Mario Kart 8 Deluxe – Percorsi Aggiuntivi – DLC 3 – Recensione

Siamo arrivati al giro di boa. Il terzo set di piste di Mario Kart 8 Deluxe , disponibile con il Pass Percorsi Aggiuntivi in vendita a 25 euro, chiude il primo anno con altri due trofei e otto diversi percorsi. Alcuni arrivano dal passato della serie, altri sono inediti e altri ancora portano su Switch piste di Mario Kart on Tour. Nulla di nuovo riguardo la natura delle piste, ma qualche interessante twist è presente. In attesa di iniziare il secondo anno di nuovi contenuti vi segnaliamo qui la nostra recensione di Mario Kart 8 Deluxe , qui la nostra analisi delle prime 8 piste e qui quelle del secondo pacchetto di contenuti.

Come faccio a giocarli?

Come già detto in passato, potete ottenere queste ricchissime espansioni abbonandovi al servizio Nintendo Switch Online + pacchetto aggiuntivo. La scelta migliore però, rimane l’acquisto del Boost pack (potete comprarlo qui se volete), un pacchetto che costa 25 euro ma che vi rende indipendenti dall’abbonamento online. Le piste saranno vostre per sempre e potrete giocarle anche senza essere connessi alla grande rete. Fatta questa premessa andiamo ad analizzare le due nuove coppe Roccia e Luna.

Coppa Roccia

Londra propone molti luoghi iconici, tra giardini reali e il Towe Bridge in movimento

Il Trofeo Roccia inizia come sempre con un circuito cittadino. Stavolta tocca alla capitale inglese, con Giro di Londra. Si parte con il Big ben sullo sfondo per compiere tre giri in cui attraverseremo il Tower Bridge e i giardini di Buckingham Palace (con tanto di Categnacci più o meno in libertà). Non può mancare una sezione in cui si passa accanto al Tamigi e la visione della celebre ruota panoramica. La sua particolarità non sta tanto nelle sue singole parti, quanto nella sua capacità di creare tre giri sempre diversi, con variabili numerose e azzeccate. Ottima la musica, rock come certi mitici complessi nati in questa città.

La pista meno convincente seppur con un tornante impegnativo e una maggiore profondità

Lago di Boo è invece il percorso meno riuscito del pacchetto. Non perché sia brutto, ma solo perché non riesce a tenere il passo con gli altri. Ripescato da Mario Kart Super Circuit per GBA, il titolo guadagna in profondità con sali scendi che ci portano a correre anche in acqua, ma non offre molta varietà lungo le sue curve. C’è qualche salto da compiere, qualche buco sulla pista che obbliga Lakitu a ripescarci, ma poco altro. Da segnalare un tornante subacqueo a 180 gradi che risulta la parte più impegnativa poiché richiede o di rallentare, o di impostare la derapata con il giusto tempismo. I meno esperti potrebbero un po’ perdersi e imboccare il tracciato al contrario.

L’ovale qui proposto si distingue grazie ad due “rettilinei” molto originali

Molto più colorato e arioso, il terzo percorso è Monte Roccioso. Recuperato da Mario Kart 7 per 3DS, il tracciato risulta più leggibile e semplice in fase di guida, seppur nasconda qualche insidia. La sua forma quasi ovale prevede due grandi rettilinei da percorrere spesso in aria. Se il primo inizia con un grande trampolino che poi ci porta a planare tra tubi verdi e alberi, il secondo ci fa scalare una montagna da cui cadono diversi macigni. Vari turbo facilitano e velocizzano la salita al cui culmine si trova un altro trampolino che ci porta a tagliare il traguardo in aria. Effettuare correttamente quest’ultimo salto nei primi due giri può portarci a tagliare una piccola parte del tracciato, facendoci guadagnare qualcosa. Adrenalinico e veloce, funziona anche grazie alla sua semplicità.

Correre tra foglie secche e alberi giganti ha sempre il suo fascino

La Coppa Roccia termina in modo esemplare con Pista degli aceri, celebre e amatissimo tracciato del periodo Wii. Partendo dalle radice di alcuni aceri si viene sparati con un cannone attraverso le fronde di un gigantesco albero. Da qui inizia una discesa che ci porta a correre sui rami e tra torcibruchi che passeggiano allegramente. Non manca una parabolica su cui eseguire qualche bel trick e una sessione aerea sul finale che ci permette di scegliere se puntare al tracciato principale o alle due stradine laterali con tanto di oggetti e turbo. Inoltre in varie parti sono presenti cumuli di foglie secche che, se colpiti, possono far apparire sul percorso funghi per turbo inaspettati. Sicuramente una delle due migliori piste di questo pacchetto.

Coppa Luna

Berlino mette in evidenza le sue strade e anche il celebre muro

Il Trofeo Luna ci porta in un’altra capitale europea con Gita a Berlino. La città tedesca si presenta più stradale, presentando un numero maggiore di auto a fare da ostacolo. La sua conformazione ampia permette di sfruttare meglio le derapate, stando attenti a non fare frontali con auto che possono arrivare anche da in senso inverso. Come sempre i tre giri cambiano il percorso da affrontare, con varie vedute su luoghi simbolo della città In questo ambito, la chicca più apprezzata è la visione del celebre muro abbattuto nel 1989 che, in questa rappresentazione viene fatto “cadere” attraverso la presenza di due Womp inseriti in esso, Per chi non lo sapesse gli Womp sono i nemici di Mario che piombano a faccia in giù cercando di colpirlo.

