Ecco i giochi di gennaio 2021 disponibili con Xbox Live Gold - News

Come iniziare al meglio il 2021 se non con titoli gratuiti di Microsoft?

di Marino Puntorieri / lunedì 04 gennaio 2021 / News

Terminato un 2020 per quanto diverso dal solito sorprendentemente ricco dal punto di vista videoludico, siamo pronti ad abbracciare il nuovo anno con maggior interesse verso un settore che continua a regalarci tantissime emozioni. Proprio questo aspetto Microsoft continua la propria campagna legata al supporto di servizi ricchi di titoli da poter giocare gratuitamente, e se il Game Pass continua a farla da padrone registrando record di abbonati, il primo mese del 2021 vede alcune interessanti chicche anche per gli iscritti al più tradizionale Xbox Live Gold. Un buon metodo per avere qualche titolo gratuito da scoprire già sotto le feste, capace di abbracciare qualsiasi tipo di videogiocatore.

Little Nightmares – Scaricabile dal primo al 31 gennaio – produzione a tinte horror realizzata nel 2017 da Tarsier Studios in collaborazione da Bandai Namco, estremamente godibile e da considera ottima chance per avvicinarsi al brand forte di un secondo capitolo previsto già a febbraio del nuovo anno. Impersonando una piccola bambina dal vistoso impermeabile giallo cercheremo il modo per fuggire da un inquietante resort denominato “Le Fauci”. Il confronto con creature deformi e dalle tinte grottesche sempre più grandi di noi ci obbliga alla fuga ragionata così come all’arrangiarsi per muoversi nell’ombra per salire piano dopo piano e raggiungere la tanto desiderata uscita. Ovviamente non mancano i segreti e alcuni colpi di scena ben inseriti per coinvolgere lo spettatore, grazie a una narrazione “silenziosa”, ma preponderante in ogni stanza o ambientazione. Il must have di questo mese che non potete assolutamente farvi scappare e a questo link trovate la nostra recensione completa.

Dead Rising – Scaricabile dal 16 gennaio al 15 febbraio – remastered dell’omonimo titolo a tema apocalisse zombie uscito originariamente su Xbox 360 e supportato nel tempo con diversi capitolo e una community tutto rispetto. Un mondo sull’orlo dell’oblio con orde di non morti con i quali sopravvivere con ogni mezzo a disposizione, tramite armi più o meno fedeli alla realtà ed altre di fortuna, il tutto sorretto da uno stile sorprendentemente irriverente e divertente. Insomma, non proprio lo stile tipico dei giochi più classici legato al tema degli zombie, ma come è riuscito al tempo a divertire su 360 anche nella sua versione rimasterizzata riesce a difendersi dignitosamente, sorretto proprio da un comparto grafico più pulito nonostante qualche bug sul quale si può tranquillamente sorvolare. Un titolo utile per staccare la spina e maciullare non morti fino allo sfinimento.

The King of Fighters XIII – Scaricabile dal primo al 15 gennaio grazie al programma retrocompatibilità – picchiaduro a scorrimento laterale realizzato da SNK per Xbox 360 e che riprende le stesse atmosfere e meccaniche dell’omonimo realizzato nel periodo da considerare oro per le sale giochi. Non fatevi trarre in inganno dalla decina di anni sulle spalle perché si tratta di un lavoro ricco di tecnicismi da dover affinare per concatenare le combo più spettacolari. Vanta un roster di personaggi e di modalità di tutto rispetto e soprattutto una cura a tratti maniacale per le animazioni; la sorpresa da non farsi scappare per tutti gli amanti del genere di riferimento.

Breakdown – Scaricabile dal 16 al 31 gennaio grazie al programma retrocompatibilità – titolo disponibile per la prima Xbox nel 2004 ed estremamente di nicchia fin dalla sua pubblicazione per scelte di design coraggiose soprattutto per quel periodo. Un progetto che mescola meccaniche da sparatutto e picchiaduro mantenendo la telecamera costantemente ancorata per la visuale in prima persona (anche durante le scene di intermezzo ovviamente) e che propone una storia a metà tra il thriller e lo sci-fi, dove impersoniamo un marine che a causa di un esperimento sul quale dover far luce ha perso la memoria. Per non farci mancare nulla combatteremo non solo soldati in carne ed ossa, ma anche una misteriosa razza aliena, e al netto di tutti i limiti strutturali del caso potrebbe incuriosire anche i meno avvezzi.

Vuoi segnalarci un errore? Scrivici qui!

Social Net

Ultimi Commenti