Zone of the Enders The 2nd Runner: Mars Trial Edition

Una prova che porta con se solo conferme positive

Negli scorsi giorni PlayStation ha reso disponibile nel proprio Store la prova gratuita di Zone of the Enders The 2nd Runner: Mars Trial Edition, ovvero la remaster di un classico uscito ai tempi su PS2. Per chi non conoscesse l’originale Zone of the Enders, questo è uno sparatutto in terza persona, con ambientazioni spaziali fantascientifiche e arricchito con robot giganti e tanta azione. Il gioco e stato sviluppato e pubblicato da KONAMI nel 2003, portando la firma di Hideo Kojima in persona, ma è stato riadattato dieci anni dopo anche su PS3. Sicuramente molti si staranno chiedendo il perché di un’ulteriore remaster, ma la risposta ci viene data con l’adattamento completo per PlayStation VR, senza togliere però la possibilità di godersi il gioco in modalità classica. Il titolo sarà disponibile il prossimo settembre, ma ora vediamo cosa si può già provare dopo il download del dimostrativo.

KONAMI dimostra ancora una volta il fatto suo, rimasterizzando un giocone amatissimo e dotandolo del supporto al PlayStation VR

La demo in sé non ha una lunga durata, ma ci catapulta direttamente nell’azione dandoci la possibilità di provare le meccaniche più basilari ed importanti, godendoci una grafica del tutto fresca e restaurata. Imbracciamo immediatamente i panni di Dingo Egrett, il protagonista, intento ad inseguire un’astronave nemica per salvare un suo compagno, ma la strada per raggiungere il suo obiettivo è costellata di pericoli e nemici pronti ad intralciare il suo cammino. Dopo una serie di scontri minori i nemici chiamano la cavalleria, mandando sul suolo un soldato anche lui a bordo di un robot da guerra; sarà nostro compito sconfiggere il nemico e salire sulla nave. Una volta saliti sarà possibile affrontare altri livelli minori fino all’arrivo di un successivo scontro che terminerà il nostro tempo di prova, lasciandoci con l’amaro in bocca per non poter affrontare questa ulteriore sfida; tutto ciò, non va dimenticato, si svolge con intermezzi composti da stupende cut scene in pieno stile anime giapponese.

Pad alla mano, dopo qualche minuto è semplice interfacciarsi con i comandi di gioco e dare il meglio di sé nel momento dell’azione. Con triangolo e X possiamo spostare il nostro robot in alto ed in basso, per sfruttare al meglio lo spazio tridimensionale che ci è concesso, con quadrato possiamo lanciare raggi energetici nel caso in cui ci troviamo distanti dai nemici, mentre con la pressione dello stesso tasto in vicinanza del nemico utilizzare una spada con potenti fendenti. Con cerchio ancora possiamo afferrare i nemici e, tenendolo premuto, farli roteare per lanciarli contro altri bersagli; con il dorsale destro potremo parare, mentre con il grilletto destro potremo aumentare la velocità di movimento del nostro personaggio, inoltre combinando quest’ultimo con il tasto d’attacco potremo eseguire il lock-on su tutti i nemici in vista e rilasciare multipli raggi energetici; restando fermi e tenendo premuto il grilletto in combinazione con quadrato potremo caricare un colpo ancora più potente. Inizialmente può sembrare tutto molto complesso, in particolare la possibilità di muoversi liberamente in qualsiasi direzione, compresa l’altezza, ma una volta presa la mano il risultato è eccezionale e sicuramente divertente.

Essendo una remaster il nostro occhio critico si pone su aspetti grafici e sonori, per valutare il miglioramento complessivo dell’opera. Su questo aspetto Zone of the Enders The 2nd Runner: Mars Trial Edition sembra aver centrato perfettamente il punto, la grafica non è da meno a qualsiasi gioco attualmente creato per PlayStation 4 e inoltre il riadattamento sonoro di alcune scene, come gli effetti nel combattimento o nelle scene di volo, dove vengono enfatizzati i retrorazzi sono quel tocco in più che ti permette di elogiare la dedizione di KONAMI ai propri titoli. Ma la vera forza del gioco starà sicuramente nell’interfaccia con il sistema VR di PlayStation, motivo principale che porterà la maggior parte del pubblico interessato all’acquisto di questo secondo Zone of the Enders. Dai vari trailer rilasciati, tra cui quello presente al termine della versione di prova, si può vedere come il lavoro per la versione VR sia stato effettuato nei minimi dettagli, partendo dalla costruzione della cabina di pilotaggio del robot nel cui risiederemo, alle varie interazioni con altri personaggi, durante le boss fight in particolare.

In conclusione, Zone of the Enders The 2nd Runner: Mars Trial Edition sembra avere tutte le carte in regola per essere una delle remaster più attese dell’anno. Il gioco è stato totalmente rinfrescato per stare al passo con i tempi, potendo contare su una grafica discreta, accompagnata da un riadattamento audio sorprendente, ma con ancora tutte le caratteristiche originali che hanno reso il successo a questo titolo. Inoltre, la nuova modalità VR si dimostra essere quella ciliegina sulla torta che spingerà il gioco verso un pubblico più ampio, distaccandosi dalla nicchia di veterani ed aprendosi verso un notevole spazio di nuovi giocatori, stimolati dalla possibilità di vivere completamente il gioco in realtà virtuale. Settembre non è poi così lontano e questa nuova edizione di Zone of the Enders: The 2nd Runner potrebbe diventare uno dei migliori titoli disponibili per VR, vista anche la qualità del gioco originale. In attesa di scoprirlo, aspettiamo l’imminente E3 per saperne di più.

Ultimi articoli

NBA 2K23 – Recensione

I miei primi passi con NBA 2K stato sono stati con la versione 2012 che, guarda caso, aveva Michael Jordan in copertina. L’impatto con quel

Read More »

Ultime news

PAW Patrol: Gran premio è disponibile!

Outright Games, uno dei principali editori globali di prodotti d’intrattenimento interattivo per famiglie, in collaborazione con Paramount Consumer Products, Nickelodeon e Spin Master Ltd., un’azienda

Leggi Tutto »

Questo sito utilizza cookie, anche di proprietà di terze parti, che consentono di inviare messaggi pubblicitari in linea con le preferenze dell’utente. Continuando la navigazione si considera accettato tale uso. Leggi l’informativa cookie: in essa sono indicate anche le modalità con cui potrai disabilitarli in qualsiasi momento.