Pokémon Scarlatto e Violetto DLC 2: Il disco indaco – Recensione

, , , ,

Se a settembre abbiamo potuto mettere le mani su La maschera turchese, il primo DLC di Pokémon Scarlatto e Violetto, ora è il turno de Il disco indaco. Questa seconda avventura ha deciso di puntare più sulle prove e sulla sfida, ma senza rinunciare al mistero. Il tesoro dell’Area Zero è quindi arrivato alla fine, e possiamo tirare le somme sul pass d’espansione della nona generazione. Com’è andata? Preparate le Poké Ball che c’è la lega della nostra recensione da affrontare.

A differenza della precedente espansione, Il disco indaco si potrà avviare solo dopo aver completato sia la campagna del gioco base che La maschera turchese. In questo caso, verremo invitati ad un viaggio di studio nell’Istituto Mirtillo, situato nella regione di Unima e dove si prediligono le lotte in doppio. Questa scuola si trova immersa nell’oceano e presenta un ecosistema artificiale esplorabile, il Bioterarium, anche in questo caso di dimensioni simili ad un’area di Paldea.

L’introduzione all’istituto

Non ci sono città o Centri Pokémon, ma sono presenti dei checkpoint che ne fanno le veci. La scuola invece funziona in maniera simile all’Accademia di Mesapoli. È stata inoltre aggiunta una valuta di gioco, i Punti Mirtillo, o PM, ottenibili completando semplici missioni. Tali punti sono alla base sia degli acquisti nel negozio che di varie attività dell’istituto.

La narrativa inizialmente si concentra sul diventare campioni della Lega Mirtillo, per poi passare alla ricerca del leggendario Terapagos. Giunti nella scuola rincontreremo Rubra e Riben, quest’ultimo attuale campione, e faremo la conoscenza dei Superquattro, Piros, Rupi, Erin e Aris.

Superquattro, Campione e sfidante a raccolta

Come una classica lega, si affrontano prima loro e poi il campione, ma ci sono delle varianti. Non solo infatti le lotte sono in doppio, ma i quattro allenatori ci proporranno prove simili a quelle delle palestre. Ad esempio, Rupi ci pone delle domande a proposito di alcuni Pokémon, mentre Aris ci fa affrontare tre lotte con la restrizione di usare solo creature catturate nel Bioterarium. Fatto ciò, ingaggeranno uno scontro due contro due, e solo vincendolo otterremo il completamento della prova.

Rupi è attenta ai dettagli, come dimostra il suo quiz

La storia di questo secondo DLC conclude ciò che è stato iniziato col primo, con buoni personaggi e risvolti narrativi, sia nella parte più incentrata sulle lotte che nel ritorno nell’Area Zero. C’è però da dire che alcuni elementi di lore risultano un po’ più criptici.

Le aggiunte contenutistiche di Il disco indaco non sono poche. In primis, anche stavolta il Pokédex è stato ampliato con reintroduzioni e Pokémon inediti, con tutte le possibilità che ne derivano. In secondo luogo, oltre alle già citate missioni, è stato introdotto il Club Lega, una stanza personalizzabile spendendo PM. Si passa da semplici modifiche estetiche ad upgrade veri e propri. Si arriva anche a poter invitare noti allenatori. Oltre a dimostrarsi attività piuttosto longeve, possono sbloccare alcuni segreti, come creature altrimenti inottenibili e boss nascosti.

Si apre il club

Riprendendo il già citato Bioterarium, esso è suddiviso in quattro biomi: il selvaggio Settore Savana, il balneare Settore Costa, il roccioso Settore Canyon e il gelido Settore Ghiacciai. Ciò porta ad un’esplorazione piuttosto eterogenea, specialmente perché questi quattro settori presentano una conformazione peculiare, dalle grandi alture del Canyon ai veri laghi dei Ghiacciai. Inoltre, sono presenti anche qui i cristalli per i Raid.

Da un punto di vista della durata, la quest principale si può completare in circa una decina di ore, che però sono relative all’approccio del giocatore. Tuttavia, le varie attività secondarie le incrementano di molto, anche se alcune possono risultare più lente perché richiedono molti PM. Complessivamente, Il disco indaco si attesta su livelli di longevità più che buoni.

Aris, ti adoro perché sei uno specialista Drago, ma mi hai fatto sudare sette camicie

Per quanto concerne la difficoltà, le lotte degli allenatori che possiamo incontrare nell’Istituto Mirtillo sono fattibili senza troppi problemi, ma la situazione cambia radicalmente con le boss fight. Infatti, i Superquattro e il Campione sono avversari davvero tosti, grazie a team decisamente ragionati e un’IA che sa usare ottime strategie. Anche con squadre di livello più alto loro sanno dare filo da torcere, e non poco.

Il Pass d’espansione di Pokémon Scarlatto e Violetto si è dimostrato un DLC piuttosto eterogeneo. La maschera turchese si è incentrato più sui segreti e la narrativa, mentre Il disco indaco ha preferito concentrarsi sulla sfida e la ricerca di misteri, principali e non.

Caccia nel settore Savana

I contenuti che complessivamente sono stati introdotti riescono a coinvolgere e intrattenere per molto tempo. Dispiace solo per la difficoltà tendenzialmente relativa, tranne per i boss, e per una certa lentezza che caratterizza alcune quest secondarie. Ci troviamo davanti un’espansione tutto sommato dignitosa, che arricchisce il monster collector in modo molto vario.

Per maggiori informazioni visitate il sito ufficiale.

Astra la vista!

Pro

– L’Istituto Mirtillo e il Bioterarium sono buone ambientazioni

– Tante attività, tra principali e secondarie

– Longevità di buon livello

– Buona narrativa per personaggi e risvolti…

Contro

– …ma alcuni elementi risultano più criptici

– Tendenzialmente facile, eccezion fatta per i boss

– Alcune quest secondarie più lente

Ultimi articoli

MotoGP 24 – Recensione

Quest’anno il motomondiale di Milestone ha anticipato leggermente la sua uscita per arrivare sui nostri sistemi dopo appena 4 gare sulle 21 in programma. Meno

Read More »

Ultime news

ENDLESS Legend è gratis su Steam

Amplitude Studios annuncia che il suo celebre gioco strategico ENDLESS Legend sarà disponibile gratuitamente su Steam dal 16 al 23 maggio. ENDLESS Legend è un gioco di strategia 4X del 2014

Leggi Tutto »

MotoGP 24 ha una data di uscita

Milestone e MotoGP™ sono felici di annunciare l’uscita di MotoGP 24. Il nuovo capitolo del videogioco ufficiale della MotoGP™ è disponibile su PlayStation®5, PlayStation®4, Xbox

Leggi Tutto »

Questo sito utilizza cookie, anche di proprietà di terze parti, che consentono di inviare messaggi pubblicitari in linea con le preferenze dell’utente. Continuando la navigazione si considera accettato tale uso. Leggi l’informativa cookie: in essa sono indicate anche le modalità con cui potrai disabilitarli in qualsiasi momento.