Offerte PlayStation Plus Aprile - Speciale

Ecco i giochi scaricabili gratuitamente per tutti gli abbonati al PlayStation Plus

di Alessandro Spallino / martedì 02 aprile 2019 / Speciale

Dopo l’ottima selezione del mese di marzo, Sony ripropone una selezione di due soli titoli, scaricabili gratuitamente a partire dal 2 Aprile, per tutti i possessori di PS Plus.

Conan Exiles è un originale action adventure ambientato nel mondo delle leggende barbariche, profondamente contaminato da dinamiche che affondano le loro radici nel genere survival.
Lo scopo del gioco è quindi sopravvivere ai pericoli e alle insidie del vasto mondo di gioco. Si tratta di un'avventura piuttosto ostica da portare a termine, durante la quale saremo chiamati a spendere molto tempo in sessioni di meticoloso crafting che ricordano molto quelle di giochi come No Man’s Sky o Minecraft.
Purtroppo il gioco mostra il fianco sia sul versante tecnico che sul sistema di combattimento che risulta essere fin troppo grezzo e semplice, anche se comunque discretamente godibile.
La caratteristica che più ci è piaciuta di Conan Exiles è la sua componente multiplayer. La possibilità di giocare l’avventura con altri giocatori dona al gioco una varietà altrimenti irraggiungibile. Potrete decidere di collaborare per aumentare le vostre chances di sopravvivenza, di schierarvi apertamente contro gli altri giocatori oppure vivere da eremiti e completare l’avventura in solitaria.
Ci sentiamo di consigliare Conan Exiles solo ed esclusivamente ai fan del genere o a chi prova una qualche forma di curiosità verso il genere survival basato su dinamiche di crafting estremo.

The Surge è un suggestivo gioco di fantascienza Souls-like dalle premesse narrative decisamente interessanti anche se piuttosto deboli, un comparto tecnico non certo al passo con i tempi e un'atmosfera di gioco davvero suggestiva che saprà rendere felici tutti gli appassionati di fantascienza e cyberpunk.
L’idea di applicare il sistema di gioco dei Dark Souls a un’opera ambientata nel futuro è certamente da encomiare ma il tentativo, fin troppo evidente, di scimmiottare le opere di Miyazaki purtroppo consente a The Surge di raggiungere solo una stiracchiata sufficienza un po' sotto tutti i punti di vista.
Il Combat System, seppur profondo e arricchito da qualche trovata interessante come la possibilità di scegliere quali zone del corpo colpire con i nostri potenti attacchi, non regge il confronto con le opere di From Software e il comparto narrativo, nonostante le buone premesse, risulta essere fin troppo debole e a tratti banale.
Graficamente il gioco non stupisce ma sono degni di nota gli effetti particellari, la palette di colori i e il texture mapping.
Anche sul versante Level design il gioco si limita a fare lo stretto necessario, presentando ambientazioni piuttosto ispirate (incapaci di raggiungere i fasti di ZOE 2, per fare un esempio) e una struttura molto buona ma che nulla ha a che vedere con le mappe dei Dark Souls o di BloodBorne.
Ci sentiamo quindi di consigliare l’opera solo ai patiti dei giochi trial and error e agli appassionati di fantascienza.

Vuoi segnalarci un errore? Scrivici qui!

su PlayStation 4, PlayStation 3, PS Vita

Social Net

Ultimi Commenti