E3 2019 - Conferenza Nintendo - Speciale

Nintendo e le sue Leggende

di Andrea Piaggio / mercoledì 12 giugno 2019 / Speciale

E anche quest’anno le conferenze dell’E3 si chiudono con Nintendo. Ormai la formula del Direct è consolidata e devo ammettere che, dopo le scetticismo del primissimo anno e dopo aver visto cos’hanno combinato altri produttori in questa edizione, la scelta di proporre un video di quaranta minuti, senza tante chiacchiere ma con tanti giochi, continua a sembrarmi la più saggia. Chi poi vorrà scoprire ulteriori notizie può sempre guardare le live del Nintendo Treehouse, ma nel frattempo vediamo perché la “conferenza” Nintendo è quella che mi ha maggiormente convinto.

L’apertura della conferenza anticipa immediatamente alcuni nuovi lottatori di Super Smash Bros Ultimate, in arrivo quest’estate. Si tratta degli eroi di Dragon Quest, probabilmente skin di un personaggio comunque inedito e armato di spada e di magie. La cura nei dettagli delle mosse e dei menu è anche stavolta eccellente, andando a rimpinguare ulteriormente un titolo già mastodontico. Subito dopo, per restare in tema ecco arrivare Dragon Quest XI: Echi di un era perduta – Edizione definitiva, che preannuncia il suo arrivo per il prossimo 27 settembre. Si passa poi all’unico sketch della presentazione con il buon vecchio Bowser che compare in giacca e cravatta dopo essere stato presentato da Yoshiaki Koizumi. Peccato che il Re dei Koopa sia il Bowser sbagliato, visto che il nostro si riferiva al nuovo presidente di Nintendo America che, per un buffo scherzo del destino, si chiama Doug Bowser. Spettano a lui gli onori di casa iniziando ufficialmente la presentazione con un titolo molto atteso.

Sto parlando di Luigi’s Mansion 3, gioco che vedrà il fratello di Mario impegnato a disinfestare un misterioso hotel in cui i suoi amici (e parente) si sono persi. Le dinamiche di sempre per la cattura dei fantasmi ritornano in gran forma, arricchite da mosse in cui è possibile sbatacchiarli da una parte all’altra della stanza, si può sparare uno sturalavandini sugli oggetti per poi tirarli a sé e distruggerli. Il design delle stanze e degli spettri è eccellente anche stavolta e la possibilità di giocare in coppia grazie all’introduzione di Gooigi (un Luigi fatto di gelatina) aumenterà il divertimento. Non mancherà poi nemmeno una divertente componente multigiocatore cooperativa online fino a otto giocatori con tanto di scalata di una lugubre torre a tempo, cercando di salvare 5 Toad intrappolati all’interno. La data d’uscita non è ancora confermata ma è comunque atteso entro la fine dell’anno. Magari sotto Halloween?

È poi il turno di uno strategico inedito che vede la collaborazione con Netflix. Il suo nome è Jim Henson’s The Dark Crystal: Age of Resistence Tactics. Ci sono magie e movimenti su caselle mentre si combatte a turni, rendendolo sicuramente interessante grazie all’uso della fisica applicato agli incantesimi. Anch’esso è atteso per la fine del 2019. Altro pezzo da novanta in arrivo: The Legend of Zelda: Link’s Awakening arriverà su Switch il 20 settembre e, oltre ad un’avventura onirica e ispiratissima, porterà con sé anche la possibilità di ottenere stanze di dungeon con cui sarà possibile costruire un labirinto intero, inserendo casse del tesoro e boss. In questo modo potremo ottenere ricompense che ci aiuteranno nell’avventura principale. Non proprio uno Zelda Maker ma l’idea è sicuramente intrigante. Square Enix ci porta poi Trials of Mana, un JRPG che sarà disponibile nei primi mesi del 2020, ma ci dà anche la possibilità di giocare subito ai primi tre capitoli della serie Mana, rendendo disponibile Collection of Mana subito dopo la presentazione, sull’Eshop.

