Puyo Puyo Tetris - Recensione

Il miglior puzzle game degli ultimi anni?

di Andrea Piaggio / venerdì 05 maggio 2017 / Recensione

Ormai i cross over sono dappertutto, coinvolgendo cinema, fumetti e ovviamente videogiochi. Di solito si tratta di unire sotto lo stesso tetto personaggi da saghe diverse e i picchiaduro sono in questo maestri, ma per dimostrare che possono funzionare anche in ambiti completamente diversi, ci pensa Puyo Puyo Tetris. Questo puzzle game fa incontrare per la prima volta la filosofia dei Tetramini russi con quella delle gocce colorate del Sol Levante. Ed è così quello che potrebbe sembrare solo una collection, diventa uno dei migliori esponenti del genere.

Possiamo dire senza timore di smentita che il genere dei puzzle game nasce con Tetris. La sua regola in cui si devono creare linee con pezzi di varie forme in caduta libera per poi farle scomparire, era semplice quanto ipnotica ieri come lo è ancora oggi a distanza di oltre trent’anni. La sua idea è stata copiata, modificata e reinventata in svariate forme e modi, ma il suo gameplay gli ha permesso di prosperare e di avere sulle spalle un gran numero di episodi, seppur alla fine il concetto rimanesse sempre lo stesso. Tra questi emuli c’è anche Puyo Puyo, un titolo che si basa sulla caduta di pezzi tutti uguali per forma e dimensione, ma composti da due gocce colorate. Proprio il colore sarà la chiave del gameplay, con il concetto dell’eliminazione di elementi che si attua dopo che quattro dello stesso colore saranno in contatto. Qui al contrario di Tetris diventano importanti le combo create da elementi a cascata, le quali possono abbassare rapidamente il livello del campo di caduta e allo stesso tempo alzare il punteggio. Come sempre accade per questo genere di giochi, la spiegazione delle meccaniche li fa sembrare più complicati di quanto non siano, rendendo necessaria qualche partita per prenderci la mano, per iniziare poi a divertirsi ad oltranza.

Puyo Puyo Tetris non è solo una raccolta in cui si può giocare attraverso le due meccaniche che ho appena provato a spiegarvi. Si può giocare ai due titoli con meccaniche pure, ma la sua più grande dote è quella di mettere in campo una serie di regole e di modalità che finiscono per incrociare in più di un modo le due filosofie. La schermata del titolo vi propone immediatamente una scorciatoia per giocare a Tetris piuttosto che a Puyo Puyo, ma la modalità Fusion è già in bella mostra per farvi vedere come sono stati mixati questi due modi di intendere i puzzle game. Se siete come il sottoscritto che conosce bene i Tetramini ma non si era mai destreggiato con le gocce nipponiche, vi conviene scegliere di entrare nel Main Menu per scoprire che il gioco ha un’offerta ludica vastissima. Intanto troverete la modalità Avventura che corrisponde ad una serie di prove che vengono inframmezzate da una stramba trama e da personaggi parecchio chiacchieroni che però hanno dialoghi facilmente saltabili dai meno pazienti. Qui inizierete a impratichirvi con Tetris per poi passare alle dinamiche di Puyo Puyo entro la fine del primo capitolo. Ogni stage dovrà essere superato per proseguire, ma solo ottenendo le tre stelline di ogni livello potrete sapere di aver giocato al meglio. Qui incontrerete varie sfide che vanno da prove a tempo ad altre inerenti il punteggio, così come battaglie contro la CPU che proporranno le dinamiche che incontrerete poi in multigiocatore. Per i nuovi arrivati questo è sicuramente un ottimo modo per iniziare.

Il single player che però vuole giocare in modo più libero, senza sottostare al progresso passo passo dell’Avventura, troverà tutto quello che cerca (e anche di più) nella modalità Solo Arcade. Nei menu ci sarà il Versus contro uno, due o tre avversari computerizzati dal livello di difficoltà adattabile alle sue esigenze, la già citata modalità Fusion che fa cadere nello stesso spazio tetramini e Puyo Puyo alternandoli, la modalità Swap che invece cambia i tavoli dei due giochi dopo un certo lasso di tempo, Party che inserisce anche oggetti bonus che variano le dinamiche durante la partita, Big Bang che vi mette davanti a soluzioni di gioco da risolvere velocemente cercando di fare prima del vostro avversario, e infine Challenge, a sua volta suddiviso in tre sfide dedicate a Tetris e altrettante a Puyo Puyo, tra sopravvivenze, maratone e quant’altro. Non va comunque dimenticato il menu Lessons suddiviso per entrambi i giochi e utile per spiegarvi alcune tecniche per iniziare a fare sul serio. La pratica sarà la vostra migliore maestra, ma qualche consiglio non guasta di certo.

Scheda

  • Data di uscita / 28/04/2017
  • Sviluppatore / Sonic Team
  • Produttore / SEGA
  • Doppiaggio / Inglese
  • Sottotitoli / Inglese
  • Giocatori offine / 1 - 4
  • Giocatori online / 1 - 4
  • Raggiungi la pagina ufficiale

Puzzle Game su PlayStation 4, Nintendo Switch

Pegi 3+

Acquista

Social Net

In evidenza

Gran Turismo Sport - Recensione

3 novembre 2017

Gran Turismo Sport

Ultimi Commenti