmente per tutto il livello come i classici globi rossi e verdi. Ottime anche le schivate, con la pressione del tasto utilizzato per salto assieme all’agganciamento del bersaglio, andando a confermare quanto di buono è già stato garantito nella responsività e comodità dei comandi.

Come già avevo dedotto dai video rilasciati, la prova effettiva mi ha permesso di apprezzare maggiormente il nuovo stile realizzato dai ragazzi di Capcom: molto più cupo e gotico rispetto al passato, con una realizzazione dei demoni capace di strizzar l’occhio alle creazioni di Bloodborne; su tutti, le creature armate di falce sembravano quasi uscire dai lavori di Miyazaki. Ottimo anche il breve campionamento musicale ascoltato, capace di lasciarmi decisamente fiducioso per la realizzazione della colonna sonora completa. La prova si è conclusa con una boss fight impegnativa contro un mostro molto più grosso di noi dal nome Goliath, niente di troppo difficile considerando che dopo un paio di tentativi (utili ad apprendere il set comunque vario del nemico) siamo riusciti a trionfare e concludere il livello; uno scontro comunque spettacolare ed in regola con situazioni analoghe alle quali il brand ha sempre abituato il proprio pubblico. Tecnicamente già adesso il titolo riesce a dare grandi soddisfazioni grazie ad un ottimo lavoro di Xbox One X, in grado di offrire giochi di luce ed effetti particellari di rilievo. Ovviamente c’è  ancora bisogno di lavorare sulla pulizia generale e la stabilità durante qualche scena di intermezzo, ma non essendo davanti ad una versione completa non posso che essere già molto soddisfatto.

Devil May Cry 5 sembra avere tutte le carte in regola per far tornare la serie alla gloria di un tempo. Certo, DMC era un validissimo prodotto, ma aveva il semplice problema di “non essere Devil May Cry”. La necessità quindi di un ritorno di Dante e compagni non può che alimentare ulteriormente la mia voglia di giocare al titolo completo. Ho solo scalfito la superficie, eppure tutto ciò che ho notato in quell’oretta abbondante di gioco mi ha convinto; dal gameplay rodato, allo stile delle musiche, fino al nuovo design dei nemici. Tanta carne al fuoco insomma per uno dei videogames più promettenti di inizio 2019; lucidate spada e pistole, Dante e Nero stanno tornando!

Vuoi segnalarci un errore? Scrivici qui!

Scheda

  • Data di uscita / 08/03/2019
  • Sviluppatore / Capcom
  • Produttore / Capcom
  • Doppiaggio / Inglese
  • Sottotitoli / Italiano
  • Giocatori offine / 1
  • Raggiungi la pagina ufficiale

Azione, Avventura su PlayStation 4, Xbox One, PC

Pegi 18

Acquista

Social Net

In evidenza

Resident Evil 2 - Recensione

4 febbraio 2019

Resident Evil 2

Ultimi Commenti