Star Wars: Battlefront II - Recensione

DICE colpisce ancora?

di / lunedì 27 novembre 2017 / Recensione

Tanto tempo fa, in una galassia lontana lontana, ai videogiocatori interessava divertirsi sul titolo del momento, senza sognarsi di criticare un videogioco in base al sentito dire ed un passa parola che magari deriva da altri che non lo hanno provato. Quei tempi sembrano essere un nostalgico ricordo. Forse ormai “è guerra!”, come si preannuncia nell’incipit di Episodio III, e basta davvero poco per incendiare il web. Il caso scoppiato in questo periodo proprio intorno a Star Wars Battlefront 2 rischia di avere conseguenze rilevanti, ma oggi siamo proprio qui per analizzare l’ultima faticadi casa DICE nel modo più chiaro a noi possibile, ragionando sullo stato attuale del prodotto e su ciò che può offrire al suo pubblico.  A due anni di distanza dal primo capitolo, tanto bello da vedere quanto troppo povero nella sostanza, gli sviluppatori tornano sulla scena con un seguito pronto a prendersi le luci della ribalta, consci dei difetti e dei feedback dei tantissimi fan videoludici del brand di Guerre Stellari; scopriamo fino a dove la software house svedese  è riuscita a soddisfare anche i palati più raffinati.

 

 

Star Wars Battlefront 2 si presenta subito con una campagna single player assolutamente d'impatto, oltre che importante novità vista la grave assenza nel precedente capitolo. I videogiocatori l'hanno richiesta a gran voce ed ecco che sono stati accontentati: impersonando Iden Versio, soldato a capo di una piccola elite di forze imperiali, ci ritroveremo a vivere una nuova avventura a cavallo tra la fine di Star Wars: Episodio VI - Il ritorno dello Jedi e l’inizio di Star Wars: Episodio VII - Il risveglio della Forza. Sopraffatti dai Ribelli sulla Luna boscosa di Endor, il nostro antieroe assiste in prima persona alla distruzione della seconda Morte Nera, un catastrofico evento che sancirà un evidente divario tra le fazioni in gioco e che ci porterà a percorrere una strada inizialmente ricolma di vendetta, e successivamente traboccante di speranza e redenzione. Gli eventi  narrati si susseguono con grande intensità, ed anche se abbiamo impiegato solo cinque ore scarse per raggiungere i titoli di coda, possiamo considerarci soddisfatti di questa piacevole implementazione.

Il merito di DICE è quello di essere riuscita a trasmettere al videogiocatore le stesse sensazioni di una pellicola cinematografica di Guerre stellari, con cutscene che non hanno niente da invidiare ai suoi numerosi film e dove la precisione e l’attenzione al dettaglio comprendono anche il tipico taglio sul cambio di scena. Gli sviluppatori si sono presi poi la briga di regalare piccole ma interessanti informazioni sull’universo di Star Wars e vi assicuriamo che sarà affascinante scoprire l’evoluzione tanto della nostra squadra, quanto dell’Impero stesso. Senza addentrarci in pericolosi spoiler, possiamo garantirvi la presenza di sessioni estremamente variegate: dalle più caotiche sparatorie a piedi, fino alla guida di imponenti AT-AT, passando per gli assalti con navicelle spaziali ed alcune missioni dove si impersonano eroi ben più blasonati e famosi. Da segnalare anche la possibilità di poter affrontare alcune porzioni di livelli completamente in stealth, ma indebolite da un’IA che difficilmente metterà in difficoltà il giocatore medio, mostrando il fianco anche a semplici manovre evasive.

Pur con una valida campagna, la componente multigiocatore continua ad essere la principale feature di Star Wars Battlefront 2 e si presenta come una naturale evoluzione di quanto di buono visto nel precedente capitolo. I contenuti sono già numerosi al day-one, con 5 mappe spaziali, 10 ambientazioni terrestri, 16 eroi, 4 classi e tanti veicoli da poter pilotare. Finalmente potremmo affrontare sessioni online con soldati ed eroi di tutte e tre le trilogie cinematografiche, partecipando ad epici scontri campali e spaziali che rievocano le battaglie più importanti dei film apparsi su grande schermo. Tra le modalità presenti, ricordando che insieme offrono un ventaglio estremamente diversificato per i videogiocatori, elogiamo soprattutto Assalto Galattico ed Assalto Caccia Stellari che rappresentano la giusta trasposizione delle massicce modalità della serie Battlefield in chiave Star Wars; la prima con ben 40 giocatori in frenetici scontri terrestri ad obiettivi a più fasi, la seconda con 24 piloti pronti a darsi battaglia nello spazio. Quantitativamente ci troviamo davanti a certezze ben più solide rispetto al passato, anche se qualche dubbio sul futuro rimane; le microtransazioni, legate all’acquisto di valuta in-game utile per ottenere maggior quantitativo di loot dai forzieri e sbloccare prima determinati eroi nel multiplayer, avrebbero garantito un supporto costante di DLC e contenuti più corposi in modo del tutto gratuito: adesso invece, un’eventuale rimozione permanente di questo sistema rischia di minare tali certezze facendo decadere le promesse degli sviluppatori... una situazione delicata sulla quale comunque continuiamo a sperare positivamente visto i precedenti feedback ascoltati più e più volte.

Scheda

  • Data di uscita / 17/11/2017
  • Sviluppatore / DICE
  • Produttore / Electronics Arts
  • Doppiaggio / Inglese
  • Sottotitoli / italiano
  • Giocatori offine / 1 - 2
  • Giocatori online / 1 - 40
  • Raggiungi la pagina ufficiale

Sparatutto su Xbox One, PlayStation 4, PC

Pegi 16

Acquista

Social Net

In evidenza

Super Mario Odyssey - Recensione

17 novembre 2017

Super Mario Odyssey

Ultimi Commenti