Total War Saga: Troy - Anteprima

Finché c'è Creative Assembly c'è speranza.

di Marino Puntorieri / giovedì 11 giugno 2020 / Anteprima

Grazie alla pubblicazione di Total War: Three Kingdoms nel 2019, i ragazzi di Creative Assembly hanno portato una ventata d’aria fresca nel panorama degli strategici a turni, valorizzando quella parte di community ancorata fedelmente alle ambientazioni più storiche e classiche. Un sospiro di sollievo, insomma, nei confronti di tutti quei videogiocatori che hanno comunque apprezzato l’apertura fantasy della saga con le contaminazioni di Warhammer (tutt’oggi supportato), ma che avevano paura fosse stata dimenticata quella tradizione capace di rendere grande l’intera saga negli anni.

Una situazione che al giorno d’oggi viene messa in dubbio con la (ormai prossima) pubblicazione di Total War Saga: Troy. Capitolo “spin-off” che, seguendo le orme e la struttura di Total War: Thrones of Britannia, si concentra su un periodo storico ben più limitato e cerca di sperimentare per captare le nuove esigenze dei videogiocatori, senza dimenticarsi degli elementi che hanno rivitalizzato la saga giusto un anno fa con la proposizione della Cina dei Tre Regni. Ecco allora che tornano a dominare i campi di battaglia i guerrieri, intesi come singole unità capaci non solo di guidare eserciti, ma combattere come entità a sé stanti e ribaltare le sorti di uno scontro. Se siete rimasti folgorati delle potenzialità generate dagli scontri tra Lu Bu e Guan Yu, o Liu Bei e Cacao, giusto per citarne alcuni, allora non potete rimanere indifferenti al solo annuncio dello storico scontro tra Achille e Ettore, ricordato soprattutto grazie alla pellicola del 2004. Proprio il primo annuncio del nuovo capitolo ha messo in mostra la spettacolarità dello scontro appena citato, cercando di enfatizzare lo stesso identico combattimento; il tutto anche grazie a inquadrature sempre più cinematografiche. Siamo curiosissimi di scoprire come verranno rappresentati altri personaggi altrettanto importanti come Ulisse o Re Agamennone.

Un elemento da non sottovalutare è che se da un lato si strizza sempre più l’occhio verso una certa spettacolarizzazione di ciò che accade su schermo, dall’altro si rischia di sminuire la componente strategia. Questo è il timore che ci è sorto dopo aver visto l’ultimo trailer proposto, l’ennesimo legato principalmente agli scontri in tempo reale; attraverso l’ausilio di un (almeno apparentemente) vario numero di unità terrestri pronte a scontrarsi, troveremo di condottieri storici estremamente potenti, ma anche di alcune unità speciali come minotauri ancora difficili da inquadrare in un’ottica di bilanciamento generale dei combattimenti. Inoltre, mentre le lance si scontravano rumorosamente tra gli scudi e le armature, abbiamo notato l’utilizzo di carri da guerra per assottigliare le prime linee nemiche, stratagemma già utilizzato in numerosi titoli del passato qui però enfatizzato da un’eccessiva letalità. Fin dalla prima dimostrazione abbiamo invece apprezzato la possibilità di sfruttare la variegata morfologia dei campi di battaglia per approcci più vari rispetto al passato, come terreni fangosi che rallentano le truppe più pesanti (e che magari rischiano di rimanere più tempo sotto il fuoco incessante delle unità da tiro) o alcune zone più ricche di vegetazione che permettono di nascondere le unità senza dover per forza sfruttare i classici alberi per qualche agguato.

Se dal punto di vista del gameplay effettivo ci troviamo già abbastanza soddisfatti e speranzosi, merito soprattutto del background accennato in prefazione, sotto altri aspetti rimaniamo ancora con diversi ed enormi punti di domanda. Riguardo l'aspetto gestionale, ad esempio, Creative Assembly non ha rilasciato molte informazioni; sappiamo che ci sarà la solita struttura con fazioni da far sviluppare e crescere in veri e propri imperi come da tradizione, così come è stata garantita la presenza di una struttura diplomatica strutturata e ben più simile ai titoli recenti, ma nessuna dichiarazione volta a sbilanciare o smuovere gli animi. Soprattutto, come verrà amalgamato tutto ciò nella nuova formula mitologica? La grandezza effettiva della mappa di gioco, e la sua eventuale struttura (intesa come suddivisione di territori) permetterà campagne lunghe e ragionate o semplici scalate al potere graduali raggiungibili in un centinaio di turni? Il fatto che non abbiano ancora voluto mostrare di più fa saltare fuori qualche lecita domanda. Come se non bastasse, l’annuncio a sorpresa dell’esclusività per il primo anno di uscita su Epic Game Stores (prevista per il 13 agosto) rischia di ritorcersi contro gli stessi sviluppatori; Total War Saga: Troy uscirà su Steam solo nel 2021, lasciando la community in balia di un titolo senza il supporto delle mod per parecchi mesi, e dove la possibilità di scaricare in modo completamente gratuito il titolo nelle prime 24 ore, se da un lato sorprende in positivo, dall’altro spaventa e alimenta le paura di trovarsi tra le mani un titolo fortemente limitato al day one.

Con queste scelte di comunicazione, le ferite legate al primo anno di Total War: Rome II (ricordiamo che fu letteralmente salvato dalle mod) o i limiti generali di Total War: Thrones of Britannia (dal quale inoltre riprende la stessa nomenclatura) rischiano di riaprirsi e spaventare i numerosi fan. Nonostante ciò, Creative Assembly ha dimostrato di saper ascoltare la propria community e di poter imparare dagli errori del passato; c’è qualcosa in Total War Saga: Troy che riesce a dare speranza, forse per le potenzialità dell’epica proposta, o semplicemente per il “riciclo” (nel senso positivo del termine) di numerosi asset da Total War: Three Kingdoms. L’importante è non ritrovarsi davanti solo una versione castrata e minuta del suo predecessore: dal 13 agosto ne sapremo sicuramente di più.

Pro

- L'Iliade presenta numerosi risvolti interessanti...

- Le battaglie in tempo reale riprendono lo stesso fascino dei capitoli più recenti

- Gratuito per le prime 24 ore su Epic Games Store

Contro

- ... ma non mancano i punti di domanda sulle applicazioni strategiche per la mappa di gioco

- Ancora dubbi sui contenuti presenti al lancio

Vuoi segnalarci un errore? Scrivici qui!

Scheda

  • Data di uscita / 13/08/2020
  • Sviluppatore / The Creative Assembly
  • Sottotitoli / italiano
  • Giocatori offine / 1
  • Giocatori online / 1

Strategia su PC

Pegi 16

Social Net

Ultimi Commenti