Football Manager 2024 – Recensione

, , , ,

In un anno ricco di produzioni di altissimo livello, solo gli appassionati di pallone sono ancora in attesa di un vero e proprio salto qualitativo. Il 2024 potrebbe essere l’anno della svolta, ma Football Manager 2024 preferisce percorrere il sentiero battuto. Ripropone infatti tantissime meccaniche dei precedenti titoli di Sport Interactive e solo poche novità che lo mantengono molto simile alle edizioni passate. Abbiamo giocato molte ore con la versione per Xbox Series X, e siamo sicuri che anche quest’anno riuscirà a coinvolgere tutti i fan di vecchia data. D’altro canto è evidente che questa edizione risulti meno coraggiosa del previsto. Ma andiamo con ordine.

Football Manager 2024 ripropone ed espande la medesima filosofia che ha reso grande i brand di Sport Interactive. Permette infatti di gestire un club a 360 gradi, andando oltre la semplice sfida sul rettangolo verde. Trasferimenti, gestione dello spogliatoio, finanze del club e filosofia di gioco, sono tutti elementi che potrete gestire. Ogni capitolo ha rappresentato il miglior episodio annuale possibile, aggiungendo piccoli tasselli che hanno migliorato il quadro generale sempre di più, fino a oggi.

Detto ciò, questa nuova edizione assomiglia molto (troppo?) al predecessore. Lo fa riutilizzando menù, layout generici per le voci principali di gioco e lo stesso motore grafico per mostrarci le partite.

L’estetica della maggior parte dei menu è rimasta invariata.

Questo può anche essere positivo, ma se avete giocato con l’edizione precedente, Football Manager 2024 impiegherà parecchio per mostrare le sue piccole unicità.

In primis, ci riferiamo all’aggiunta del nuovo ruolo di terzino invertito che permette di diventare un vero e proprio jolly della difesa e aggiungersi automaticamente ai compagni di reparto più centrali in fasi di possesso. Una scelta che permette di variare il modulo da quattro a tre difensori con maggiore equilibrio. Offre infatti nuove soluzioni offensive quando supportato da mediani obbligati a rimanere dietro quando i primi decidono di partire sulla fascia.

Si tratta di piccoli elementi che impreziosiscono una fase gestionale di per sé sempre ricca ed estremamente personalizzabile. Purtroppo continua a peccare solo l’implementazione fumosa dei vari incitamenti selezionabili da bordo campo durante lo svolgimento della partita, mai misurabili effettivamente e utilizzati in modo abbastanza casuale.

Meglio una tattica offensiva o più equilibrata?

Se dobbiamo essere sinceri, in Football Manager 2024 abbiamo una gradita aggiunta presente fin dal menù iniziale. Si tratta della possibilità di iniziare la partita alla guida di un club esistente, con due nuove opzioni rispetto all’inizio più tradizionale del franchise. La prima permette di immergersi in una carriera ancora più realistica dove i trasferimenti effettivi dei calciatori non avviene all’inizio di luglio con il nostro arrivo sulla panchina, ma rispecchia progressivamente nei mesi l’arrivo effettivo dei giocatori.

Ad esempio, nel Milan non avremmo l’esterno Chukwueze, disponibile fino al suo effettivo approdo corrispondente alla fine di luglio. L’altra opzione invece annulla qualsiasi trasferimento della nuova finestra di mercato, permettendoci di cominciare effettivamente da zero senza i limiti – o le opportunità – che plasmano i vari club a seconda di acquisti e cessioni già decisi.

Graficamente abbiamo qualche piccolissimo passo in avanti, ma per il futuro ci aspettiamo di più.

Un altro elemento che ha sempre riscosso un grande successo riguarda il mercato trasferimenti e anche in Football Manager 2024 rappresenta uno degli elementi cardini dell’intera esperienza. In questo nuovo capitolo, vediamo l’aggiunta degli intermediari, figure che dovrebbero aiutarci nella difficile gestione degli esuberi e delle trattative ad essi connesse per liberarci di ingaggi pesanti o remunerare su atleti non più nei nostri piani di gioco. Parliamo al condizionale perché nella realtà dei fatti si dimostrano eccessivamente spietati e pronti a metterci i bastoni nelle ruote. Diventeranno infatti una costante eccessivamente problematica durante fasi estremamente delicate.

Avendo testato Football Manager 2024 su Xbox Series X abbiamo avuto l’occasione di verificare come si adatta al controller Microsoft. Per fortuna e contro ogni aspettativa, possiamo confermare che questa periferica ben si presta a un gioco del genere.

Giocare su controller è estremamente piacevole.

Abbiamo una mappatura dei comandi ridisegnata per l’occasione, molto semplice da utilizzare e che mantiene abbastanza ordinato lo schermo. A supporto di ciò, potremo premere in ogni momento l’analogico destro e richiamare il cursore da muovere come se avessimo effettivamente il pad. Una selezione utile, ad esempio, per rendere più immediati i cambi durante la partita.

Ultimo, ma non per importanza, sul piano grafico ci teniamo a segnalare che Football Manager 2024 non presenta dei passi in avanti. In attesa di un cambio radicale che dovrebbe avvenire nella prossima edizione, ritroviamo solo dei piccoli miglioramenti per animazioni e fisicità della palla. Il quadro generale, nel complesso, risulta ancora decisamente grezzo.

Bisogna sempre valutare i movimenti finanziari per decidere come agire sul mercato trasferimenti.

Football Manager 2024 è un titolo molto più conservativo del previsto, anche se sul lungo periodo riesce a stratificare ulteriormente la gestione del proprio club. Rimane un titolo coinvolgente e in grado di attirare tutti gli allenatori virtuali, ma avrebbe meritato maggiore coraggio per migliorare ulteriormente l’offerta che avremmo desiderato.

Pro

– La solita dose di contenuti e sfaccettature per gli allenatori virtuali…

– Il terzino invertito è molto interessante per gli schemi

– Comandi ad hoc per il controller

Contro

– Ma si inizia a notare un certa mancanza di novità significative

– Graficamente mostra ancora molte incertezze

Ultimi articoli

Serve una Fine per un nuovo Inizio

Ciao a tutti, qui Andrea, direttore responsabile di GameSailors.it, sito che nel 2014 è testata giornalistica accreditata e riconosciuta legalmente in tribunale. Oggi, con questo

Read More »

MotoGP 24 – Recensione

Quest’anno il motomondiale di Milestone ha anticipato leggermente la sua uscita per arrivare sui nostri sistemi dopo appena 4 gare sulle 21 in programma. Meno

Read More »

Ultime news

ENDLESS Legend è gratis su Steam

Amplitude Studios annuncia che il suo celebre gioco strategico ENDLESS Legend sarà disponibile gratuitamente su Steam dal 16 al 23 maggio. ENDLESS Legend è un gioco di strategia 4X del 2014

Leggi Tutto »

MotoGP 24 ha una data di uscita

Milestone e MotoGP™ sono felici di annunciare l’uscita di MotoGP 24. Il nuovo capitolo del videogioco ufficiale della MotoGP™ è disponibile su PlayStation®5, PlayStation®4, Xbox

Leggi Tutto »

Questo sito utilizza cookie, anche di proprietà di terze parti, che consentono di inviare messaggi pubblicitari in linea con le preferenze dell’utente. Continuando la navigazione si considera accettato tale uso. Leggi l’informativa cookie: in essa sono indicate anche le modalità con cui potrai disabilitarli in qualsiasi momento.