E3 2019 - Conferenza Square Enix - Speciale

Remake, Avengers e tanti JRPG

di Andrea Piaggio / giovedì 13 giugno 2019 / Speciale

Anche se molti dei suoi giochi si sono fatti vedere anche in altre conferenze,all’E3 2019 Square Enix ha organizzato un proprio evento che sarà ricordato principalmente per due delle sue più grandi uscite che arriveranno nel 2020 e che hanno aperto e chiuso lo show. Ecco com’è andata.

Finalmente dopo anni di silenzio, la conferenza si apre con Final Fantasy VII Remake, attesissimo titolo che riserverà più di una sorpresa. Viene infatti mostrato attraverso filmati, fasi giocate e commenti degli sviluppatori che ci stanno lavorando da sempre, offrendo un ampio sguardo su quello che il gioco ci riserverà dal prossimo 3 marzo 2020. Abbiamo visto l’inizio del gioco con Could che arriva a Midgar per sabotare il reattore della Shinra, lo abbiamo visto combattere, unirsi a Barret, incontrare finalmente Tifa (personaggio mai visto fino ad ora), combattere il primo boss. Tutto ciò è stato completamente rivisitato per portare un classico con vent'anni alle spalle, alle masse di oggi. Chi vuole fare l’integralista avrà molto a cui appellarsi, visto che il gioco passa dall’essere un JRPG a turni ad un action in terza persona, ma le idee per non snaturare completamente il gioco non sono mancate. Una su tutte il ritorno della barra ATB, da riempire attivamente menando fendenti per poi lanciare magie e mosse speciali iconiche da un menu che blocca l’azione e permette di selezionare con calma ogni cosa da un familiare menu. Sono state fatte piccole gradite modifiche anche alla storia, unicamente attraverso approfondimenti e arricchimenti di situazioni, ma tutto sembra andare a gonfie vele. L’unico grande appunto è che questo remake sarà solo la prima parte dell’avventura originale, comprendendo unicamente la lunga sezione a Midgar. Gli sviluppatori non si sono risparmiati e il titolo è presente su addirittura di due dischi, ma questa frammentazione potrebbe indurre i più temerari ad attendere una pubblicazione completa dell’opera che, però potrebbe avvenire tra molti anni, visti i precedenti. Final Fantasy VII Remake (o almeno la prima parte) è comunque in dirittura d’arrivo e già questo è una grande notizia.

Il resto della presentazione non supera mai questi livelli di hype, ma continua a presenta delle ottime alternative. Abbiamo un nuovo filmato di Life is Strange 2 che continua la sua corsa attraverso il rilascio episodico e rivediamo Final Fantasy Crystal Chronicles Remastered (in arrivo questo inverno), uscita molto attesa da chi, come me, all’epoca comprò il gioco nella sua forma originale senza mai riuscire a creare un gruppo di 4 amici dotato di altrettanti GameBoy Advance . Ci viene ricordata l’uscita appena avvenuta di Octopath Traveler per PC e poi si passa alla Remastered di The Last Remnant che arriva su Switch fin da subito e al costo non esagerato di circa 20 euro. È poi il turno dei Dragon Quest, prima con il nuovissimo Dragon Quest Builders 2 che richiederà la nostra fantasia per creare oggetti, veicoli e addirittura fortezze in un’avventura che comunque propone anche una storia da seguire. Più classico l’arrivo di Dragon Quest XI Definitive Edition S per Switch che porterà sulla piccola console il titolo già visto su PS4, aggiungendo anche contenuti extra molto graditi (senza nominare la portabilità).

