E3 2018 - Conferenza Square Enix - Speciale

Una conferenza dal taglio breve ma pienamente soddisfacente

di Emanuele Di Petta / martedì 12 giugno 2018 / Speciale

Nel panorama delle conferenze dell’E3 2018 questa volta è stato il turno di Square Enix, conferenza che certamente non si attendeva tanto quanto quella di Microsoft, Sony e Nintendo ma che comunque, vuoi per Kingdom Hearts 3 di prossima uscita ed altre IP molto attese, è stata capace di attirare su di sè le attenzioni. A visione conclusa possiamo dire che, pur con una durata più ristretta rispetto alle altre, Square Enix è riuscita a fare centro con una conferenza dai tempi indovinati e tanti annunci interessanti.

Lo show si è aperto con Shadow of the Tomb Raider nuovo capitolo della serie reboot iniziata nel 2013 la cui uscita è fissata per il 14 settembre 2018. In questo capitolo vestiremo ancora una volta i panni di Lara Croft all’interno di una nuova avventura che, a detta degli sviluppatori di Crystal Dynamics, trasformeràla giovane protagonista nella Lara Croft che tutti abbiamo imparato a conoscere nei capitoli originali. A tal proposito è stata mostrata anche una sequenza di gameplay incentrata principalmente sullo stealth, che si presenta non solo in ottima forma esattamente come nei capitoli passati, ma arricchito anche da nuove meccaniche legate ai poteri della giungla, come ad esempio il colpo di freccia del giaguaro, in grado di rendere ostile e aggressivo uno dei nemici che si lancerà all’attacco dei suoi alleati. Non mancheranno comunque anche fasi action, come mostrato nelle sequenze dei filmati, e sarà presente anche l’hub di gioco più grande che i fan abbiano mai visto all’interno della saga. Tutto sommato, pur non presentando una vera e propria rivoluzione per il genere d’appartenenza il titolo sembra essere molto interessante e un degno seguito per la fortunata saga (r)iniziata ormai 5 anni fa.

Successivamente alla nuova avventura di Lara, una piccola parte della conferenza è stata dedicata alla presentazione della nuova patch 4.3 denominata Under the Moon Light per Final Fantasy XIV. La patch aggiungerà nuovi contenuti per gli amanti del fortunatissimo MMO, che ha recentementre trovato un grande spazio tra tanti appassionati in giro per il mondo. Novità di vero rilievo è il crossover con il brand di Monster Hunter che aggiungerà ulteriori contenuti provenienti però dal mondo del recente e famosissimo Monster Hunter World.

Passiamo ora al team di Dontnod Entertainment che ci ha presentato il nuovo The awesome adventures of Captain Spirit, nuova incarnazione dell’amatissimo brand di Life is strange questa volta però in uno spin off che conterrà un nuova storia con personaggi inediti inseriti però sempre all’interno dello stesso universo narrativo. A detta degli sviluppatori la narrativaa di Life is strange può svilupparsi anche attorno a nuovi personaggi con nuove storie, che speriamo riescano a mantenere la qualità produttiva della serie principale. Il contenuto, inoltre, verrà rilasciato gratuitamente a partire dal 26 giugno 2018 su PS4, Xbox One e Steam.

A seguire è stato mostrato, attraverso un lungo trailer che però ha mostrato davvero poco di gameplay, Dragon Quest XI: Echoes of an elusive age e successivamente l’annuncio a sorpresa di Babylon’s Fall, nuova IP su cui è a lavoro Platinum Games. Davvero troppo difficile, dato ciò che ci è stato mostrato, riuscire ad inquadrare bene il titolo che comunque sembra ambientarsi in un interessante contesto Dark Fantasy, ma visti i precedenti dello sviluppatore la fiducia può essere ben riposta. Continuando la serie degli annunci a cui è stato dedicato uno spazio minore figurano Nier Automata che approderà su console Xbox One compreso di tutti i dlc fin ora rilasciati e Octopath Traveler interessante jrpg in esclusiva Switch che sarà rilasciato il 13 luglio 2018.

Grande spazio è stato poi dedicato a Just Cause 4 che si presenta in ottima forma mantenendo i tratti tipici della serie, in particolare le caratteristiche open world unite ad una narrazione molto leggera e scanzonata. Grande attenzione è stata dedicata all’aggiunta degli eventi atmosferici, o meglio delle calamità, come Trombe d’aria in grado di distruggere anche le costruzioni più imponenti, Tempeste di fulmini e di sabbia e bufere di neve. Alle novità si aggiungono anche le modifiche ai sistemi di guida dei veicoli e al famoso rampino che grazie alla sua capacità di unire qualsiasi oggetto stavolta sarà in grado di creare combinazioni ai limiti dell’assurdo.

Altra nuova ip presentata a sorpresa è stata quella di The Quiet Man , ed anche questa volta la presenza di un brevissimo trailer ha lasciato molto spazio alle interpretazioni: l’ambientazione sembra quella dei bassifondi di una grande metropoli in cui impersoneremo un protagonista apparentemente sordomuto. Quali siano le implicazioni sia di gameplay che di trama che questa condizione porterà all’interno del titolo non ci è dato sapere, ma sicuramente si è rivelata una presentazione che, pur nella sua brevità, è stata di grande impatto. L’uscita è prevista per il 4 dicembre 2018.

Chiude la conferenza l’immancabile Kingdom Hearts 3 che finalmente, dopo tanti anni passati lasciando i giocatori in dubbio sia sulla sua data di uscita che sulle sue caratteristiche, ha finalmente fatto parlare di sé in questo periodo, fissando inoltre la data di uscita per il 29 gennaio 2019. Il lungo trailer che è stato mostrato durante la conferenza era lo stesso presente allo show di Microsoft: particolarmente incentrato sulla presenza del mondo di Frozen, uno dei film Disney più popolari Disney degli ultimi anni, nella sua seconda parte rivela anche qualche altro dettaglio come l’aggiunta del  mondo di Rapunzel, oltre a fornire un piccolo assaggio di quella che sarà la trama.

Quella di Square Enix è stata una conferenza che pur nella sua brevità è riuscita a risultare tutto sommato soddisfacente: tutti i titoli già noti si sono mostrati in ottima forma, mentre ha fatto comunque piacere poter scorgere qualche IP nuova all’orizzonte, anche se il materiale fin ora mostrato lascia troppo spazio all’immaginazione più che a dati concreti. Grande assente ancora il remake di Final Fantasy VII che crediamo non sia stato mostrato per non rubare la scena al tanto atteso Kingdom Hearts 3 che finalmente potremo toccare con mano a partire dalla fine del gennaio 2019.

Vuoi segnalarci un errore? Scrivici qui!

Social Net

Ultimi Commenti