E3 2019 - Conferenza Microsoft - Speciale

Microsoft guarda al futuro con determinazione

di Andrea Piaggio / lunedì 10 giugno 2019 / Speciale

Ieri alle nostre 22.00 Microsoft ha svelato il suo futuro, così come quello di milioni di giocatori. Tra giochi in esclusiva e altri in arrivo anche su altri sistemi, abbiamo avuto un assaggio di quello che ci aspetta da qui fino alle “Holiday 2020”, periodo scelto per annunciare al mondo l’arrivo di Project Scarlett, la nuova potentissima Xbox che ha chiuso la presentazione dichiarando specifiche tecniche che comprendono RAM velocissime e hard disk SSD che ridurranno al minimo i tempi di caricamento.

A riguardo non si sa ancora molto, com’è giusto che sia per una console che dovrà uscire tra un anno e mezzo e per cui potrebbero cambiare ulteriormente le specifiche, ma gli errori del passato, tra Kinect “obbligatorio” e DRM sembrano un ricordo lontano. Inoltre, sempre in chiusura, è stato ripresentato Halo Infinite, uscita attesissima dai fan che diventa la prima esclusiva ufficiale per la nuova console. Non si è visto nulla riguardo al gameplay, ma l'emozione di rivedere Master Chief in azione è comunque notevole.

Anche se ho iniziato parlandovi della fine della presentazione, questo non significa che tutto quello che è venuto prima sia stato ininfluente. Tutt’altro. La conferenza Microsoft è e sarà sicuramente uno dei punti più alti di questa E3 2019, con una quantità di titoli esorbitante e con una serie di servizi davvero interessanti. Partendo da questi, la voglia di migliorare ulteriormente Xbox Game Pass si fa concreta attraverso il suo lancio su PC e dall’introduzione del Xbox Game Pass Ultimate, una soluzione che, al costo di 14,99 euro offre l’abbonamento mensile per la versione Xbox, per quella PC e anche Xbox Live Gold. L’impegno preso è quello di offrire una marea di giochi direttamente al lancio, arricchendo anche la libreria con ulteriori uscite periodiche.

Infine, per gli amanti degli accessori, è stato presentato anche il nuovo controller Xbox Elite 2, modificato nei pochi punti di debolezza del predecessore e arricchito da alcune caratteristiche come per esempio la tensione degli analogici e la possibilità di impostare tre diverse configurazioni dei tasti, contro le due della prima versione. Una batteria integrata dalla durata di 40 ore, collegamento bluetooth e compatibilità con Xbox e PC completano un quadro, rovinato parzialmente da un prezzo altuccio di circa 179 dollari. Infine, da ottobre sarà possibile giocare in streaming con Project XCloud. In fiera si potrà già provare questa soluzione che permetterà di giocare ad Halo 5 su smartphone e tablet. La cosa interessante è che non dovrete obbligatoriamente usare un server esterno, ma potrete usare direttamente la vostra console di casa affinchè invii i dati al vostro dispositivo, ovunque voi siate (e ovunque abbiate una connessione internet performante). Aspettiamo nuove informazioni su una caratteristica che giocherà un grande ruolo in futuro.

E ora parliamo un po’ dei giochi, il vero motivo per cui la conferenza Microsoft ha avuto grande importanza. Le due bombe principali dell’evento sono state Gears 5 e l’attessisimo Cyberpunk 2077. L’ottima notizia, dopo lo slittamento di Halo al prossimo anno, è che il nuovo Gears sarà sulle nostre console dal prossimo 10 settembre. Nel video che lo ha presentato, oltre alle classiche modalità legate ad una nuova campagna dedicata al personaggio di Kait e al multigiocatore (competitivo e orda) troveremo una nuova modalità in cui dovremo fuggire insieme ad altri due giocatori, correndo contro il tempo e una nube tossica che avanza mentre fronteggeremo i nemici che si metteranno davanti a noi. Dietro al gioco c’è sempre lo sviluppatore The Coalition quindi tutto sembra andare per il verso giusto.

