Super Monkey Ball: Banana Blitz HD - Recensione

AIAI, che ritorno in grande stile!

di Marino Puntorieri / lunedì 18 novembre 2019 / Recensione

Strana sorte quella toccata a Super Monkey Ball. La serie arcade arrivata su cabinati (con controller a forma di banana a grandezza naturale) e console Nintendo nei primi anni duemila, poi estesa anche su Xbox e Playstation 2, si era creata un bel gruppo di appassionati, per poi finire parzialmente nel dimenticatoio senza registrare seguiti importanti per oltre un decennio. Mezzi contentini tra PS Vita e smartphone cercavano di farsi spazio negli store online, ma niente che potesse essere paragonato a quel passato così scintillante e per certi versi folgorante. Proprio per questo, però, il team di sviluppo storico capitanato da Toshihiro Nagoshi ha sapientemente deciso di realizzare una remastered di quel Super Super Monkey Ball: Banana Blitz uscito su WII nel lontano 2006, con il chiaro obiettivo di riaccendere l'interesse. Missione compiuta o ennesimo salto nel vuoto?

 

Come già accennato, Super Monkey Ball: Banana Blitz HD riporta sui nostri schermi l'omonimo capitolo di tredici anni fa, rendendolo disponibile su tutte le piattaforme casalinghe dell'attuale generazione. Per chi non sa in cosa consiste, il gioco possiede meccaniche platform-arcade che dietro un primo approccio innocuo e spensierato, nasconde un senso di sfida improvviso e capace di mettere alla prova i più temerari e pazienti. Il giocatore impersona la scimmietta AiAi oi suoi pelosi simili e deve tagliare il traguardo di ogni stage prima dello scadere del tempo. I simpatici animaletti sono però racchiusi all’interno di sfere trasparenti e, come accade con le più classiche biglie, bisogna muovere e inclinare il piano stesso dell’ambientazione per superare incolumi ogni livello.

Da qui si capisce la presenza di un gameplay tanto semplice e immediato quanto ricco di sfaccettature; in Super Monkey Ball: Banana Blitz HD non si muove la scimmietta di turno, ma si utilizzano le levette per inclinare il piano su cui si muovono, utilizzando nel momento giusto il comodo pulsante del salto per evitare buche e supeare situazioni maggiormente verticali. Proprio la funzione del salto era la grande novità di questo capitolo nel 2006 permettendo agli sviluppatori di arricchire le ambientazioni con un quantitativo considerevole di oggetti, trappole, e nemici che non fungono da semplici corredi estetici. Il comparto single player si snoda anche oggi su otto scenari, composti ciascuno da otto livelli più uno bonus e un boss finale da dover sconfiggere. Se i primi stage e mondi non brillano per fantasia e impegno, superata la metà circa si nota un’evidente impennata della difficoltà soprattutto per vuole raccogliere ogni casco di banane e completare il tutto al 100%. Bastano quindi poche ore per completare il gioco in singolo, con alcuni boss più riusciti di altri, ma che possono raddoppiare se siete tra gli irruducibili che vogliono completare al massimo ogni singolo stage.

Ovviamente i personaggi selezionabili a inizio partita godono di leggere modifiche a parametri come elevazione, velocità massima e volume della sfera, piacevole per diversificare un pizzico l’esperienza. Una scelta che va incontro alla volontà degli sviluppatori di inserire anche i dieci minigiochi originali disponibili su Wii; questi riescono a divertire soprattutto nel multiplayer, considerando che ora, oltre a poterli giocare con amici tramite split screen fino a quattro giocatori, potrete anche competere online e scalare le classifiche mondiali. Peccato solo per l’assenza dei controlli di movimento che smorzano un feeling generale che, almeno su Switch e PS4, avrebbero aggiunto un ulteriore livello di interazione.

Tecnicamente il lavoro svolto per Super Monkey Ball: Banana Blitz HD risulta di buona fattura. I miglioramenti più evidenti riguardano i personaggi presenti, così come nemici e boss ben caratterizzati esteticamente. Non convince pienamente la correzione effettuata per le ambientazioni, con scorci e panorami non proprio di prima fascia, fortunatamente camuffati grazie ad una palette cromatica generale ricca di colori accesi, e un ritmo di gioco che difficilmente farà perdere tempo al giocatore per fermarsi e guardarsi intorno. Cartellino giallo invece per la telecamera, a tratti ingestibile nelle situazioni più concitate. Positive a tutto tondo invece le musiche grazie ad ottimi campionamenti sonori, con alcuni picchi registrati durante le boss-fight.

Super Monkey Ball: Banana Blitz HD è il tanto atteso ritorno della serie che tutti i fan aspettavano da tempo. Un lavoro che riesce ad andare oltre il semplice compitino e a prezzo contenuto (40 euro al lancio) offre divertimento e spensieratezza, senza mettere da parte un livello di sfida da non sottivalutare. Un titolo che, superato qualche problema, consigliamo anche ai neofiti per provare qualcosa di diverso, ma non per questo di minore godibilità. Fatevi avanti e vi assicuriamo che non rimarrete delusi.

Pro

- Tanti stage ben differenziati

- Buon livello di sfida

- Multiplayer ben integrato tra sfide a tempo e minigiochi

- Tecnicamante si difende dignitosamente...

Contro

- ... ma si poteva fare qualcosa di più per alcuni dettagli

- La telecamera non è un buon alleato, soprattutto nelle boss fight

Redazione

8,0

Vota anche tu eseguendo il login

Vuoi segnalarci un errore? Scrivici qui!

Scheda

  • Data di uscita / 29/10/2019
  • Sviluppatore / SEGA
  • Doppiaggio / inglese
  • Sottotitoli / italiano
  • Giocatori offine / 1
  • Giocatori online / 1-4
  • Raggiungi la pagina ufficiale

Platform, Arcade su PC, Nintendo Switch, Xbox One, PlayStation 4

Pegi 7

Social Net

Ultimi Commenti