Ori and the Will of the Wisps - Provato alla Milan GamesWeek - Hands-on

Proviamo la nuova perla di Moon Studios!

di / domenica 07 ottobre 2018 / Hands-on

L’edizione 2018 di Milano Games Week ha presentato un corposo stand Xbox, creato ad hoc per accogliere ogni videogiocatore che varcava la porta d’ingresso. Tra la classica esposizione roboante con tante di reali vetture per il freschissimo Forza Horizon 4 e diverse chicche legate al servizio Game Pass, con uno stand per le dirette Mixer apposito, spiccavano un buon numero di postazioni dedicate al nuovo Ori and the Will of the Wisps. Senza pensarci due volte e con la testa piena di sensazioni positive al solo ricordo delle numerose ore in compagnia del capitolo originale, ci siamo gettati a capofitto nella demo per avere un assaggio del nuovo promettente lavoro di Moon Studios.

La partita comincia in un momento piuttosto avanzato della campagna, da come si evince dal numero di abilità già acquisite dal nostro piccolo protagonista. Vista l’ambientazione nella quale veniamo catapultati, nonostante i pochi dettagli diffusi, si riesce comunque ad estrapolare qualcosa sulla trama di fondo: la foresta salvata con tanta fatica nel precedente episodio è nuovamente minacciata da una qualche oscura entità e, considerando lo stato in cui è ridotta, siamo nuovamente obbligati ad intervenire con il nostro luminoso spirito guardiano. Figlio di un percorso intrapreso nel precedente capitolo, il protagonista è ormai consapevole delle proprie capacità e ciò si traduce nell’acquisizione di abilità e skill sempre più potenti capaci di regalare al giocatore qualcosa di nuovo con cui sbizzarirsi.

Abbiamo così un gameplay che già dai primi istanti sembra essere ancora più curato rispetto al passato, proprio grazie al numero di abilità a nostra disposizione. Gli attacchi diretti vengono sferrati tramite l’utilizzo di una spada di luce, perfetta per sconfiggere i nemici meno agili, mentre sulla distanza (tramite un brevissimo rallentamento utile per prendere la mira) si può usufruire di arco e frecce oppure di una lancia ancor più potente.  Visto che nella demo, per ovvi motivi, non era ben chiara la direzione da intraprendere per progredire dal punto di vista narrativo, ne ho approfittato per concentrarmi sulle meccaniche fino ad ora rese disponibili e sono contentissimo di poter confermare lo stesso ottimo feeling tanto apprezzato in Ori and the Blind Forest. Parliamo pur sempre di un platform-adventure con fortissimi richiami al genere Metroivdania, con molte più abilità rispetto al passato, e diversi nemici (già in questa breve prova) con una barra della vita mediamente più resistente rispetto a come eravamo abituati, capaci di darci parecchio filo da torcere. Gli avversari standard sono solitamente facili da battere, presentando una singola tipologia di attacco, ma altri un po’ più complessi hanno a disposizione diversi metodi di attacco e di movimento che richiedono maggiore abilità sul pad, anche solo per capire come affrontarli.

Tecnicamente sappiamo già che potremo giocare ad un titolo decisamente d’impatto, con un lavoro degli sviluppatori sopraffino e che migliora quanto di buono era già stato fatto in precedenza; la mappa mostrata è ricchissima di dettagli e presenta diversi NPC con i quali si potrà anche interagire rapidamente (anche se resta da capire con quale profondità ciò può avvenire o se riguarda semplici linee di dialogo supplementari). Questa prima prova con Ori and the Will of the Wisps ci ha convinto parecchio e permette di ricordare a chiunque presente in fiera come le esclusive di spessore possono essere diverse dai nomi più blasonati. Moon Studios ha dalla sua tantissime potenzialità e non vediamo l’ora di mettere le mani sul titolo completo per capire se le conferme sui passi avanti dal punto di vista del gameplay si rifletteranno anche sulla componente emotiva e narrativa, aspetto tanto apprezzato nell'originale; tutto quello che dobbiamo fare ora è avere pazienza fino ad una data ancora incerta ma compresa nel primo trimestre 2019, momento in cui potremo tornare a vivere una nuova e mistica avventura insieme al nostro piccolo e coraggioso amico della foresta.

Vuoi segnalarci un errore? Scrivici qui!

Scheda

  • Sviluppatore / Moon Studios
  • Produttore / Microsoft Studios
  • Giocatori offine / 1

Metroidvania, Platform, Avventura su Xbox One, PC

Social Net

In evidenza

Forza Horizon 4 - Recensione

24 ottobre 2018

Forza Horizon 4

Ultimi Commenti