Impressioni a caldo su Xbox Series X - Recensione

Alla scoperta della pura potenza di Xbox Series X

di Marino Puntorieri / venerdì 13 novembre 2020 / Recensione

Finalmente è iniziata una nuova generazione videoludica e ad aprire le danze è stata Microsoft con un’intensa campagna marketing culminata con la distribuzione dal 10 novembre di Xbox Series X|S. Microsoft ha risposto “presente” al nuovo salto generazionale del mercato videoludico, e se n’è accorta anche l’utenza grazie ad una fiducia frutto di un attento lavoro di valorizzazione del concept videoludico (sempre più inteso come servizio) operato negli ultimi anni.  In calce all’articolo trovate il video unboxing ufficiale della prima Xbox Series X arrivata in redazione, mentre le impressioni scritte di seguito riprendono e completano l’elaborato con alcuni approfondimenti ulteriori e test sui giochi effettuati in questi primi giorni, permettendo di valorizzare ulteriormente i punti di forza già noti sin dalla fase di annuncio ed evidenziare alcune piccole criticità.

 

 

Sin dal packaging ufficiale si denota come Microsoft si mostri con uno stile ben più equilibrato e minimale rispetto alla concorrenza, senza dimenticare di ricordare al videogiocatore di avere tra le mani la più potente console esistente grazie a una dicitura apposita in bella vista appena si apre il cofanetto. Sorprendentemente la console, dal peso di circa 5 kg, si presenta dal vivo ben più piccola e compatta del previsto, confermando le supposizioni in sede di annuncio di essere un monolite che ben si sposa con qualsiasi design. La posizione naturale sarebbe quella verticale utilizzata anche come riferimento per il logo ufficiale, con 4 piccoli gommini neri ai bordi di una delle facciate più lunghe che favoriscono un posizionamento efficiente anche in orizzontale. L’effetto “verde” presente sulla superficie superiore (riferimento console in verticale) non è sfortunatamente dato da nessun tipo di accensione particolare a led, ma semplicemente un effetto ottico sulla parte bucherellata generato da un doppio strato colorato in plastica; ottimo per spezzare dal quel nero utilizzato come colore dominante, anche se parliamo di un effetto visivo che si affievolisce avvicinando lo sguardo. Un plauso obbligatorio riguarda la silenziosità della console anche sotto sforzo, con temperature leggermente più alte e concentrate sulla parte superiore appena citata perché adibita alla fuoriuscita dell’aria calda, favorendo un ricircolo costante con aria fredda e temperature minime sulla parte inferiore in contatto con il core della macchina.

Ultima menzione dal punto di vista estetico per il nuovo controller, rispetto a quello Xbox One leggermente più compatto grazie a un unico corpo centrale di riferimento: insomma, a primo sguardo e contatto ricorda un pad elite, ed effettivamente anche la croce direzionale uniforme lo evidenzia e associa sotto l’aspetto qualitativo. Parliamo di un controller più leggero è dal dorso puntigliato per un grip e un’impugnatura maggiormente confortanti. Il tasto centrale per lo share diretto è invece la vera novità sotto l’aspetto dei comandi effettivi, una feature in game estremamente comoda, ma che vi assicuriamo impiegherà qualche sessione per essere appresa con naturalezza durante le partite più concitate.

Accesa la dashboard di Xbox Series X la sensazione, soprattutto per i vecchi giocatori Microsoft, è di essere tornati a casa. Il layout così immediato dei vari menù è identico all'ultimo aggiornamento applicato sulla serie One, favorendo una navigazione user-friendly sia per i fan più datati sia per i neofiti. Aggiunta principale è invece una barra di ricerca utile per navigare tra le varie funzioni come app, store, community e videogiochi, ma nel caso di questi ultimi la ricerca specifica digitando lettera per lettera è ancora un po’ macchinosa e nel caso di titoli con più edizioni speciali rischia di far perdere qualche minuto di troppo nella ricerca anche solo del titolo standard. Microsoft ha continuato a implementare un sistema fortemente orientato sul contatto con i propri amici e le rispettive community dei giochi presenti nelle liste utenti; tramite i gruppi e adesso possibile modificare audio di ogni singolo membro del party ed è ancora più intuitivo gestire le voci di gioco e differenziarle da quelle dei membri del proprio team. Siamo riusciti anche a provare il quick resume per passare in modo immediato da un gioco all’altro quasi senza interruzioni, ma ammettiamo lo switch sia riuscito solo con un numero limitato di titoli, mentre con altri più recenti (anche solo The Falconeer che è un indie made in Microsoft appena rilasciato) è stato temporaneamente disabilitato per alcuni problemi sui quali il team ha già assicurato di essere al lavoro.

