Chi è il Barone Zemo? - Speciale

L'onore e la spada!

di Giovanni Campodonico / lunedì 19 aprile 2021 / Speciale

Nel mondo del fumetto i supercattivi spesso si scelgono un singolo avversario e lo attaccano a più riprese venendo sempre sconfitti, e solo pochi eletti fra le fila dei malvagi col costume si sono riusciti ad espandere oltre la singola nemesi.
Oggi, parliamo proprio di uno di questi personaggi, anzi di una vera e propria famiglia di gaglioffi mascherati che, sebbene da sempre legati alla lotta con la sentinella della Libertà nota come Capitan America, sono riusciti a terrorizzare anche il mondo con le loro singole forze: ci riferiamo alla dinastia degli Zemo!
Il primo membro di questa famiglia che conosceremo infatti, è il 12esimo Barone Zemo, lo scienziato nazista chiamato Heinrich, nato nel 1900 in Germania.
Il nostro era un vero e proprio genio della chimica, ma anche un uomo fermamente convinto della superiorità della sua stirpe, così tanto da arrivare ad unirsi alle forze di Adolf Hitler, offrendo la sua enorme intelligenza al terzo Reich.


Inventore di numerose tecnologie futuristiche, una delle più grandi invenzioni di Heinrich sarà un composto chimico che permetteva di incollare permanentemente due oggetti chiamato “Composto X”, un'arma forse sciocca, ma piena di risvolti crudeli.
Il Barone cercherà di usare questo composto contro i soldati americani, ma sarà fermato da Capitan America che riuscirà a rovesciare il composto addosso al nemico, fissando la sua faccia per sempre al cappuccio che portava in testa.
Fortunamente (o sfortunatamente, dipende a chi lo chiedete) il composto aveva anche altri effetti, tra i quali quello di rallentare l'invecchiamento, ma Zemo non ne voleva sapere e cercherà vendetta contro Capitan America, arrivando anche a legare l'eroe ed il suo assistente Bucky ad un'aereo bomba, causando la morte appartenente del leggendario duo.
Per anni, Heinrich si dedicherà a trovare un solvente per il composto X, per liberarsi dalla sua maledizione, ma prima di poter trovare una soluzione, al nostro arriverà una voce: Capitan America era tornato, trovato congelato dentro un iceberg dove era rimasto in animazione sospesa.
Furioso, Zemo deciderà di combattere di nuovo il suo vecchio avversario, arruolando uno stuolo di supercriminali che prenderanno il nome di Signori del Male, diventando una sorta di versione malvagia dei ben più famosi Avengers.


Il gruppo, seppur potente, sarà però sconfitto, e Zemo perderà la vita in uno scontro con l'antico nemico Capitan America, ponendo così fine alla minaccia della dinastia germanica.
Oppure no?
All'oscuro di tutti infatti, Heinrich aveva avuto un figlio, Helmut, 13esimo Barone Zemo, cresciuto dal padre con gli stessi ideali bigotti di superiorità assoluta della razza ariana, specie se facente parte della loro gloriosa dinastia.
Cercando vendetta per la morte del padre, Helmut si cucirà un costume e con il nome di Fenice proverà ad uccidere Capitan America ed il suo nuovo assistente, l'alato Falcon, venendo però sconfitto e gettato in una vasca di composto X.


Fortunatamente il costume di Zemo era refrattario al micidiale composto, ma durante la caduta il nostro aveva perso la maschera, e il contatto diretto con il composto chimico rallenterà sì il suo invecchiamento, ma lo lascerà anche terribilmente sfregiato. Questo lo porterà volontariamente ad indossare un costume ispirato a quello paterno, dotato anch'esso di cappuccio (e del collare di ermellino, che sia mai che non si combatte il bene con un vestito sciatto), per coprire le sue cicatrici.


Per anni quindi, Helmut si dedicherà alla distruzione di Capitan America, sia in solitaria, sia insieme a nuove formazioni dei Signori del Male, arrivando sempre più spesso alla totale distruzione degli Avengers.
Citiamo ad esempio quella volta che il Barone metterà sotto assedio la base degli eroi più potenti della Terra, mettendo sotto scacco il gruppo per moltissimo tempo, con uno dei piani più malvagi della storia dei fumetti. Quando il criminale mutante noto come Onslaught proverà a distruggere il mondo, Gli Avengers ed i Fanstastici Quattro dovranno unire le forse per fermarlo, arrivando apparentemente a morire (in realtà erano stati teletrasportati in un mondo alternativo dove potevano vivere nuove vite, ma questa è una storia per un altro giorno). Zemo deciderà così di sfruttare l'evento per creare un finto supergruppo chiamato Thunderbolts (composto da supercriminali travestiti), con il quale creerà un nuovo senso di speranza nella popolazione mondiale, solo per poi toglierlo, e distruggerlo una volta rivelati i suoi piani di dominio della Terra.

Proprio grazie ai Thunderbolts (che nel corso degli anni cambieranno formazione molto spesso, diventando anche uno squadra al soldo del governo USA) che Zemo guiderà in numerose incarnazioni, il nostro inizierà a maturare, lasciando dietro di se gli ideali nazisti del padre, e creandosi la consapevolezza che non era la sua stirpe ad essere superiore, ma lo era solo e soltante lui.
In questo periodo Helmut si dimostrerà non solo un abile leader, ma si allenerà anche per diventare uno spadaccino provetto (anche per avere un'arma che fosse antitesi perfetta allo scudo di Capitan America) ed un abilissimo manipolatore, fungendo spesso più da antieroe che da vero antagonista, aiutando anche a salvare il mondo in un paio di occasioni. 

Ma le brutte abitudini sono dure a morire, e dopo varie peripezie, abbiamo di nuovo visto Helmut tornare ad essere un cattivo a tutto tondo, in grado di manipolare una nuova generazione di eroi, di guidare uno stato di supercattivi, e diventando anche il leader supremo dell'organizzazione terroristica nota come Hydra.
Se Heinrich Zemo era perlopiù una macchietta, uno strumento narrativo per creare del dramma nella vita di Capitan America, Helmut Zemo è invece uno dei cattivi più carismastici della Marvel.
Un cattivo che ha un'anima, la capacità di cambiare e di evolversi, diventando non solo un personaggio estremamente sfaccettato, ma un cattivo molto più pericoloso proprio perchè fondamentalmente molto umano. Un personaggio che unisce l'odio che nasce dalle sue radici alle sue paure ed idiosincrasie, per mostrarci un volto del male sfregiato, dove a volte possiamo riconoscerci anche noi.

Vuoi segnalarci un errore? Scrivici qui!

Scheda

  • Editore / Marvel Comics
  • Autori / Stan Lee, Jack Kiby, Roy Thomas, Tony Isabella, Sal Buscema
  • Genere / Comics

Social Net

Ultimi Commenti