Il Giardino di Peach permette di sperimentare un’inversione al senso di marcia al suo ultimo giro

Con Giardino di Peach le cose si fanno interessanti per due motivi. In primo luogo perchè il tracciato si dimostra bello da vedere e divertente da giocare. In seconda battuta perché è il primo percorso retro che viene modificato “in corsa”. Durante i primi due giri il tracciato si comporta come ci si aspetterebbe, con corse tra siepi, fiori e una grande pianta Piranha da schivare passando dal lato dove non guarda. Ci sono alcune curve cieche in salita che richiedono di conoscere il percorso, ma tutto lascia pensare che percorreremo per tre volte le sue strade. In realtà, il terzo e ultimo giro apre una deviazione che ci fa attraversare tutto il percorso al contrario. Questa scelta non era mai stata applicata alle altre piste “storiche” e permette di rendere più varia qualsiasi corsa si decida di modificare in questo modo. Non che in futuro debba accadere sempre, ma la sorpresa, specie per chi conosceva l’originale e i suoi tre giri tutti uguali, è notevole e gradita.

Valico Addobbo è un tracciato piuttosto semplice ma molto evocativo, specie in questo periodo

Visto il periodo in cui questa espansione arriva, Nintendo ha pensato di proporre un tracciato inedito a tema natalizio. Valico Addobbo è proprio questo: un omaggio alle feste che ci fa correre per le strade di un villaggio e poi su e giù per una montagna innevata mentre una magica slitta vola nel cielo. La conformazione deltracciato è piuttosto semplice e non sorprende né con sezioni particolari, né con bivi o biforcazioni. Resta un percorso gioioso e piacevole da affrontare, facendoci correre e volare tra paesini magici e tanta soffice neve. Tanti auguri!

La Pista Arcobalena per 3DS ritorna al suo meglio e propone un grande giro attorno al sistema solare

Il finale del Trofeo Luna si dimostra forse il miglior tracciato di questa terza espansione e spiega anche il nome della coppa. Quella che potrebbe sembrare l’ennesima Pista Arcobaleno in un gioco che ne ha già diverse, era qualcosa di meraviglioso quando uscì su 3DS. Ora che Switch permette un dettaglio grafico migliore, la rende una delle più magiche di sempre. Queste piste si corrono da sempre nel nulla, senza barriere e fuori pista che significano salti nel vuoto. Qui quel “nulla” è il sistema solare, con passaggi accanto ai suoi pianeti, con sezioni da correre sui loro anelli e con un salto a bassa gravità anche sulla Luna. Il tutto in un circuito che non si divide in giri, ma ne propone uno unico suddiviso in tre sezioni. La stessa “strada” su cui correremo è composta da colori ed effetti scenografici eccellenti, dimostrandosi assolutamente splendida da percorrere. E se non fosse già abbastanza, vi innamorerete della musica che ci accompagna, epica e ispirante come poche.

Commento Finale

Le espansioni di Mario Kart 8 Deluxe vanno migliorando sempre più. Pescando dall’infinità di piste create dal 1992 a questa parte, continuano a saltare fuori tracciati piacevolissimi ieri come oggi, se non di più grazie a modifiche mirate. L’esempio del Giardino di Peach con un terzo giro “contromano” dimostra quanto Nintendo stia usando questi DLC per sperimentare qualcosa di nuovo, magari da inserire all’interno del futuro episodio 9. E se sperimentare vuol dire farci correre anche in tracciati meravigliosi come Pista degli aceri e l’ultima Pista Arcobaleno, allora hanno la nostra completa fiducia.

Pro
  • – Due piste eccellenti
  • – Giardino di Peach sperimenta nuove idee
  • – La qualità dei pacchetti continua a migliorare
Contro
  • – Lago di Boo lo dimenticherete presto
  • – Le due piste cittadine sono un po’ meno iconiche delle altre

Ultimi articoli

Ultime news

Cat Quest III ha una data d’uscita

Nella giornata di oggi, durante il Nintendo Indie World Showcase, The Gentlebros e Kepler Interactive hanno annunciato che Cat Quest III, il gioco di ruolo d’azione open-world in 2,5D, sarà lanciato

Leggi Tutto »

Vigor sta arrivando su PC

Dopo anni di attesa e una pletora di richieste, Bohemia Interactive è entusiasta di offrire ai giocatori di PC di tutto il mondo la possibilità

Leggi Tutto »

Questo sito utilizza cookie, anche di proprietà di terze parti, che consentono di inviare messaggi pubblicitari in linea con le preferenze dell’utente. Continuando la navigazione si considera accettato tale uso. Leggi l’informativa cookie: in essa sono indicate anche le modalità con cui potrai disabilitarli in qualsiasi momento.