The Umbrella Academy - cosa ci aspettiamo dalla seconda stagione - Speciale

La seconda stagione di The Umbrella Academy è in arrivo questa settimana. Ecco quali sono le nostre aspettative sulla nuova iterazione dello show.

di Salvatore Cardone / mercoledì 29 luglio 2020 / Speciale

Il mese di luglio, per tutti gli appassionati di serie tv, ha saputo regalare diverse emozioni. In particolare per gli abbonati al servizio leader dello streaming Netflix gli show da guardare non sono certamente mancati, ma i fuochi d’artificio sono stati messi da parte per quest’ultimissima settimana. Venerdì prossimo (giorno 31) debutterà infatti la seconda stagione di The Umbrella Academy, sorprendente serie tv tra le più amate e seguite dello scorso anno, ispirata all’omonimo fumetto creato da Gerard Way e Gabriel Ba, edito nel nostro Paese da Magic Press. Inutile dirvi che da appassionati del genere e soprattutto da grandi estimatori della prima tornata di episodi, ci siamo avvicinati all’inizio della seconda stagione con grande entusiasmo e soprattutto curiosità. Del resto, nonostante la prima stagione abbia saputo in qualche modo dare risposta a molti degli interrogativi posti durante la visione degli episodi, di carne al fuoco ce n’è ancora tanta. Netflix, poi, ha già dimostrato di saper gestire bene (anche se non sempre al meglio) le stagioni successive dei suoi show e, anche per questo motivo, siamo molto fiduciosi sulla riuscita complessiva del prodotto. Prima di iniziare la visione dei nuovi episodi vogliamo dunque provare a stilare una sorta di “lista” delle cose che vorremmo vedere in questa nuova stagione, con la speranza che possa risultare qualitativamente imponente, magari anche di più rispetto a quella precedente.

Attenzione: l'articolo potrebbe contenere spoiler sulla prima stagione dello show!

Nella prima stagione abbiamo subito ricevuto una fondamentale nozione: il 1° ottobre del 1989 43 donne diverse hanno partorito contemporaneamente, dando vita così a quella che abbiamo imparato a conoscere come una generazione di persone “speciali”. Nella serie, però, si seguono le vicende di solo sette di questi giovani prodigi, che poi sono anche i protagonisti dello show; questo dà vita ad una domanda tanto semplice quanto ovvia: che fine hanno fatto tutti gli altri? Di conseguenza, ci piacerebbe scoprire di più sugli altri ragazzi, magari vederne qualcuno, per capire in primis se anche tutti loro sono in possesso di speciali abilità e quali potrebbero essere.

Parliamoci chiaro, tutti noi, dal primo minuto di visione della prima stagione, ci siamo posti la stessa domanda, o comunque noi l’abbiamo fatto: chi è Mr. Reginald Hargreeves? Colui che ha adottato e cresciuto i giovani protagonisti della storia, preparandoli per una misteriosa ma inesorabile fine del mondo, ha un background fondamentalmente avvolto nel mistero. Abbiamo appurato che il padrone di casa della Umbrella Academy, probabilmente proviene da un pianeta alieno, ma non riusciamo ad individuare le sue origini né tantomeno le sue reali intenzioni. Come mai ha scelto proprio loro? E come mai, essendo un alieno, ha tanto a cuore le sorti dell’umanità? Speriamo di scoprirlo in questa seconda stagione! La prima stagione di The Umbrella Academy su Netflix ha portato su schermo una trasposizione più o meno fedele della controparte cartacea dell’opera.

Complice anche un finale se vogliamo diverso dall’iter originale, però, e stando anche alle parole degli showrunner, la seconda stagione dello show di Netflix non dovrebbe seguire ciecamente il materiale di partenza, ma dovrebbe prendersi importanti libertà narrative. Ne è una prova, ad esempio, proprio il finale della prima stagione: aver scongiurato l’apocalisse è un importante cambiamento sul tema e il viaggio nel passato compiuto dai membri della particolare famiglia potrebbe rappresentare il modo perfetto per prendere le dovute distanze. Sarà veramente così?

Nel medium moderno, lo stile narrativo di un prodotto rappresenta - nella maggior parte dei casi - una dei più importanti metri di giudizio nella valutazione complessiva di esso. E, ovviamente, The Umbrella Academy non ha fatto eccezioni. Lo stile dinamico, in cui i colpi di scena e soprattutto una colonna sonora pulsante e inesorabile rendevano ogni episodio una vera esplosione sensoriale, ha saputo donare allo show un piglio tematico imponente ed esclusivo. A ciò si è aggiunto il classico utilizzo dei flashback per ampliare il background di ognuno dei personaggi, ma in un modo non esattamente omogeneo. Da questa seconda stagione ci aspettiamo dunque uno stile più “pulito”? No, ci è piaciuta così com’è, ma vorremmo più informazioni - magari sotto forma proprio di flashback - su tutti i membri del cast, anche quelli meno “importanti”.

Ammettiamolo: il vero protagonista della primissima stagione, in qualche modo, è stato Numero 5 (interpretato dall’ottimo Aidan Gallagher). Chiaramente, da grandi fan del personaggio, non possiamo che essere felici della cosa, e ci aspettiamo che il trend rimanga questo anche nella seconda tornata di episodi. Del resto, il più “giovane” della banda ha messo più volte a rischio la propria vita per salvaguardare il benessere della propria famiglia, scontrandosi più volte anche con gli altri perché non esattamente propensi ad appoggiare i suoi strani metodi. A noi, comunque, piace così com’è e ci aspettiamo di vederlo ancora una volta in veste di insospettabile leader della ciurma!

Insomma: di aspettative, su questa seconda stagione di The Umbrella Academy, ne abbiamo veramente molte e siamo convinti che difficilmente rimarremo delusi. Per fortuna, comunque, ormai dovremmo aspettare soltanto qualche giorno per sapere quale piega prenderà la storia. E rimanete con noi: ne riparleremo, a tempo debito!

Vuoi segnalarci un errore? Scrivici qui!

Scheda

  • Data di uscita / 15/02/2019
  • Produttore / Netflix
  • Doppiaggio / Italiano
  • Durata / 55 min episodio

Social Net

Ultimi Commenti