Mario Kart 8 Deluxe – Percorsi Aggiuntivi – DLC 6 – Recensione

, ,

Dopo due anni di contenuti costanti è recentemente uscito l’ultimo pacchetto di espansione per Mario Kart 8 Deluxe, disponibile con il Pass Percorsi Aggiuntivi in vendita a 25 euro. Con il Mario Kart 8 Deluxe DLC 6 ci aspettano nuovamente otto piste prese da varie uscite, compresa una inedita. Infine si uniscono alle corse ben 4 nuovi piloti, compreso Diddy Kong che torna in pista dopo quel capolavoro di Diddy Kong Racing per Nintendo 64. Con lui arriva il suo collega scimmiesco Funky Kong, Peachette e Pauline.

Iniziamo quindi la scoperta di questi ultimi contenuti e poi tiriamo le somme di questa gigantesca operazione di ampliamento per il gioco più venduto su Nintendo Switch. Se cercate informazioni riguardo i pacchetti d’espansione precedenti, qui segnaliamo la nostra recensione di Mario Kart 8 Deluxe , qui la nostra analisi delle prime 8 piste , qui quelle del secondo pacchetto di contenuti, qui quelle del terzo, qui quelle del quarto e qui quelle del quinto.

Come faccio a giocarli?

Per chi si stesse chiedendo come acquistare questi contenuti, facciamo un breve riepilogo. Potete ottenere tutte queste espansioni abbonandovi al servizio Nintendo Switch Online + pacchetto aggiuntivo. La scelta migliore però, rimane l’acquisto del Boost pack (potete comprarlo qui se volete), un pacchetto dal costo di 25 euro che vi rende indipendenti dall’abbonamento online. Le piste saranno vostre per sempre e potrete giocarle anche senza essere connessi a internet. Infine, se volete qualcosa di “fisico”, Nintendo ha messo in vendita un pacchetto che contiene un codice da riscattare, ma anche alcuni simpatici gadget. Il prezzo ufficiale è di 35 euro, ma su Amazon dovreste trovarlo a un po’ meno. Peccato che questa edizione sia uscita dopo un anno dalla vendita in digitale del prodotto, quando quindi molti lo avevano già acquistato. Detto ciò, andiamo a vedere nel dettaglio il Trofeo Ghianda e il Trofeo Spinoso.

Trofeo Ghianda

Roma romantica

La nostra Roma purtroppo è una delle città meno caratterizzate. C’è il Colosseo, qualche fontana e… strade. Speravamo meglio.

Come di consueto, i Trofeo Ghianda inizia con un tour cittadino. Stavolta è protagonista la nostra immortale Roma, con un circuito che si sviluppa e cambia ad ogni giro. Si inizia salendo sul Colosseo e passando accanto ad alcune rovine e poi si prosegue nelle strade della nostra capitale. Durante i tre giri che modificano via via il percorso da affrontare gireremo attorno a fontane storiche, saliremo e scenderemo scalinate, famose e termineremo passando all’interno del Colosseo, tra due Categnacci che stanno mangiando la strada da percorrere. Non mancano nemmeno alcuni passaggi in cui la strada ospiterà anche avversari contromano, ma gli occhi più attenti noteranno texture a risoluzione piuttosto bassa e costruzioni poligonali piuttosto povere.

Montagne di DK

Farsi sparare con un cannone su una montagna da cui scendere a rotta di collo, tra crepacci e macigni che cadono è ancora divertente.

Un po’ come accade in diversi altri percorsi, questo tracciato che arriva dall’epoca GameCube inserisce un cannone all’inizio del giro che ci spara letteralmente sulla cima di una montagna. Non vorrei sbagliare, ma credo che, in ordine temporale, sia stato il primo percorso di Mario Kart a proporre questa soluzione poi ripresa per esempio nel Flipper di Waluigi. Ogni giro si configura principalmente come una grande discesa ricca di tornanti, con alcuni crepacci e anche con macigni che cadono dall’alto. alcune curve strette, alle cilindrate più alte, richiederanno anche l’uso del freno per evitare di andare a sbattere contro i bordi della pista. Alla fine del giro troviamo anche un ponte che ondeggia, utilizzabile per qualche piccolo miniturbo.

Circuito di Daisy

Il Circuito di Daisy ricorda alcuni borghi della Riviera.

