Overwatch - Rivolta - Recensione

Il nuovo evento stagionale presenta una grande missione PvE

di Andrea Piaggio / venerdì 14 aprile 2017 / Recensione

Ascoltando i feedback della community che voleva eventi stagionali non più basati su festività generiche ma in grado di dare una maggiore connotazione all’affascinante universo di gioco, Blizzard ha creato Rivolta, un’interessante aggiunta ad Overwatch che ha il doppio scopo di raccontare una crisi che si svolse quando il team era al massimo splendore e di offrire un’esperienza di gioco PvE affascinante e ricca di sfide. Noi che di solito non recensiamo eventi stagionali, l’abbiamo provata e vi vogliamo raccontare perché abbiamo deciso di fare un’eccezione.

Che l’affascinante modalità PvE sia l’inizio di una nuova fase per l’ambizioso titolo Blizzard?

Anche se Overwatch è nato come titolo competitivo 6Vs6, è indubbio il potenziale e il fascino che ha saputo dimostrare nel complesso mondo degli FPS online. Eroi con abilità uniche come solo Blizzard sembra saper confezionare, sono stati presentati con filmati che raccontavano storie di vario tipo, dimostrando che dietro ad un attaccante, ad un difensore o ad un supporto, c’era anche la volontà di raccontare una storia. Con il focus basato su eroi che si prendono a fucilate in varie mappe era però impossibile portare avanti la narrazione che quindi paradossalmente si doveva rintracciare in altri media, dai filmati visibili sul canale Youtube del gioco, fino a fumetti digitali gratuiti. Dopo il successo dell’evento PvE dello scorso Halloween chiamato La vendetta del Prof. Junkenstein, era giunto il momento di creare qualcosa di nuovo che potesse rendere giocabile un pezzo della storia di Overwatch e ciò ci ha portato il qui presente Rivolta.

A differenza del precedente evento PvE che si limitava a metterci di fronte ad orde di robot in una piccola parte della mappa di Eichenwalde per una durata media di circa 5 minuti, in Rivolta ci troveremo a dover controllare tre diverse zone, poi a scortare un carico e infine a sconfiggere quattro obiettivi pesantemente armati e dalle abbondanti energie. Tutto ciò si svolgerà sulla mappa di King’s Row durante una soleggiata giornata in cui Londra è stata attaccata dalle forze robotiche Omnic. A difendere la popolazione saranno chiamati in causa Reinhardt, Torbjörn, Mercy e una Tracer qui alla sua prima missione ufficiale. La scelta limitata a questi quattro membri del team ha permesso una scrittura di battute e dialoghi specifici per questo evento, offrendoci quella che apparentemente potrebbe sembrare una missione standard in uno sparatutto classico. La durata complessiva di circa 15 minuti, quattro diversi livelli di difficoltà e un’azione incessante contro orde di robot di varie fogge e dimensioni rendono questa sfida molto più interessante di una semplice “orda” a cui sopravvivere, diventando immediatamente un evento cooperativo di grande valore.

Oltre alla versione standard che viene introdotta anche da un breve filmato, è presenta anche una versione libera da vincoli riguardo la scelta degli eroi. Volete affrontare la minaccia degli Omnic usando Soldato 76, Ana, Bastion e Roadhog? Qui potrete creare le combinazioni che preferite, specie se avete una squadra affiatata che vuole scoprire nuovi modi per far interagire le abilità dei propri favoriti. Solo ricordatevi che l’area è stata privata dai medikit rintracciabili nelle altre modalità, quindi solo un healer potrà curare le ferite che inevitabilmente riporterete in battaglia. A queste due modalità sono stati associati nuovi obiettivi/trofei ma, soprattutto, le normali casse saranno rimpiazzate da altre “brandizzate” Rivolta e contenenti una serie di skin, emote e spray dedicati all’evento. Alcune sono particolarmente belle e ricercate come le versioni Blackwatch di Genji e McCree, invogliando a giocare più e più volte questa modalità esclusiva che, a quanto pare, cesserà di esistere dal prossimo 1 maggio.

L’arrivo di Overwatch – Rivolta non poteva essere migliore. Dopo le festività invernali o inerenti al capodanno cinese (che comunque ha portato l’ottimo “Cattura la bandiera” per il PvP), questo secondo evento contro nemici guidati dall’intelligenza artificiale non solo fa dimenticare il primo semplicistico esperimento, ma fa sognare tutti quei giocatori che da sempre hanno chiesto una modalità Storia per questo ambizioso sparatutto online. Anche in Rivolta la “trama” in sé si piega davanti a meccaniche presenti nelle modalità classiche di Overwatch limitandosi a raccontarci senza troppe pretese una delle tante missioni affrontate dai nostri eroi in passato, ma l’idea funziona e diverte. La creazione di un’attività cooperativa come questa non può che farci a sperare in ulteriori iniziative analoghe e, allo stesso tempo, ci fa desiderare l’integrazione di queste partite PvE con i menu standard del gioco, specie se si considera l’ottimo lavoro che sta alle spalle di un evento che durerà solo tre settimane. L’avere questo genere di missioni cooperative, oltre alle classiche partite competitive contro l’IA, sarebbe un grande vantaggio per tutti quei giocatori che non amano la competizione pura e che potrebbero così variare la loro esperienza. E già che stiamo facendo la lista dei desideri, non sarebbe fantastico poter creare le proprie missioni all’interno della modalità “Crea partita”, facendo scegliere alla Community le migliori mappe dedicate a queste attività Cooperative? Sì, lo so, siamo sognatori, ma se volete sognare con noi, non dovrete fare altro che aggiornare gratuitamente il gioco e iniziare a sconfiggere le truppe Omnic insieme ad altri tre giocatori, in una battaglia cooperativa che speriamo possa essere la prima di molte.

Pro

- Missione molto curata, specie per un evento a tempo

- È totalmente gratuita

- Possibilità di giocarla anche in libertà, senza vincoli sui personaggi

- I premi più ambiti rintracciabili nelle casse sono davvero curati

- Finalmente un po’ di PvE anche in Overwatch!

Contro

- Durerà solo fino al 1 maggio

Vota anche tu eseguendo il login

Vuoi segnalarci un errore? Scrivici qui!

Scheda

  • Data di uscita / 24/05/2016
  • Sviluppatore / Blizzard Entertainment
  • Produttore / Activision - Blizzard
  • Doppiaggio / Italiano
  • Sottotitoli / italiano
  • Giocatori offine / ---
  • Giocatori online / 1 - 12
  • Raggiungi la pagina ufficiale

Sparatutto online, First Person Shooter su PlayStation 4, Xbox One, PC

Pegi 12

Acquista

Social Net

In evidenza

Super Mario Odyssey - Recensione

17 novembre 2017

Super Mario Odyssey

Ultimi Commenti