Le uscite di Febbraio 2020 - Speciale

Meno male che quest'anno c'è un giorno extra...

di Andrea Piaggio / lunedì 03 febbraio 2020 / Speciale

Nel mese di gennaio 2020 i giochi sono stati così pochi che abbiamo addirittura evitato di creare questa rubrica. Ora, quasi per vendetta, nei prossimi 29 giorni ci aspettano così tante uscite che ho anche pensato di rivedere l’impostazione di questa pagina, così da potervi parlare di tutto senza però proporvi una fiumana di parole che potrebbero distrarvi da quello che davvero conta, ossia i giochi.

 

4 febbraio

 

Il mese inizia tra moto e zombie, con lo sportivo Monster Energy Supercross 3 e con lo sparatutto Zombie Army 4. Da una parte gli appassionati di motocross americano avranno il loro da fare con un terzo capitolo, sempre creato dall’italianissima Milestone, che sembra puntare sempre più sulla precisione della fisica, elemento fondamentale quando si tratta di un racing game su due ruote, specie se queste si alzano dal suolo in continuazione e atterrano su tracciati fangosi. Dall’altra chi adora far fuori zombie come se non ci fosse un domani può buttarsi sul gioco di Rebellion che, sulla base di Sniper Elite, crea un folle gioco in cui Hitler ha scatenato sulla terra l’apocalisse a base di non morti e tocca a noi respingerla. Un’uscita che si basa moltissimo sulla cooperativa online, sulla nostra capacità di resistere alle orde e al potenziamento continuo dell’equipaggiamento che potremo portare con noi.

 

11 febbraio

 

In questo martedì si chiude il cerchio che in questi ultimi anni ha portato Playstation 4 ad essere la console su cui si può giocare tutta la serie Yakuza. Dopo aver ospitato il capitolo Zero, i due remake del primo e secondo episodio e dopo aver concluso le vicende di Kazuya Kiryu in Yakuza 6: Song of Life, con questa Yakuza Collection chiudono la raccolta il terzo quarto e quinto capitolo, precedentemente arrivati solo su PS3. Questa è l’occasione per completare la saga su PS4 e, cosa da non sottovalutare, per avere in versione fisica Yakuza 5, precedentemente arrivato in Europa solo in formato digitale. Non c’è stato il trattamento da remake effettuato sui primi due capitoli, però al prezzo di un solo gioco ne avrete tre, quindi non è il caso di lamentarsi troppo.

 

14 febbraio

 

A riprova che di San Valentino non ce ne importa un fico secco (mica ve lo deve ricordare una festa che vi volete bene no?) in questa giornata escono be cinque giochi: Darksiders Genesis, Dreams,
Street Fighter V Champion Edition
, Snack World e Warriors Orochi 4 Ultimate.
Di Darksiders Genesis dovreste sapere già tutto vsto che abbiamo trattato da poco il gioco in versione PC. Sappiate che è un buon gioco giocato in solitaria ma un ottimo titolo se avete modo di giocarlo in compagnia. Dreams è invece un po’ il jolly del pacchetto visto che si configura come un potentissimo editor con cui creare giochi ed esperienze di ogni genere. Potrei dirvi che l’unico limite sarà la fantasia, ma è molto probabile che vi occorrano anche parecchie abilità di gamedesign e tantissime ore per imparare questo tool imponente. Con Street Fighter V Champion Edition la questione dovrebbe essere più semplice visto che il buon picchiaduro di Capcom, funestato dalla carenza di contenuti, qui arriva al suo apice, con oltre trenta lottatori, tutte le arene e 200 costumi sbloccati. Tutte cose già presenti e sviluppate ma che i giocatori della versione base avrebbero dovuto comprare a suon di microtransazioni o con le poche monete che il gioco assegnava. Ora ci sarà tutto e per molti questa sarà la versione definitiva del quinto capitolo. Sempre che Capcom non decida di creare anche una versione Turbo e infine una Super… Snack World: Esploratori di Dungeon Gold è invece già in nostro possesso grazie a Nintendo e presto troverete un’anteprima, seguita poi dalla recensione. È un gioco alla Diablo ma con elementi molto meno macabri e con una localizzazione spaziale. Se vi piace cercare bottini sempre più rari è sicuramente da tenere d’occhio. Infine Warriors Orochi 4 Ultimate ci porta una nuova edizione del celebre musou che vi vede fronteggiare all’arma bianca migliaia di soldati nemici con incredibili eroi.