Questa pista proveniente dall’epoca Wii è piuttosto semplice nella concezione, ma potrebbe nascondere qualche insidia per i meno esperti. Si ambienta in una piccola cittadina costiera adibita a circuito, in cui si evidenziano principalmente due sezioni chiave. La prima è composta da due fontane a centro strada che di fatto la dividono. Andare a destra o a sinistra non cambierà nulla, permettendovi di scegliere la traiettoria migliore. Con i giusti oggetti, prima di questa area potrete anche tagliare attraverso una costruzione sulla destra. La seconda sezione è invece una curva a 360° attorno ad un faro, poco prima della fine del giro. Chi sa utilizzare bene la derapata potrà sfruttarla per ottenere un miniturbo viola, ma se utilizzerà anche le frecce turbo, potrebbe avere anche troppa velocità per correggere la traiettoria. Chi invece non padroneggia questa tecnica, dovrebbe concentrarsi sui turbo e cercare di evitare altre distrazioni.

Cala Pianta Piranha

L’ultima pista inedita di queste espansioni è solo discreta. Purtroppo ci aspettavamo molto di più anche in termini di idee e fantasia.

L’ultimo tracciato del trofeo Ghianda è anche l’ultimo inedito che si aggiunge a Mario Kart 8 Deluxe. Questo onore spetta da un percorso, principalmente sottomarino, che ci porta ad esplorare alcune rovine sommerse. Come nelle piste cittadine, ogni giro ci porterà ad esplorare nuove location di un’area piuttosto vasta, con scalinate che ci portano all’asciutto e con tuffi verso il fondale. Ci sono zone con elementi di disturbo, altre più tecniche e altre in cui si corre e basta. Non poteva mancare un galeone sommerso ma in generale, un po’ come con Roma, sembra mancare quel livello di dettaglio che ha caratterizzato altre piste, specie quelle inedite.

Trofeo Spinoso

Movida di Madrid

La capitale spagnola si fa ricordare per qualche passaggio ma non è tra le nostre piste cittadine preferite.

Anche l’ultimo trofeo si apre con una città e questa volta tocca a Madrid. La capitale spagnola viene ripresa sotto la luce del sole e si dimostra più viva e dettagliata rispetto a Roma. Anche stavolta ad ogni giro esploreremo una nuova parte della città, partendo da quella che sembra Plaza Mayor dove è presente anche un torcibruco. I giri ci portano a volare su una grande fontana, tra i corridoi di una galleria d’arte e infine nello stadio di calcio, con tanto di palloni giganti da evitare. Non la città migliore in quanto a varietà e realizzazione, ma resta una pista piacevole che non sfigura.

Ghiacciaio di Rosalinda

Si torna tra le nevi in una pista con diverse strade tra cui scegliere

In previsione del periodo invernale, il Ghiacciaio di Rosalinda ci porta su un circuito innevato, accanto all’osservatorio visto in Super Mario Galaxy. La più grande difficoltà di questo percorso arriva subito dopo il via, con una curva parabolica con un crepaccio al suo interno. Derapare sulle sue linee è molto complesso, specie alle cilindrate più alte, perché si rischia di cadere o di uscire sul bordo esterno. Dopo di che iniziano possibili deviazioni, con una parte sopra ad un lago ghiacciato e una sotto di esso. In seguito ci saranno anche due strade tra cui scegliere, una più tranquilla e l’altra con aree turbo accanto a voragini. Non possiede caratteristiche che le rendano effettivamente diverso da altre piste, ma resto camunque uno dei più piacevoli.

Castello di Bowser 3

Dal 2D del SNES ad un’ottima rivisitazione in 3D senza snaturare il percorso.

Qui arriviamo probabilmente al miglior tracciato di questa espansione. Questa affermazione deriva non tanto dalla conformazione del tracciato, quanto dall’aver riadattato una pista “piatta” del primissimo Super Mario Kart per SNES, in un tracciato molto più articolato. L’idea infatti è trasformare un circuito teoricamente in pianura, in una salita e conseguente discesa tra fiumi di lava e mura del castello. Entrano in gioco anche le ruote magnetiche infatti, che ci permetteranno di risalire una cascata di magma, prima di portarci a correre sulle mura del castello.

Qui ci aspetta un tornante con l’aggiunta di Twomp e poi una discesa verso un altro tornante, qualche pianta piranha scheletrica e ulteriori Twomp su cui potremo anche saltare. Inoltre in fase di discesa la strada si divide in tre corsie tramite due muri su cui i più precisi potranno correre per ottenere turbo. In questo caso, attenti all’atterraggio, perché il tornante alla fine sembra essere stato piazzato apposta per farvi fare una brutta fine.