Dopo la presentazione di alcuni indie e la volontà di arricchire ulteriormente la collezione, arriva la notizia che le colonne sonore dei vari Final Fantasy sono ora disponibili sui principali servizi di streaming come Spotify, Amazon Music e Apple Music. Il mondo di Kingdom Hearts 3 si amplierà in inverno con il DLC Re Mind, mentre Final Fantasy XIV Online potrà contare sull’espansione Shadowbringers già dal 2 luglio. Novità anche su Dying Light 2, presentato attraverso un video in cui si evidenzia nuovamente l’importanza del parkour per muoversi in ambienti complessi, così come per combattere con zombi, reietti e probabilmente forze militari. Arriverà nella primavera 2020. Romancing Saga 3 e SaGa Scarlet Grace Ambitions ulteriori JRPG, arriveranno finalmente in occidente, anche se non hanno ancora una data d’uscita ufficiale. La prossima estate, nel 2020, uscirà anche Outriders, nuova produzione di People can Fly, sviluppatori dietro a Bulletstorm e Gears of War Judgment. Non sappiamo ancora molto se non che ci saranno mostri (forse alieni) da prendere a fucilate e su cui usare le abilità con cui potremo arricchire i personaggi. Il titolo sembra essere giocabile anche in cooperativa, ma aspettiamo ulteriori dettagli per capire meglio la natura di questo nuovo shooter. Le ultime novità prima del gran finale rispondono al nome di Oninaki, action brawler in stile Diablo ma dal look giapponese che uscirà il prossimo 22 agosto e, Final Fantasy VIII Remastered, capitolo che ancora mancava sulle moderne console e che qui si rifà (moderatamente, vista la sua natura PlayStation One) il trucco. Un ottimo modo per arricchire la collezione. Ora aspettiamo un po’ di recupero con i capitoli a 16 bit, tra cui il mitico sesto capitolo.

La conferenza si chiude infine con l’attesissimo Marvel’s Avengers di Crystal Dynamics. Il secondo grande titolo atteso dai fan in questa conferenza si concretizza con alcuni video cinematograficici, un po’ di gameplay che però è passato dalla fase di montaggio e alcune interessanti informazioni. Il video ci mostra probabilmente l’inizio del gioco, quando un elivelivolo Shield modificato da Tony Stark cade sulla città nonostante i tentativi degli altri eroi. Un po’ come succede in Endgame, i nostri si dividono dopo la tragedia ma dopo cinque anni il mondo ha di nuovo bisogno di loro. Questa è l’estrema sintesi della trama finora rivelata, capace di strizzare l’occhio alla saga cinematografica e addirittura allo Spiderman di Insomniac. Le informazioni sul gioco invece prevedono un‘avventura giocabile sia in solitaria che in una squadra con un massimo di quattro giocatori, in un mondo in evoluzione che da come viene descritto sembra appoggiarsi alle meccaniche dei game as service come Destiny e The Division. Mettendo le mani avanti è già stato chiarito che non saranno presenti loot box o microtransazioni del tipo pay-to-win, il chè è già un’ottima notizia. Meno chiare le notizie riguardo il gameplay che dovrebbe comunque cambiare in base ai personaggi e ai loro poteri. Non sappiamo nemmeno se la storia ci farà passare dall’uno all’altro in maniera obbligata per questioni di trama, o se potremo scegliere di affrontare il livello X con Hulk, piuttosto che con Vedova Nera, scegliendo diversi approcci. Quello su cui i fan si sono già espressi è il design dei protagonisti che non  sta riscontrando troppo successo, fosse solo per il fatto che i loro volti sembrano troppo distanti da quelli degli attori visti al cinema e con cui ormai li identifichiamo. Di sicuro ci sono di mezzo i diritti di sfruttamento dell’immagine, ma qualcosina di più penso si possa ancora fare.

Termina qui la conferenza Square-Enix con tantissimi JRPG (vecchi e nuovi) in arrivo e soprattutto con la conferma per l’attesissimo Final Fantasy VII Remake e il reveal di Marvel’s Avengers, uscita che nei prossimi mesi deve dimostrare di essere all’altezza delle enormi aspettative del pubblico.

Vuoi segnalarci un errore? Scrivici qui!

Acquista

Social Net

Ultimi Commenti