Heroes of the Storm: - Stukov - Recensione

L'ammiraglio mutato fa il suo ingresso nel Nexus

di Andrea Piaggio / lunedì 17 luglio 2017 / Recensione

Come ormai saprete se ci seguite con costanza, il modo con cui Blizzard gestisce i suoi titoli ci è sempre piaciuto. Il continuo supporto offerto a noi giocatori attraverso miglioramenti gratuiti apportati da patch costanti non è da tutti. E se è vero che alcune espansioni potevano essere un po’ più ricche o almeno un po’ più a buon mercato (chi ha detto la parola “negromante”?), moltissimi altri contenuti possono essere ottenuti semplicemente giocando. Tra questi ci sono i numerosi personaggi di Heroes of the Storm che, da buon MOBA, ha permesso di inserire al suo interno un sacco di eroi e cattivi più o meno conosciuti. L’ultimo ad arrivare in termini di tempo è l’ammiraglio Stukov, personaggio meno famoso di tanti altri già introdotti ma assolutamente di spessore, fosse solo per il suo ruolo di Supporto che finalmente allarga le fila di questa classe.

Intanto Stukov appartiene all’universo di Starcraft: secondo in comando nella flotta inviata a governare le colonie per conto della forza militare dei Terran, il nostro si trovò a disubbidire ad un ordine diretto e fu così giustiziato senza tanti complimenti. Per via di un mutaforma che si era infiltrato nei ranghi di questa missione, il corpo del povero Stukov fu recuperato dagli zerg per essere rianimato e trasformato in un leader delle loro colonie. Nacque così il primo ibrido metà umano e metà alieno, caratteristica fondamentale per capire come Blizzard ha lavorato su questo affascinante personaggio.

Stukov è un combattente che può adempiere in diversi modi al suo ruolo di supporto. Per prima cosa può guarirsi attraverso Patogeno Curativo, un’abilità che attiva un’aura rigenerante che ripristina la sua salute per qualche secondo. A differenza di altre cure come per esempio le fiaschette di Lili, le energie non vengono immediatamente recuperate, ma essendo un virus (in questo caso positivo) può contagiare gli alleati nei dintorni, facendo ottenere anche a loro questo utile bonus. In altre parole, se userete Patogeno Curativo mentre siete accanto ad uno o più alleati attiverete il bonus anche a loro, i quali potrebbero a loro volta passarlo ad un ulteriore alleato se questo si avvicina all’eroe contagiato. Questo genere di alterazione funziona in direzione inversa con Pustola Infetta, un missile che oltrepassa gli eroi nemici sulla sua traiettoria, li avvelena e li rallenta per una manciata di secondi. Non ha effetto sulle forze del Nexus o sulle strutture, ma se ben allineati può contagiare più eroi con una sola attivazione. Entrambe queste abilità possono essere potenziate attraverso il tratto distintivo di Stukov chiamato Biouccisione, il quale può far esplodere le contaminazioni positive o negative di queste due abilità facendo ottenere energia extra agli alleati colpiti da Patogeno Curativo e rallentando sensibilmente i nemici affetti da Pustola Infetta.

La terza abilità standard si chiama invece Braccio Opprimente è immobilizza il nostro ex Ammiraglio sul posto, facendo in modo che possa creare una pericolosa zona dalla distanza. Chi transiterà al suo interno sarà danneggiato e soprattutto non potrà usare le proprie abilità, venendo silenziato.  Il suo utilizzo ha un costo in mana immediato, ma non ne richiede altro mentre lo mantenete attivo. Questa scelta permette di danneggiare interi gruppi di servitori, specie se avrete scelto un talento che ne aumenta le dimensioni del 50% dopo 2,5 secondi dall’attivazione. I servitori riceveranno la metà dei danni normalmente ottenuti dagli eroi, ma se volete creare una zona pericolosa in cui i nemici devono obbligatoriamente sostare, avranno parecchi problemi nel combattere in questa situazione. Per essere efficace però i nemici devono rimanere un po’ in quest’area e Stukov deve avere un buon piano di fuga, altrimenti rischia di diventare un bersaglio molto semplice. La sua scarsa mobilità sul campo, viene complicata dall’attacco base che si rivela essere corpo a corpo. C’è un talento già a livello 1 che lo trasforma a distanza, ma va considerato che in quel caso il danno viene dimezzato del 50%. Infine, essendo i suoi attacchi basati principalmente su virus che colpiscono organismi viventi, ogni sua abilità standard è totalmente inefficace sulle strutture. Oltre ad essere una scelta sensata in termini “scientifici”, lo è anche ai fini pratici, evitando che questo Supporto possa svolgere il ruolo di uno Specialista, potendo demolire a distanza di sicurezza intere fortezze.