Se volete un gioco epico, lunghissimo e osannato dalla critica, viene ufficializzato per Switch The Witcher III: Complete Edition, uscita onnicomprensiva del già enorme capitolo principale dello Strigo che si va ad ampliare grazie a due espansioni meravigliose. Se non lo avete mai giocato, non pensate che è un gioco del 2015 e gettatevi nella mischia senza esitare. Arriverà entro fine anno. Attraverso un bel trailer in stile anime ci viene poi ricordato che il 26 luglio arriverà finalmente Fire Emblem: Three Houses. Subito dopo la saga dei Resident Evil su Switch si espande presentando anche Resident Evil 5 e 6, giocabili anche in coop sulla stessa console e disponibili in inverno.

Subito dopo una graditissima sorpresa: No More Heroes 3 è realtà, con la sua tipica follia giapponese e con le battutine di quel tamarro di Travis Touchdown. Non vediamo nulla di realmente concreto, specie per quanto riguarda il gameplay, ma sappiamo che nel 2020 farà il suo ritorno, per la felicità di chi sa apprezzare lo stile tipico di Suda 51. Il 24 settembre sarà invece il giorno di Contra Rogue Corps, il ritorno di un classico anni’ 80 ricreato però con uno stile 3D che non mi convince del tutto. Considerando che i suoi migliori capitoli sono stati dei run ‘n gun a scorrimento laterale (a parte alcuni livelli) non ci resta che aspettare e sperare per il meglio. Per gli amanti degli anime e dei mech, non può mancare Demon X Machina, che si presenta con un trailer molto cinematografico, pur composto da sequenze di gioco. La data d’uscita arricchisce ulteriormente il mese di settembre, con il day-one fissato per il 13.

Finito il periodo di esclusiva su Xbox, questo inverno arriverà su Switch il remake di Panzer Dragon. Non si sa molto, ma volare su un drago e sparare a tutto quello che si muove in uno sparatutto sui binari è sempre un piacere. Non potevano mancare i nuovi Pokémon Spada e Scudo (uscita già rivelata per il 15 novembre), con la piena compatibilità alla Pokè Ball Plus. Ulteriori informazioni sarebbero poi state rivelate al Nintendo TreeHouse. Molto interessante il nuovo trailer di Astral Chain, titolo Platinumgames e si vede. Stramberie nipponiche, combattimenti fighissimi e veloci e un “doppio personaggio” da guidare attraverso un’avventura action molto interessante. Curiosissimi di poterlo provare il 30 agosto al day one. Nel direct fanno poi capolino i gangster di Empire of Sin, quello che sembra un twin stick shooter d’annata (primi mesi del 2020), e i supereroi con Marvel Ultimate Alliance 3: The Black Order, brawler che ci permetterà di combattere nei panni di alcuni dei più iconici protagonisti dei comics. La sua uscita è vicinissima essendo fissata per il 19 luglio. Ancora più vicina l’uscita di Cadence of Hyrule, lo spin-off di Crypt of the Necro Dancer a tema The Legend of Zelda, che è pronto a stupirci con il suo mix di musica e azione da domani, 13 giugno.

