Destiny 2: Oltre la Luce – Stagione del Tecnosimbionte – Recensione

La mente Vex è sempre implacabile!

Dopo il buon successo della Stagione degli ElettiDestiny 2 dà inizio alla quattordicesima Stagione dell’ormai iconico free-to-play che ci porta a viaggiare nella galassia ideata da Bungie. Anche questa Stagione del Tecnosimbionte avrà una durata di tre mesi, iniziata lo scorso 11 maggio per poi terminare il 24 agosto e proponendo imprese e ricompense esclusive per tutta la sua durata.

Solo il Casato della Luce può aiutare i Guardiani contro la minaccia Vex

Come si è potuto vedere nella precedente esperienza stagionale, Bungie ha voluto inserire un piccolo filo conduttore di trama che verrà aggiornato settimanalmente fino ad agosto. Se durante la Stagione degli Eletti (qui la nostra recensione) i principali antagonisti erano rappresentati dai Cabal, a questo giro ci aspettano i Vex e gli Eliksni. Dopo le ultime vicende, l’Ultima Città è sprofondata in un buio perenne per mano dei Vex che, tramite le loro tecnologie avanzate hanno creato una sorta di campo di forza per intrappolare gli ultimi superstiti e privarli della Luce. La soluzione più promettente per contrastare questo attacco proviene però da un popolo non del tutto amichevole, ovvero gli Eliksni. Sotto il comando di Ikora veniamo informati che all’interno di un piccolo gruppo di Eliksni milita uno degli ultimi Tecnosimbionti, Mithrax; grazie alle sue avanzate conoscenze tecnologiche è in grado di comunicare e penetrare facilmente la rete Vex, ponendo quindi speranza di vittoria nello scontro con le macchine. Nasce quindi un’alleanza tra la Torre e il Casato della Luce, portando vantaggi ad entrambi i popoli, tanto che verrà fornito un rifugio sicuro per il clan di Mithrax all’interno dell’Ultima Città, mentre potremo interagire con il Tecnosimbionte tramite il Tavolo del H.E.L.M., piccolo hub aggiunto durante la Stagione degli Eletti.

Un inizio di trama sicuramente convincente, forse anche più del precedente, dato l’inserimento di più schieramenti tra nuovi alleati, e nemici sempre più ostinati. Oltre a questo però, cosa porta di nuovo la Stagione 14 nel mondo di Destiny? Ovviamente, anche se è un po’ scontato da dire, arrivano nuove armi ed armature per tutte le classi, nello stile Eliksni e Vex ma, ancora più importante, arriva la primissima arma con elemento Stasi, fornita immediatamente ad inizio stagione per chi ha acquistato il Pass Stagionale. Si tratta di un’arma da supporto esotica, la cui abilità speciale è che dopo aver ucciso qualche nemico in serie si potrà caricare un colpo speciale con potere della Stasi, utilizzabile tenendo premuto il grilletto; l’idea è molto interessante, oltre che una buona base per future armi con questo elemento. Viene inserito anche un nuovo tipo di missione necessario per aiutare a sconfiggere la mente Vex, denominata Violazione:questa viene affrontata in co-op con altri 5 Guardiani, riprende delle dinamiche viste nella modalità Azzardo, e attualmente si svolge nelle distese innevate di Europa, anche se cambierà location ogni settimana. Scesi sul campo di battaglia sarà presente un traliccio di tecnologia Vex che va riempito di energia per poterlo bypassare; tale energia viene recuperata sconfiggendo varie orde di nemici, esattamente come in un classico Azzardo. Una volta terminata questa fase sarà possibile entrate nella sottorete Vex, fino a raggiungere una boss fight che potrà fornirci ricompense. Queste ricompense si trovano su due forzieri di cui uno può essere aperto solo attraverso un Codice D’Accesso che si può ottenere modificando un guanto che ci è stato fornito da Mithrax; il guanto funziona esattamente come il Martello Delle Prove che abbiamo incontrato nella precedente stagione, con l’unica differenza che invece di caricarsi con oro Cabal, questo si carica con Etere, ottenibile sempre svolgendo le più svariate attività.

