Luigi's Mansion 3 - Anteprima

Riapre la caccia con l'aspirapolvere!

di Andrea Piaggio / giovedì 20 giugno 2019 / Anteprima

Uno dei titolo più attesi da molti possessori di Nintendo Switch è Luigi’s Mansion 3, terzo episodio di una serie nata un po’ per gioco e poi dimostratasi amatissima dal pubblica che ha osato entrare nel regno dei fantasmi insieme al fratello fifone di Mario e ad un aspirapolvere come arma. All’E3 2019 il gioco era ovviamente presente con uno stand dedicato e con diverse novità da rivelare al mondo.

Per iniziare ci concentreremo su quello che si è visto nel Nintendo Direct, una presentazione che ha permesso di visionare parecchie novità di questa nuova avventura “horror” (ho messo le virgolette, ma non ne basterebbero una decina…) made in Nintendo. Intanto sembra che il protagonista Luigi sarà invitato insieme ai suoi amici in un hotel incredibile che, guarda un po’, sarà anche il luogo infestato che catturerà Mario, Peach e gli altri, lasciando al nostro verdino il compito di salvarli. Per farlo dovrà scalare i vari piani che compongono questa strana struttura, con ogni area ben diversificata e ricca dei puzzle e dei combattimenti che hanno la fortuna della serie, insieme alla spiccata simpatia di alleati, ma anche di buffi e memorabili nemici.

Quello che sappiamo è che Luigi sarà ancora una volta armato dei un aspirapolvere dal nome esotico, che possiede però diversi gadget originali. Oltra ad aspirare e a soffiare aria, potremo anche sparare uno sturalavandini con una corda legata al manico per creare un appiglio da tirare. Si potranno così spostare oggetti, aprire contenitori, addirittura disarmare i fantasmi dotati di scudo. Questa idea che darà il suo meglio grazie alla cura riservata all’ambiente dai designers Nintendo, viene ulteriormente ampliata grazie a Gommiluigi, una versione gommosa che potrà essere creata grazie ad un liquido contenuto nella nostra arma e che permetterà molte opzioni. Oltre ad essere immune alle punte, a poter passare attraverso passaggi stretti e a garantire soluzioni intelligenti al gameplay, Gommiluigi potrà essere usato da un secondo giocatore per tutta la durata dell’avventura, rendendo Luigi’s Mansion 3 il primo episodio della saga a offrire questo tipo di esperienza, assolutamente perfetta su una console come Nintendo Switch in cui il controller principale è (anche) sdoppiabile.

Tutte queste caratteristiche e diverse altre sono state mostrate anche in una serie di gameplay che ci hanno mostrato una minima parte dei piani che ci aspettando nel lugubre ma fantasioso hotel.  I piani infatti coprono diversi temi, come per esempio una giostra medioevale con fantasmi da catturare facendo prima cadere loro l’elmo con cui si riparano dalla luce della torcia, strumento che li stordisce e li rende acciuffabili. Anche la fase di cattura è stata lievemente rivista, con il sistema di diminuzione delle energie che passa anche attraverso la possibilità di sbatacchiare il povero fantasma da una parte all’altra della stanza, andando a colpire, e indebolendo, anche altri suoi simili coinvolti nel processo. È stato mostrato poi anceh un piano in cui dovremo aiutare un regista (fantasma anche lui ovviamente) a recuperare il suo megafono, strumento senza il quale non può lavorare. In questa fase il nostro ingresso in varie stanze precedeva l’uso di una telecamera puntata su un green screen che, una volta utilizzata, ci faceva vedere il mondo ricco di particolari, animandolo poi con fantasmi che avremmo dovuto sconfiggere.

Esaltati da quanto di buono abbiamo visto, compresa una modalità per più giocatori basata sulla scalata di una torre (già vista in parte nel secondo episodio), ci sono però venute in mente alcune domande che speriamo possano avere risposte convincenti al più presto: intanto Nintendo non ha mostrato quasi mai i puzzle che hanno fatto la fortuna della serie, ma potrebbe essere una mossa per evitare di fornire fin da ora le relative soluzioni. A questo riguardo rincuora sapere che c'è la possibilità di restare bloccati (quindi i puzzleci sono pure notevoli) e che in game è stato pensato un sistema facoltativo in cui potremo chiamare il Professor Strambic per ottenere degli indizi su come proseguire. Non sappiamo ancora quanti piani avrà l’hotel e se la mossa che stordisce i fantasmi, con Luigi che salta sgambettando, avrà un uso limitato o comunque una moderata efficienza, visto che per ora sembra cavarlo dagli impicci spesso. Tutti dubbi più che leciti per un gioco attesissimo che però, ad oggi, non ha ancora una data d’uscita ufficiale. Sappiamo che il gioco arriverà entro fine anno, ma la data precisa non è ancora stata rivelata. Sperando che i fantasmi vogliano farci uno scherzetto proprio sotto Halloween, non possiamo che sperare per il meglio su un terzo capitolo cha ha dalla sua la simpatia, il gameplay e un Luigi mai così caratterizzato: sentirlo chiamare il nome di Mario a distanza di sedici anni dal primo capitolo e farci comparire il sorriso dopo tutto questo tempo, fa parte di quella strana e misteriosa magia che Nintendo sembra padroneggiare da sempre. Altro che gli incantesimi di Re Boo e dei suoi scagnozzi!

Vuoi segnalarci un errore? Scrivici qui!

Scheda

Avventura, Azione su Nintendo Switch

Pegi 7

Acquista

Social Net

Ultimi Commenti