Pista Arcobaleno (Wii)

Non la migliore Pista Arcobaleno, ma comunque veloce e colorata.

Non contenti delle Piste arcobaleno già presenti, questa nuova espansione aggiunge la quinta versione appartenente alla versione Wii. Seppur inferiore ad altre versioni, questa pista mette sullo sfondo il nostro pianeta mostrandocelo dallo spazio. Non ci sono trovate geniali ma solo una buona pista da correre interamente con le ruote magnetiche. Ci sono discese velocissime, salti tra corsi separate, un canale che ci proietta verso l’alto e una zona con due buchi centrali che rischiano di farci finire nel vuoto. Gli effetti speciali della strada sono molto belli e convincenti e la frenesia non manca, ma qualcosa in più ci sarebbe piaciuto.

Commento Finale

Mario Kart 8 Deluxe DLC 6 è probabilmente il pacchetto di contenuti meno convincente. Chi sperava come noi in un finale scoppiettante, magari con piste prese da altri universi Nintendo, resterà un bel po’ deluso. La pista migliore, in quanto a riprogettazione, è il Castello di Bowser 3, un modo nuovo di vedere una pista nata in 2D ma qui resa magistralmente in tre dimensioni. Il ghiacciaio di Rosalinda, il circuito di Daisy, Montagne di DK e la nuova Pista Arcobaleno sono piacevoli da ritrovare, senza che aggiungano grossa varietà. Il nuovo percorso Cala Pianta Piranha, si dimostra invece troppo classico e poco fantasioso. In fondo alla nostra lista delle preferenze troviamo Movida di Madrid e soprattutto Roma romantica, poco dettagliate e, nel caso di Roma, anche piuttosto anonima, se si esclude la presenza del Colosseo.

Con già 88 piste presenti, era sicuramente difficile aggiungerne altre 8 senza ripetersi, ma considerando la qualità di altri circuiti rimasti fuori come Monte Wuhu, Galeone di Wario o Fabbrica di Toad, un po’ dispiace. Detto questo, la presenza di 96 percorsi per un gioco come Mario Kart 8 Deluxe lo rende a dir poco unico. Comprare oggi questo Mario Kart e il pacchetto aggiuntivo, rischia quasi di far disperdere l’utente, tra 24 Trofei tra cui destreggiarsi, senza contare i diversi livelli di difficoltà. Ciò non vuol dire però che non dovreste comprarlo. Mario Kart è uno dei giochi più genuini che mi vengano in mente, capace di appassionare grandi e piccoli e di farli giocare insieme. Avere così tanta scelta non può che renderlo ancora migliore.

Ciao Mario, ti aspettiamo con il prossimo capitolo di Mario Kart su Switch 2, o comunque si chiamerà la prossima console.

Tirando le somme quindi, il Pass aggiuntivo è un acquisto praticamente obbligato per chiunque si diverta con Mario Kart 8 Deluxe. Per appena 25 euro potrete raddoppiare il numero di piste presenti. Se non lo avete ancora, sarà un bellissimo (e anche relativamente economico) regalo da mettere sotto l’albero. Ora però tutti i riflettori sono puntati sul prossimo episodio, consapevoli che Nintendo dovrà davvero superarsi per creare qualcosa di nuovo e allo stesso tempo familiare.
Buona fortuna Nintendo. Noi intanto si torna a giocare.

Pro

– Castello di Bowser 3 ricreato in modo geniale

– Molte piste sono buone aggiunte

– È bello rivedere Diddy Kong alla guida

Contro

– Roma molto sottotono

– Pista arcobaleno poco esaltante

– La nuova pista inedita è meno curata delle altre


Ultimi articoli

Ultime news

Cat Quest III ha una data d’uscita

Nella giornata di oggi, durante il Nintendo Indie World Showcase, The Gentlebros e Kepler Interactive hanno annunciato che Cat Quest III, il gioco di ruolo d’azione open-world in 2,5D, sarà lanciato

Leggi Tutto »

Vigor sta arrivando su PC

Dopo anni di attesa e una pletora di richieste, Bohemia Interactive è entusiasta di offrire ai giocatori di PC di tutto il mondo la possibilità

Leggi Tutto »

Questo sito utilizza cookie, anche di proprietà di terze parti, che consentono di inviare messaggi pubblicitari in linea con le preferenze dell’utente. Continuando la navigazione si considera accettato tale uso. Leggi l’informativa cookie: in essa sono indicate anche le modalità con cui potrai disabilitarli in qualsiasi momento.