Il prossimo anno avranno luogo in Giappone le Olimpiadi e, com’è consuetudine da diverse edizioni, Mario e Sonic ai Giochi Olipici - Tokyo 2020 farà gli onori di casa. Le discipline sembrano essere molto numerose, comprendendo anche surf, scalate su roccia, calcio, scherma, pugilato, tae-kwon-do, equitazione e molte altre. La sua uscita, in esclusiva su Nintendo Switch, avverrà a novembre. Subito dopo abbiamo avuto finalmente nuove informazioni sull’attesissimo nuovo gioco di Animal Crossing: si chiamerà Animal Crossing: New Horizon e stavolta non ci porterà in un villaggio, bensì su un isola deserta che dovremo poi trasformare in… quello che ci pare! Si partirà da una umilissima tenda da campeggio e dovremo sfruttare l’ambiente per iniziare a creare quello che vorremo. Usando il banco da lavoro di Tom Nook (anche qui in veste di affarista che richiede il pagamento in stelline per la costruzione della tenda e dell’equipaggiamento che ci fornirà) potremo per esempio creare una prima debole ascia con cui procurarci la legna o semplicemente iniziare a dare una forma alla nostra nuova isola. La cittadina che conosciamo potrà comunque realizzarsi, ma sembra che la personalizzazione degli esterni sia stata resa molto più libera che in passato. Poi ovviamente non mancheranno gli strumenti di comunicazione con gli altri giocatori che potranno venire a farvi visita o che potranno ospitarvi nei loro paradisi. Atteso per il 20 marzo 2020, non vediamo l’ora di saperne di più dopo un reveal molto apprezzato.

Dopo quest'ottima notizia abbiamo potuto visionare un trailer che mostrava diverse uscite in serie, con le più interessanti che riguardavano la trilogia del draghetto Spyro (3 settembre), Hollow Knight Silksong (TBA), il primo Ni No Kuni (20 settembre), Minecraft Dungeons (primavera 2020), The Elder Scrolls Blades (Inverno 2019), My Friend Pedro (indie in uscita il 20 giugno), DOOM Eternal (ufficialmente in uscita il 22 novembre ma qui segnalato come “Coming Soon”), The Sinking City (inverno 2019), Wolfenstein: Youngblood (26 luglio), Dead by Daylight (24 settembre), Alien Isolation (entro il 2019), Final Fantasy Crystal Chronicles Remastered Edition (inverno 2019), Dragon Quest Builders 2 (12 luglio), New Super Lucky Tale (inverno 2019) e Super Mario Maker 2 (28 giugno). Prima di chiudere arrivano notizie di un ulteriore personaggio per Super Smash Bros Ultimate: viene infatti svelato il tanto chiacchierata personaggio personaggio Xbox di cui si è parlato in questo periodo. Non si tratta di Master Chief come molti pensavano, ma di una coppia molto più vicina al mondo Nintendo… sto parlando di Banjo & Kazooie, orso e uccello che su Nintendo 64 sono stati protagonisti di due splendidi platform tridimensionali per poi saltare sul grande carro di Xbox insieme a Rare tutta. La loro introduzione avviene tramite un filmato che mostra Donkey Kong, Diddy e King K. Roll mentre vengono presi in giro dal Duo Duck Hunt, prima di essere colpiti dal nuovo doppio lottatore. Oltre a mosse speciali inedite, avremo un’arena dedicata e musiche a tema, così come una serie di spiriti da conquistare.

Il Direct sarebbe finito, ma come di consueto e prima di lasciarci alle dirette del Treehouse, quasi come un segreto, ci viene rivelata la “bomba” della conferenza. Attraverso un filmato ambientato inizialmente in una caverna, vediamo una grande aura maligna che si sta risvegliando. Dopo alcuni secondi fanno la loro comparso due personaggi muniti di torcia che si rivelano essere Link e Zelda di Breath of the Wild. Quello che segue è un montaggio molto rapido che sembra predire un disastro, annunciato poi da un cadavere che si sveglia e guarda verso i nostri con gli occhi rosso fuoco. Poi Il castello di Hyrule viene scosso e non sappiamo ancora se sta per sprofondare o, al contrario, sta per essere sollevato nel cielo. Quello che si sa è che viene così annunciato il sequel di The Legend of Zelda: Breath of the Wild. Chiedere una data d'uscita sarebbe ovviamente prematuro, ma già con questo reveal  possiamo essere più che entusiasti.

Vuoi segnalarci un errore? Scrivici qui!

Acquista

Social Net

Ultimi Commenti