Justice League - Versione Home Video - Recensione

La Justice League a casa vostra

di Andrea Piaggio / lunedì 02 aprile 2018 / Recensione

Dopo il deludente Batman V Superman: Dawn of Justice e il successivo Suicide Squad, il nuovo universo cinematografico DC Comics mi sembrava ormai perduto. Conclusa la trilogia di Nolan che puntava però su una versione più realistica di questo universo, complice anche un super eroe effettivamente umano come Batman, la deriva oscura, eccessivamente pomposa ma anche infantile di certi risvolti stava facendo deragliare un progetto che, visto il successo di Marvel, sembrava infallibile. Dopo aver visto Wonder Woman prima e questo Justice League poi, ho però avuto l’impressione che qualcosa si stia aggiustando per il super gruppo DC. Siamo ancora lontani da certi fasti, ma la coralità dell’opera ha dato maggior respiro e ha introdotto un elemento fondamentale che, non a caso, viene menzionato anche durante i primissimi minuti: la speranza.

Se volete il parere del fumettologo che possa fare paragoni concreti tra la versione cartacea e quella filmica, vi consiglio di andare a controllare la recensione del nostro Giovanni Campodonico. Se invece vi basta una mia breve descrizione, eccola: dopo i tragici avvenimenti visti nel finale di Batman v Superman: Dawn of Justice, a Gotham City sono comparse delle misteriose creature alate. Capendo la pericolosità della situazione il Sig. Wayne chiede aiuto a Diana Prince (Wonder Woman) e con lei cerca di mettere insieme una squadra di metaumani che possano fronteggiare l’imminente disastro. L’aver affidato il ruolo di cattivo a Steppenwolf piuttosto che al più celebre e temuto Darkside è una mossa saggia per non sprecare un cattivo di serie A in un film che non racconta tanto la sua sconfitta, quanto la creazione della squadra più importante del mondo DC che inevitabilmente avrà la meglio. Non mancano i soliti diverbi, le solite titubanze e alcuni scontri, ma l’idea funziona e crea un’atmosfera nuova che va ben oltre l’ottusità di Batman nel precedente film. Si mette in mostra la sua umanità e la sua fragilità fisica, ma anche il desiderio di uscire dal turbine di odio verso gli altri che questa versione del regista Zack Snyder ci ha mostrato a più riprese. Prova anche a fare una o due battute che però, come ci ha abituato la sua versione cartacea, non dovrebbero far ridere perché Batman non scherza mai.

Wonder Woman continua ad emanare la sua aura di solennità e di amore verso chi se lo merita ma i più attesi erano sicuramente le new entry: saltate saggiamente le storie delle origini, Flash si dimostra il più adatto alle scene d’azione, con azioni rallentate che coinvolgono e sanno mostrarlo ancora alle prime armi. È lui il burlone del gruppo e, anche se con momenti comici un po’ troppo ostentati, alleggerisce la pressione e funge da valvola di sfogo. Aquaman, dopo tanti anni in cui è sempre stato considerato un personaggio di serie B, grazie all’interpretazione di Jason Mamoa sbandiera ai quattro venti la sua mascolinità e la sua potenza, dimostrando (e spiegando) che no, non parla con i pesci. Il meno sorprendente è invece Cybor, ragazzo scampato alla morte grazie ad una fusione con la tecnologia aliena arrivata sul pianeta nei precedenti film. Il suo carattere schivo e titubante lo mette in condizione di temere per la perdita del suo lato umano, e questo sa un po’ di già visto. Il resto del cast, tra cui Alfred, Gordon e Lois Lane, si limitano al loro ruolo senza particolari guizzi, ma comunque funzionano. Quello che invece colpisce è l’enorme uso di del digitale, sia per ricreare scene d’azione altrimenti impossibili, sia per realizzare sfondi e dettagli che un occhio attento riconoscerà come fittizi. Da una produzione di così alto livello, francamente mi aspettavo qualcosa di più.

La versione home video da pochi giorni presente sul mercato è disponibile in vari formati, dal semplicissimo e datato DVD, passando per il Blu-Ray fino alla versione UHD a 4K. La nostra prova si è svolta sul blu-ray, disco che contiene sia il film dalla durata di circa due ore, sia gli inserti speciali che a minutaggio sono intorno ai 70 minuti circa. Il video è ottimo, capace di rendere benissimo anche le ambientazioni scure e cupe in cui si svolgono diverse scene. Il bit rate si attesta sui 25Mbit a secondo, garantendo una qualità standard che però non si impasta mai durante la visione e i passaggi di scena. Anche stavolta poi la componente audio si dimostra all’altezza, proponendo il solito maestoso Dolby ATMOS 7.1 per la traccia Master Audio inglese, ma anche il DTS Master Audio 5.1 per quella italiana, potente e sorprendente quando serve, specie quando la colonna sonora riporta in scena il Batman Theme di Danny Elfman e quello di Superman di John Williams. Gli inserti speciali sono tutti compresi in spezzoni da circa 10 minuti l’uno e non è presente un making of globale come ci si aspetterebbe in questi casi. Un po’ dispiace, vista l’importanza di questo film per i futuri piani del franchise, ma quello che rimane è comunque valido. C’è uno sguardo alle varie tute, agli effetti tecnologici utilizzati durante le riprese, ai nuovi eroi e anche alla storia editoria della Justice League, con interviste a sceneggiatori e disegnatori che lavorano o hanno lavorato sulle loro storie. In chiusura vi segnalo che sulla confezione viene riportata la scritta “Include scene inedite” e ciò potrebbe portarvi a pensare ad una sorta di versione estesa. No, non è presente alcuna versione estesa, le scene inedite a cui la tagline si riferisce sono di appena due minuti in tutto e si concentrano su un unico personaggio senza aggiungere nulla di realmente concreto.

La versione home video di Justice League è consigliabile a chiunque l’abbia apprezzata al cinema, ma anche a chi, visti i precedenti passi falsi, non aveva più grosse speranze in questo progetto. Non raddrizza completamente quanto fatto in passato, ma pone diverse basi (vedi la scena post credits) per nuove avventure che speriamo vengano sviluppate attingendo con criterio dalle grandi storie già narrate. Il desiderio attuale, apparentemente in via di risoluzione, è quello di mettere da parte l’opprimente oscurità delle precedenti pellicole per portare un po’ di luce ad un universo che altrimenti rischiava di spegnersi. Chissà se l’arrivo di nuovi registi, porterà nuova linfa e nuove idee a questo universo che appassiona grandi e piccoli da oltre ottant’anni.

Pro

- Il team up è riuscito

- Alcune trovate interessanti

- Ottimo video e audio

- Buoni inserti speciali

Contro

- Cattivo debole

- Inquadrature digitali ovunque, e non sempre eccellenti

- I nuovi personaggi sono trattati un po’ superficialmente

- Manca un vero e proprio making of

Vota anche tu eseguendo il login

Vuoi segnalarci un errore? Scrivici qui!

Scheda

  • Regia / Zack Snyder
  • Produttore / Warner Bros.
  • Musica / Danny Elfman
  • Attori / Ben Affleck, Henry Cavill, Gal Gadot, Ezra Miller, Jason Mamoa
  • Genere / Comics

Social Net

In evidenza

F1 2018 - Recensione

12 settembre 2018

F1 2018

Ultimi Commenti