Parlando invece delle due abilità eroiche che potremo scegliere al livello 10, abbiamo qualcosa di abbastanza classico e qualcosa di piuttosto insolito ma efficace. Partiamo da questa seconda abilità chiamata Spinta Possente: attivandola e mirando un nemico, Stukov trasformerà ulteriormente il suo braccio mutato e lo userà per spingere all’indietro il nemico scelto. La spinta terminerà quando l’avversario scontrerà contro un ostacolo naturale e gli infliggerà un po’ di danni, ma lo scopo principale di questa mossa è quello di allontanare un eroe avversario. E se il vostro posizionamento è valido potreste spedirlo fino alle mura della propria base, allontanandolo dalla battaglia per parecchi preziosissimi secondi. A questa abilità dedicata principalmente a chi ha buona mira e una grossa coscienza del suo posizionamento in campo, si alterna Spazzata Travolgente. Questa supermossa è decisamente più semplice da utilizzare poiché colpisce un arco di 180° davanti a sé, effettuando tre colpi via via più ampi che allontanano i nemici e infliggono danni. In pratica date una grossa ripulita all’area davanti a voi, riguadagnando un po’ dello spazio necessario per darvi alla fuga o per permettere ai vostri alleati di offrirvi la giusta copertura mentre voi seminate virus e pozze venefiche stando a distanza.

Come sempre i talenti presenti offriranno diverse modifiche che vi permetteranno di giocare con uno Stukov adatto alle vostre esigenze e che qui sarebbero davvero troppe da elencare. Quello che però posso dirvi è che questo nuovo personaggio, oltre ad essere fedele a quanto visto in Starcraft, è un’ottima aggiunta al roster di Heroes of the Storm, ampliando la bistrattata classe Supporto e facendo felici tutti quei giocatori che si divertono a combattere in sinergia con il proprio team, mantendolo in vita. Anche se la sua lentezza nella fuga sembra ben amalgamata con le sue abilità e il suo attacco base, è troppo presto per dichiarare un suo perfetto bilanciamento. Sicuramente Blizzard lo terrà d’occhio e sarà pronta a limare le sue statistiche in base ai feedback ricevuti. Stukov dunque funziona e lo fa alla grande, aumentando le possibilità strategiche di un gioco sempre più ricco e complesso. Come sempre, se lo vorrete acquistare con la valuta premium, ottenibile tramite soldi reali vi costerà 750 gemme, tra i 6 e 7 euro circa. Se invece avete un bel gruzzolo d’oro ottenuto giocando, potrete farlo vostro “spendendo” 15.000 monete che scenderanno a 10.000 tra circa un mese, non appena sarà finito il fattore novità e un altro nuovo eroe entrerà nel Nexus. Per quanto ci riguarda è comunque un’aggiunta più che consigliata viste le sue peculiarità e il divertimento che offre.

Pro

- Eroe ben ricreato in base alle sue peculiarità originali

- È un nuovo Supporto

- Ha talenti molto vari con cui destreggiarsi

Contro

- Chi ama attaccare a testa bassa non lo apprezzerà come merita

Vota anche tu eseguendo il login

Vuoi segnalarci un errore? Scrivici qui!

Scheda

  • Sviluppatore / Blizzard Entertainment
  • Produttore / Blizzard
  • Doppiaggio / Italiano
  • Sottotitoli / Italiano
  • Giocatori offine / ---
  • Giocatori online / 1 - 10
  • Raggiungi la pagina ufficiale

MOBA su PC, Mac

Pegi 12

Acquista

Social Net

In evidenza

F1 2017 - Recensione

5 settembre 2017

F1 2017

Ultimi Commenti