 

18 febbraio

 

In questo giorno potreste già aver giocato un po’ tutte le uscite visto che arrivano Hunt: Showdown e Bayonetta & Vanquish 10th Anniversary Bundle. Il primo arriva ora su console dopo aver divertito i giocatori PC in lungo e in largo con il suo mix di PvP, PvE ed elementi survival. Sviluppato da creatori di Crysis è un titolo che appassionerà i giocatori che vogliono dimostrare agli altri di essere i migliori. Totalmente single player invece la compilation che PlatinumGames ci propone a circa 40 euro e che comprende il bellissimo action-stylish-adventure Bayonetta e il suo corrispettivo in salsa sparatutto in terza persona Vanquish. Meno conosciuto della sexy strega, Vanquish è comunque uno di quei titoli che sanno colpire al cuore e se siete appassionati di azione estrema, di robottoni, colpi da schivare con fighissime schivate al rallentatore e armature potenziate avrete tuttoi questo e anche di più. Ok, il gioco non è lunghissimo ma selezionando la difficoltà maggiore e puntando ai punteggi più alti, ecco che la durata si impennerà parecchio.

 

21 febbraio

 

In questo venerdì non c’è moltissimo, a meno che, come noi, non amiate gli shot’em up vecchia scuola. In questo caso vi aspetta la bella collection Psikyo Shooting Stars Bravo per Switch, la seconda collection di questo genere edita da SNK e comprendente sei giochi. Abbiamo infatti i tre Samurai Aces, i due Gunbird e lo spin-off Gunbarich. Ognuno di questi titoli saprà farvi sudare mentre vi muoverete tra proiettili nemici e grandi boss finali, il tutto potendo giocare in cooperativa con un vostro amico.

 

25 febbraio

 

Continuano le uscite per Nintendo Switch con due giochi profondamente diversi ma a loro modo molto divertenti. Abbiamo Two Points Hospital che è un gestionale particolarmente bizzarro che potremmo considerare senza problemi che il seguito non ufficiale (ma sempre estremamente divertente!) di Theme Hospital: dovremo infatti costruire un ospedale con tanto di stanze specialistiche di vario genere per poi curare malattie buffe e divertenti evitando di infilarsi in un realismo che potrebbe non piacere o addirittura infastidire. Così invece tutto funziona alla grande e lo spasso è assicurato. Meno gestionale ma piuttosto tattico è invece Samurai Showdown, picchiaduro che arriva su Switch dopo aver appassionato sulle altre console e su PC. Diversi personaggi, compresi alcuni venduti altrove come DLC, e uno stile di gioco fulminante come ci si aspetterebbe da uno scontro tra samurai armati con strumenti letali. Meno immediato di uno Street Fighter ma saprà appassionare chiunque ami il genere.

 

28 febbraio

 

Arrivati a fine mese continuano le riprosizioni su Switch con Metro Redux, compilation rimasterizzata del primo Metro 2033 e del secondo Metro: Last Light, compresi tutti i loro DLC su un’unica scheda. Purtroppo manca il terzo, ma avrete comunque due avventure estremamente appassionanti e ansiogene. Per gli appassionati di manga e anime infine arriva il primo gioco dedicato a One Punch Man: con One Punch Man: A Hero Nobody Knows è stato creato un picchiaduro che ci vede combattere con i personaggi “secondari” per accelerare l’arrivo del prode Saitama, eroe che magari non conosce nessuno ma che può mettere fine ad ogni scontro con un solo, singolo pugno. E così mentre si inanellano combo, si mangiano secondi al countdown che farà comparire l’invincibile eroe sul campo. Un gioco teso ma anche spassoso, che non vediamo l’ora di provare per scoprire se oltre alla fedeltà all’opera originale, si nasconde anche un picchiaduro di razza.

Vuoi segnalarci un errore? Scrivici qui!