The Gardens between - Recensione

Un incredibile viaggio attraverso il tempo!

di / mercoledì 27 febbraio 2019 / Recensione

Nel marasma generale di roboanti produzioni videoludiche, con titoli tripla A dagli enormi investimenti pronti a giocarsi il tutto per tutto, fa bene ogni tanto prendersi una “pausa” e giocare con qualcosa di più soft. Fortunatamente i cataloghi di qualsiasi piattaforma possiedono numerose sezioni apposite ed andando oltre le prime pagine intasate dai titoli più grossi e famosi si possono scoprire piccole perle dall’enorme valore intrinseco. Proprio grazie al pieno sfruttamento del Game Pass ho passato un pomeriggio con il piacevolissimo The Gardens Betweens, realizzato dai ragazzi di The Voxel Agents; nonostante la brevità dell’esperienza sono pronto a raccontarvi perché ne sono rimasto così piacevolmente colpito.

 

 

La storia narrata in The Gardens Between è quella di una solida amicizia tra due ragazzi, Arina e Frendt, intenti a giocare nella casetta sull’albero che accomuna le case delle rispettive famiglie. Una sera fredda e tempestosa diventa l’occasione perfetta per viaggiare indietro nei ricordi e far riaffiorare nelle mente dei due giovani le avventure passate; semplici attività trasformate nelle più incredibili delle avventure, così come solo la fantasia riesce a trasformare tutto ciò che è normale quotidianità. Al giocatore spetta il compito di guidare nei ricordi frammentati in modo progressivo i protagonisti, ricostruirne i passaggi logici e scoprire le esperienze passate vissute dai due. La storia raccontata con semplicità e genuinità riesce ad incuriosire e a sorprendere, nonostante siano sufficienti solo due ore (o poco più) per completarla ed arrivare ai titoli di coda.

Pad alla mano parliamo di un puzzle game dove i livelli sono costituiti da isolotti-giardino  da dover superare attraverso la risoluzione di diversi indovinelli con un’elevata interazione con l’ambiente che ci circonda. Arina può trasportare una lanterna ed equipaggiarla eventualmente con una luce essenziale per progredire nei livelli, mentre Frendt può interagire con numerosi pulsanti per scongiurare trappole o attivare passaggi segreti per aiutare l’amica. L’intero gameplay si basa sulla gestione dello scorrere del tempo in avanti ed a ritroso, un potere completamente nelle mani del videogiocatore che, combinato assieme alle abilità dei ragazzi sopradescritte, permette di superare i numerosi rompicapi presenti in modi del tutto innovativi ed interessanti. Ogni mappa può essere completata anche in pochi minuti, ma per alcune in particolare, grazie all’ottima ispirazione per i puzzle da risolvere, le tempistiche aumentano incredibilmente.

Tecnicamente il lavoro di The Voxel Agents  è un piccolo gioiellino rifinito in tutto e per tutto. Oltre all’assenza di bug, il cell shading convince e, pur con un risultato che strizza l’occhio al genere cartoon, la mole di dettagli è sorprendente: quando si interrompe lo scorrere del tempo si possono ammirare i diversi lavori sinonimo della cura nel comparto grafico del titolo, anche solo per la semplice composizione o distruzione di un secondario elemento dello scenario. I colori poi ben valorizzano le ambientazioni, e grazie ad una colonna sonora leggera ma mai banale, le emozioni dei protagonisti emergono con forza da ogni stage. Colori caldi per le giornate di sole o freddi per le ambientazioni notturne, la palette cromatica convince a 360° e non sarà poi così difficile trovare un isolotto-giardino preferito.

The Gardens Between è una piccola perla da consigliare caldamente per le librerie di qualsiasi piattaforma digitale di ultima generazione. Il prezzo pieno di 16 euro è forse un po’ alto, ma la brevità del titolo è compensata da una qualità della stessa eccezionale. La sua presenza nel Game Pass è un ottima notizia per tutti i possessori di piattaforma Microsoft, ma anche gli altri videogiocatori possono andare oltre il prezzo e dare una possibilità ad un puzzle game ispirato e capace di regalare un pomeriggio diverso e denso di emozioni.

Pro

- Tanti rompicapi ben congegnati

- Visivamente ispirato

- Emotivamente d'impatto

Contro

- Dura solo una manciata di ore

- Alcuni livelli sono meno ispirati di altri

Redazione

8,1

Vota anche tu eseguendo il login

Vuoi segnalarci un errore? Scrivici qui!

Scheda

  • Data di uscita / 20/09/2018
  • Sviluppatore / The Voxel Agents
  • Giocatori offine / 1

Puzzle Game su PC, Xbox One, PlayStation 4, Nintendo Switch

Pegi 3+

Social Net

In evidenza

Resident Evil 2 - Recensione

4 febbraio 2019

Resident Evil 2

Ultimi Commenti