Top 5 Cinema 2018 - Speciale

Il meglio del Cinema 2018

di La Redazione / lunedì 31 dicembre 2018 / Speciale

Stiamo ormai per accogliere il nuovo anno e come di consueto è giusto fare un resoconto dei momenti che hanno segnato il 2018. In ambito cinematografico sono molte le pellicole che ci hanno accompagnato a malincuore i personaggi storici che ci hanno abbandonato come il regista premio Oscar Bernardo Bertolucci e il sempre immenso Stan Lee. Ovviamente non possiamo citarle tutte le pellicole più segnanti, ma abbiamo tentato di raggruppare le nostre scelte in una solida classifica di 5 titoli imperdibili.

5° posizione

Il genere cinematografico basato sulle storie vere ha sempre riscosso una critica positiva da parte del pubblico, sia che si tratti di una storia lasciata in secondo piano nota a pochi, sia che si tratti di avvenimenti globali di dominio pubblico; è quest’ultimo il caso di First Man, ovvero la biografia su grande schermo di Neil Amstrong, il primo uomo a mettere piede sulla luna. Interprete del noto astronauta è Ryan Gosling, celebre attore canadese che abbiamo imparato ad apprezzare in molte interpretazioni, le cui performance non tradiscono mai le aspettative. First Man non ci presenta solo la missione di allunaggio, ma anche vari retroscena nel passato di Amstrong fino al compimento di una dei più gradi traguardi della razza umana. Stellare.

4° posizione

Chi conosce Guglielmo del Toro sa benissimo che ogni suo film non è altro che una fiaba per adulti, senza mezzi termini, ma con una magia di fondo che sa emozionare. È questo il caso di La Forma Dell’Acqua, vincitore di ben 4 premi Oscar e 2 Golden Globe, riconoscimenti ottenuti anche grazie alle straordinarie musiche di Alexandre Desplat. Il lungometraggio ci racconta un’improbabile storia d’amore tra una semplice addetta alle pulizie e un mostro acquatico tenuto rinchiuso, come fonte di esperimenti, all’interno di una base militare statunitense. Questo stramba traccia, grazie alla direzione del regista messicano, assume un tono magico di straordinaria normalità e semplicità, tanto da farci superare il primo impatto visivo con la creatura e regalarci una spontanea e passionale storia d’amore. Fiabesco.

3° posizione

 

La rivelazione al femminile in questo 2018 è stata senza ombra di dubbio Margot Robbie. L’attrice australiana nota per i suoi ruoli da non protagonista è finalmente riuscita a conquistare l’intera critica con un ruolo centrale in Tonya. La pellicola ci porta nell’ambito sportivo, più in particolare quello del pattinaggio artistico, raccontandoci la struggente e travagliata storia di Tonya Harding formidabile atleta con un passato tutt’altro che sereno, complice anche una madre dal cuore di pietra, interpretata da un’eclettica Allison Janney, la cui performance le ha garantito il premio Oscar per attrice non protagonista. Un film più drammatico e riflessivo piuttosto che sportivo, con un cast femminile davvero straordinario. Esibizione perfetta.

2° posizione

I ringraziamenti a Ryan Reynolds non saranno mai abbastanza per averci portato sul grande schermo uno dei supereroi più amati dal pubblico, e questi diventano quasi elogi per averci garantito un sequel ancora più d’impatto. Non credo che Deadpool abbia bisogno di troppe presentazioni, il mutante più scurrile della Marvel ormai sembra essere diventato un tutt’uno con l’attore canadese, nel primo capitolo abbiamo imparato a conoscerlo, mentre in questo nuovo capitolo abbiamo visto tutte le sue peculiarità riportate all’ennesima potenza, accompagnate da iconici personaggi del fumetto come per esempio Cable, interpretato da Josh Brolin (alterego anche di un certo Thanos...). Un supereroe vietato ai minori che potrebbe accompagnarvi nelle serate natalizie dopo aver messo a letto i bambini. Iconico.

1° posizione

Al primo posto di questo 2018 cinematografico si piazza Avengers: Infinity Wars. La scelta del cinecomic Marvel sul gradino più alto del nostro podio non è stata delle più semplici: c’è chi ha detto che in fondo questo è solo un primo tempo e chi ha fatto notare la presenza di film con maggiore carattere e spessore ma la nostra giustificazione (buona o cattiva che sia) è che la sfida contro Thanos ha creato l’occasione per creare qualcosa di inedito per le sale cinematografiche. Usando un celebre strattagemma solitamente legato ai fumetti, sono stati radunati un gran numero di personaggi iconici sotto un’unica grande minaccia, facendo incontrare e convergere eroi molto amati che si sono trovati a stringere improbabili alleanze. Quello che piazza in vetta questo pericoloso esperimento che poteva naufragare al minimo problema, è che tutto, in qualche modo, funziona. La narrazione e la sceneggiatura viaggiano sul filo, procedendo un passo alla volta ma mantenendo un equilibrio che permette di seguire tutti e di concedere ad ognuno almeno un momento topico. In definitiva, più che premiare il film in sé (che comunque funziona e ci è piaciuto, in attesa di Avengers: Endgame) vogliamo premiare la scommessa di Marvel che, dopo 10 anni e una ventina di film, ha creato uno degli universi cinematografici più ricchi di sempre e lo ha saputo condensare in un unico lungometraggio mantenendo intatto quanto fatto fino ad ora. Globale.

Speriamo che la nostra Top 5 vi sia piaciuta e che possa offrirvi qualche suggermineto di visione nell'anno che inizierà tra qualche ora. Di nostro, rinnoviamo i nostri auguri e speriamo che questo 2019 porti al cinema nuove magie ed emozioni.

Vuoi segnalarci un errore? Scrivici qui!