L’altra grande aggiunta di questa stagione, in realtà, proviene dal passato e farà saltare di gioia tutti i veterani che hanno passato ore sul primo Destiny. Ritorna infatti la Volta di Vetro. Per chi non lo sapesse, questa è stata la prima incursione mai apparsa in Destiny e ovviamente coinvolgeva i Vex;abbiamo così un richiamo nostalgico che può fare sicuramente bene ad un titolo che ormai è stato approcciato da moltissimi giocatori, vista la sua nuova natura free-to-play e conseguentemente saranno molti i Guardiani che non hanno mai provato questo Raid. Oltre tutto, c’è da dire che l’approccio alla Volta di Vetro sarà completamente diverso dal passato, considerando tutte le aggiunte che ha subito il titolo in questi anni, dalle armi alle abilità di classe dei Guardiani. Ultima piccola aggiunta, anche se solo a livello estetico, è un nuovo commerciante alla Torre che ci permetterà di sbloccare le decorazioni per la nostra armatura. Detto così sembra qualcosa di nuovo ed eccezionale, ma in realtà è più banale del previsto. Difatti nel menù dedicato al nostro personaggio è stato inserito uno slot dedicato esclusivamente agli shader e con capienza illimitata (era ora!); inoltre, sempre da questo menù sarà possibile cambiare aspetto ai pezzi di armatura, prendendo le fattezze di altri posseduti in precedenza, conun processo di trasmogrificazione che utilizza una nuova valuta dedicata, chiamata Sinto Stoffa.

Ovviamente poi durante la stagione si alterneranno settimane dove tornerà lo Stendardo di Ferro, per gli appassionati del PvP, senza contare in ogni caso le miriadi di attività sempre disponibili nell’universo di Destiny. Sicuramente Bungie ha trovato una formula molto interessante per far proseguire le varie stagioni, aggiungendo una trama dedicata quasi ad “episodi” che si svolgono di settimana in settimana. Il continuo rinnovamento di equipaggiamento che risulta essere sempre una ventata di aria fresca per questo tipo di giochi, insieme a questo tocca nostalgico con il ritorno della Volta di Vetro. Mi auguro solo che le dinamiche interne nelle prossime stagioni possano un po’ variare, per non avere ogni volta una Stagione fotocopiata con la sola differenza dei nemici principali o dell’equipaggiamento. In ogni caso, il tema a questo giro ci convince più del precedente: sarà l’aggiunta di Mithrax o la nostalgia del primo Destiny, ma gli sforzi messi in campo da Bungie convincono e riescono a divertire un po’ tutti i Guardiani, dai veterani ai nuovi arrivati.

Pro
  • – Nuovi equipaggiamenti fantastici
  • – Nuove attività PvE
  • – Il ritorno della Volta di Vetro
  • – Finalmente Shader illimitati!
Contro
  • – Nessuna aggiunta per il PvP
  • – Meccaniche molto simili alla precedente Stagione
  • – Troppo tempo richiesto per certi traguardi

Ultimi articoli

NBA 2K23 – Recensione

I miei primi passi con NBA 2K stato sono stati con la versione 2012 che, guarda caso, aveva Michael Jordan in copertina. L’impatto con quel

Read More »

Ultime news

PAW Patrol: Gran premio è disponibile!

Outright Games, uno dei principali editori globali di prodotti d’intrattenimento interattivo per famiglie, in collaborazione con Paramount Consumer Products, Nickelodeon e Spin Master Ltd., un’azienda

Leggi Tutto »

Questo sito utilizza cookie, anche di proprietà di terze parti, che consentono di inviare messaggi pubblicitari in linea con le preferenze dell’utente. Continuando la navigazione si considera accettato tale uso. Leggi l’informativa cookie: in essa sono indicate anche le modalità con cui potrai disabilitarli in qualsiasi momento.