Ovviamente il test non poteva non coinvolgere anche alcuni giochi, e anche se non è stato ancora possibile mettere le mani su un vero e nuovo pezzo da novanta, Microsoft mette a disposizione il Game Pass come vero punto di forza sin dalla prima accensione della console e abbiamo avuto la conferma di come giochi relativamente “vecchi” riescano ancora a dimostrare tantissimo, aggiungendo dettagli e dimezzando i caricamenti nella maggior parte dei casi. Ne è un esempio lampante Forza Horizon 4, rinvigorito per l’occasione da nuovi dettagli (soprattutto nei giochi di luce) e un 4K e 60 fps costanti. Il team di Playground Games ha però promesso ulteriori aggiornamenti sul loro titolo automobilistico dopo che sono sorti alcuni confronti sul web in deficit rispetto alla versione Xbox One X, tirata maggiormente a lucido per i dettagli sui veicoli (anche se con la metà degli fps). Nessun tipo di problema invece su Apex Legends, ben più performante con l’approdo sulla nuova generazione, mentre per FIFA 21 bisogna attendere dicembre per un aggiornamento specifico che sembra stravolgerlo (in bene, finalmente) dal punto di vista grafico. Da elogiare completamente anche Sea of Thieves, con il team di Rare che ha approfittato della nuova potenza tecnica per una conversione sempre 4k nativi e 60 fps granitici; solcare i mari con i propri amici su navi pirata non è mai stato così coinvolgente e i nuovi dettagli grafici impreziosiscono un lavoro che da parte del team era già di base ottimo sotto l’aspetto stilistico. Piccola segnalazione negativa, invece, per alcuni problemi di connessione e latenza in questi primi giorni che ha riguardato le code di download sulle nuove Series X di svariati giochi, obbligando ad alcuni riavvii della console, e problemi generici di Xbox Live su Xbox One. Problemi sui quali Microsoft è comunque già a lavoro per arginare prontamente il problema e che spariranno a breve.

La nuova generazione videoludica è finalmente cominciata e Microsoft ha sicuramente imparato dagli errori del passato; il lancio di Xbox One in quel disastroso E3 del 2013 che ha condizionato un po’ l’intera generazione è ormai un lontano ricordo. Xbox Series X ha dalla sua un’offerta solida, penalizzata solo dall’assenza di quell’Halo Infinite che sarebbe stato la vera punta di diamante. Nonostante ciò il Game Pass riesce da solo a giustificare - nell’ottica della continuità del servizio imbastito da Microsoft - l’acquisto della nuova ammiraglia, rendendo questo lancio il migliore mai realizzato di tutta la famiglia di console Xbox. Bisognerà attendere nuovi aggiornamenti per alcuni giochi più pesanti e avere un’ulteriore conferma sulla solidità nativa del 4k a 60 fps, ma nel mentre non possiamo che essere soddisfatti e più che speranzosi per un supporto costante a tutto tondo. Se siete possessori di Xbox One o One X comprendiamo comunque il vostro interesse nel non cambiare console nell’immediato, usufruendo ugualmente di un supporto con il Game Pass e oltre che Microsoft non è minimamente intenzionata a diminuire sotto l’aspetto dell’intensità. Certo è che dopo aver provato la nuova console e quello che offre, si capisce la differenza hardware tra quessta e la precedente generazione e diventa impossibile tornare indietro.

Vota anche tu eseguendo il login

Vuoi segnalarci un errore? Scrivici qui!

Scheda

  • Sviluppatore / Microsoft Studios

Console su Xbox Series X/S

Social Net

Ultimi Commenti