Cyberpunk 2077 sarà invece ricordato per due motivi: il primo per la cinematica davvero coinvolgente, il secondo per l’arrivo sul palco dello show di Keanu Reeves, attore chiamato in causa da CD Project Red per far parte del progetto attraverso un suo personaggio in game. Non sappiamo quale sarà il suo ruolo ma se l’intento era di aumentare ulteriormente l’attesa del gioco, ci sono riusciti. Prima di andarsene, Mr. Reeves ha anche annunciato la data d’uscita del gioco, prevista per il 16 aprile 2020

Facendo infine un bel riassunto dei tanti giochi annunciati troviamo l’RPG in prima persona The Outer Worlds di Obsidian in arrivo il 25 ottobre, il free team play 4 Vs 4 di Ninja Theory Bleeding Edge, la cui beta partirà dal 27 giugno, Ori and the Will of the Wisps che si farà attendere ancora un po’ fino all’11 febbraio 2020 ma che si dimostra sempre ispiratissimo. Si passa poi a Minecraft Dungeons che arriverà a primavera 2020 modificando le meccaniche classiche del gioco per innestarle in una sorta di dungeon brawler; tra i tanti giochi indie presentati fanno il loro ritorno i Battletoads con un gioco tutto nuovo con grafica disegnata a mano e con la possibilità di giocare l’intera avventura in in cooperativa per tre persone sul proprio divano.

Per tutti gli appassionati del volo, ritorna Microsoft Flight Simulator con una grafica ultra realistica e con un mondo virtuale modellato grazie alle scansioni della Terra da satelliti in orbita; il suo arrivo è previsto su PC e, successivamente e un po' a sorpresa, anche su Xbox. Dal passato ritorna anche Age of Empire 2 in una versione Definitive Edition che comprende anche una nuova campagna dedicata alla Cina. Viene presentato u trailer dello strategico Wastelands 3 e subito dopo si annuncia che Double Fine diventa uno sviluppatore Microsoft portando in dote PsychoNauts 2. È poi il turno di LEGO Star Wars: La Saga degli Skywalker che ripercorre tutti e nove i film della saga con livelli completamente inediti, per gli manti dei manga ecco poi Dragon Ball Z Kakarot, l’attesa avventura di Goku che ripercorre tutte le sue battaglie in una nuova avventura.

Sorprendente poi la presentazione della nuova espansione di Forza Horizon 4 che porta il mondo dei LEGO in pista con LEGO Speed Champions, con tanto di ambientazioni e auto ricreate con i celebri mattoncini. Il suo arrivo è previsto il 13 giugno, tra appena tre giorni. Anche States of Decay 2 si aggiorna con una nuova espansione, per poi lasciare spazio agli ultimi trailer che annuncialo l’arrivo di Phantasy Star Online 2, Borderlands 3 e un DLC gratuito per chi possiede la Borderlands Handsome Collection, che fa da ponte tra il secondo e il terzo capitolo in arrivo a settembre; abbiamo poi lo sparatutto Crossfire X, il JRPG Tales of Arize, ultimo episodio della celebre saga Tales of di Bandai Namco e, infine e sempre per il produttore nipponico, il frutto della collaborazione tra FromSoftware e George R.R. Martin con Elden Ring, titolo cupo e dark (souls?) di cui però abbiamo visionato solo una breve cinematica che non ha offerto nulla in termini di gameplay.

Termina così una presentazione non incredibile ma molto eterogenea, con ben chiaro il focus di Microsoft verso il condo console e quello PC con il chiaro intento di farli incontrare sempre più, senza però dimenticare l'importanza dei giochi. I paletti segnati sul percorso sono parecchi e anche ben piantati. Ora non ci resta che far passare l'estate per poi cogliere le tante possibilità offerte e vedere come si evolveranno le cose.

Vuoi segnalarci un errore? Scrivici qui!

Acquista

Social Net

Ultimi Commenti