The Greatest Showman - Versione Home Video - Recensione

Uno dei migliori musical degli ultimi anni

di Andrea Piaggio / giovedì 17 maggio 2018 / Recensione

Era dal 2001 che Hollywood non sfornava un musical completamente originale. Dopo il fenomeno di Moulin Rogue!, il genere è approdato sullo schermo con uscite che si rifacevano a successi di Broadway come Mamma Mia, Hairspray, Chicago e Sweeney Todd, ma la voglia di assistere a qualcosa di nuovo senza dover seguire un copione già scritto è stata esaudita solo ora con The Greatest Showman, un film diretto da un regista alla sua prima esperienza cinematografica (ma già famoso nel mondo degli spot) e avente come protagonista il ben noto Hugh Jackman, ex Wolverine degli X-Men che già aveva dato prova di sé nell’incredibile performance canora in Les Miserables. Scommessa vinta? Eccome!

Basato sul personaggio realmente esistito nel XIX secolo di P.T. Barnum, The Greatest Showman ci racconta il suo viaggio per coronare il suo più grande sogno: creare lo spettacolo più incredibile al mondo. Dopo un’infanzia di stenti per via della sua bassa levatura sociale e del suo essere rimasto presto orfano, seguiremo le sue vicende fino all’apertura del grande P.T. Barnum Circus, luogo in cui i cosiddetti “freaks” troveranno una casa e, nello spettacolo, un motivo per cui vivere. La narrazione procede spedita e senza momenti morti, trovando il suo culmine nelle canzoni che rendono giustizia al suo genere d’appartenenza. Scritte dal duo Benj Pasek e Justin Paul, già premi Oscar l’anno scorso con il brano City of Stars per La la Land, le composizioni sono un tripudio di gioia, passione e coraggio, graziate da testi tutt’altro che banali e scontati. Il rischio nel voler proporre una colonna sonora pop in un film ambientato nella metà del 1800 era quello di trasportare lo spettatore in un limbo pericoloso, a metà tra la base storica e quella più puramente commerciale. Invece il risultato è, guarda un po', uno spettacolo che convince dall’inizio alla fine. Difficile trovare un musical fatto unicamente da canzoni di altissimo livello, specie se originali, ma qui la magia succede e il film ci trasporta fino al suo roboante finale, lanciando comunque messaggi potenti e universali.

Il cast che mette in scena questa meraviglia parte da Hugh Jackman, istrionico attore australiano per cui è davvero difficile non tessere lodi. I combattimenti che ha sostenuto per anni nei panni dell'artigliato canadese lo hanno preparato alla grande per i numeri di ballo che sostiene, mentre per la voce che tira fuori durante le canzoni, beh, non ci sono scuse: è bravo punto e basta. Anche Zac Efron dà prova di saperci fare, specie in un duetto divertentissimo con Jackman e nel brano Rewrite the Stars insieme a Zendaya. Quest’ultima dispensa talento in qualsiasi situazione, sia quando si tratta di ballare, sia quando canta, sia quando volteggia in aria appesa ad un filo e così anche quando recita. Notevole anche l’interpretazione sentita di Rebecca Ferguson, l’unica ad essere doppiata (ma non vi accorgerete di nulla, tranquilli) dalla cantante professionista Loren Allred durante il suo Never Enough. La più grande sorpresa è però il gruppo di freaks capitanati dalla favolosa Keala Settle, voce del brano This is Me che ha anche ottenuto una nomination agli ultimi Oscar. La Donna Barbuta del film ha infatti una voce potente che si piega alle emozioni espresse dal testo, insieme ad uno sguardo e una determinazione che la rendono davvero indimenticabile.

Il film è venduto sia nel semplice DVD, sia in Blu-Ray (anche in versione Steelbook), sia in un pacchetto comprensivo della versione a 4K e del Blu-Ray. La nostra scelta è ricaduta ancora una volta sulla Steelbook, una confezione che presenta dei bei dettagli sulla parte frontale, con Barnum in bella mostra circondato dalla sua famiglia circense, e con i personaggi di Efron e Zendaya sul retro. La parte tecnica di questa edizione convince soprattutto nella parte video, sempre pulita e limpida, capace di evidenziare i colori accesi che vengono messi in scena, così come di riflettere adeguatamente alcuni giochi di luci che rendono ancora più magico lo spettacolo. Per quanto riguarda l’audio la traccia originale inglese presenta un eccellente 7.1 DTS-HD Master Audio, mentre chi vuole la traccia italiana dovrà accontentarsi di un 5.1 DTS che comunque fa il suo dovere egregiamente dimostrandosi potente e ben mixato. Anche scegliendo la traccia nostrana le canzoni saranno ovviamente in lingua originale, ma durante il loro svolgimento saranno sottotitolate automaticamente dalla traduzione in italiano, utile per i meno anglofoni per capire pezzi che hanno un significato anche molto profondo all’interno del film.

Quello che fa guadagnare la quinta e più rara stellina a questa edizione è il comparto extra. Oltre ad una carrellata di bozzetti magnifici che ripercorrono tutto il film come storyboard, oltre ai classici trailer e oltre ad un interessantissimo dietro le quinte che copre ogni aspetto della produzione, dagli attori alle coreografie, all’uso delle luci e alla colonna sonora orchestrale, c’è un approfondimento di circa un’ora che ci porta a conoscere i due compositori premi Oscar per farci raccontare da loro ogni segreto su ciascuna delle canzoni composte per il film. Oltre a mostrare la loro genialità e il loro entusiasmo per ogni singola parola o nota, questo lungo speciale ci mostra anche registrazioni e commenti da parte degli attori coinvolti, con la parte su This is Me che è l’apice di questo extra grazie alla sentitissima performance di Keala Settle in sala prove.

The Greatest Showman è il film di cui il vero Barnum sarebbe fiero, capace di far sorridere, di commuovere per le parole pronunciate dalle canzoni e di far pensare alla vita con gioia. Il suo essere un musical non va visto con sospetto perché, anche se basato su un personaggio reale, la pellicola non vuole essere un biopic, bensì un messaggio veicolato attraverso i personaggi che compongono questo variopinto mosaico. L’eccellenza di questa versione home video (che difetta appena appena su di una traccia audio italiana valida ma non al top) è un altro motivo per fare proprio un film che rivedrete volentieri grazie ad una leggerezza generale che nasconde però veri valori e sentimenti.

Pro

- Ben recitato e cantato

- Canzoni con ritmo e cuore

- Sceneggiatura semplice ma funzionale

- Ottimo video ed extra numerosi

Contro

- Traccia italiano al di sotto di quella inglese

- Il genere non è proprio per tutti

Vota anche tu eseguendo il login

Vuoi segnalarci un errore? Scrivici qui!

Scheda

  • Regia / Michael Gracey
  • Produttore / 20th Century Fox
  • Doppiaggio / Italiano DTS 5.1 - Inglese HD Master Audio 7.1
  • Sottotitoli / Italiano - Inglese
  • Musica / Benj Pasek & Justin Paul
  • Attori / Hugh Jackman, Zac Efron, Zendaya, Michelle Williams, Keala Settle
  • Genere / Musical
  • Durata / 106 min.

Acquista

Social Net

Ultimi Commenti